Tempi moderni

benjamin-buttonParliamo di Facebook e delle foto che alcuni uomini amano mostrare di se stessi. Io ne vorrei parlare qui perché è un modo per discuterne come se fossimo in un confessionale, dove non ci si conosce e si può parlare soprattutto in modo anonimo delle cose. Direttamente a loro non lo direi mai!  Io non capisco quale sia la spinta psicologica che porta un uomo attempatotto a togliersi la camicia e a farsi un selfie in cui si riprende a mezzo busto davanti ad una fotocamera digitale e poi a mostrarla a tutti i suoi amici.  Ma uno non si vede in che stato è? Il capello bianco (se c’è), le rughette a mostrare gli anni che passano, l’occhio da pesce lesso…e lo sguardo ammiccante come a dire: “Guarda che sono ancora un fustaccio nonostante la mia età!”. Io mi chiedo allora se è il suo cervello che mette in moto meccanismi strani per cui uno si vede come se una pozione magica avesse portato indietro il tempo di una trentina di anni, oppure se non ha proprio capito come funziona facebook e pensa che dall’altra parte di quel benedetto monitor non ci sia nessun altro che grandi ed entusiaste ammiratrici che nonostante tutto vedranno sempre il te il George Cloney di noartri. Tempo fa pubblicò questo tipo di foto il pediatra di qui, del mio paese ..e non vi dico lo strano effetto che mi fece vederlo com’è, pelato e con quegli occhietti da miope, ma scamiciato con i peletti del torace in bella mostra..mi dissi tra me e me: “ma che ha perso il capo? ..Sarà meglio stare attenti a portarci i nipoti alle visite mediche!” Poi però dopo un po’ forse si è reso conto delle situazione o forse qualcuno gliel’avrà fatta notare (sarà mica stata sua moglie?), fatto sta che la foto è sparita dalla sua bacheca di Facebook. Come lui anche colleghi (un prof scamiciato su facebook? Orrore!) e altri paesani.. ma che sarà un virus che porta alla demenza velocemente? Poi ci sono altri, sempre uomini, che non fanno altro che mostrare le foto da giovani: tipo durante il sevizio militare nel 1970 o quando erano con gli amici in vacanza all’Elba nel 1980..o, meglio ancora, quando frequentavano l’università nel 1968. Io non voglio dire che non si debba fare, no, .. dico che a me queste persone fanno …. aspettate che cerco un termine nella mia testa… ecco, sì, fanno TENEREZZA. Naturalmente il termine “tenerezza” è il modo più affettuoso e meno duro con cui io posso esprimermi… mi verrebbe fatto di dire che mi sembrano patetici, …un po’ frustrati… insicuri… vecchi fuori e anche dentro…ridicoli ..anacronistici e un po’ schizzati! ma questo non lo dirò, dico solo che mi fanno tenerezza  … e questo è tutto. pensieroso

Annunci

55 comments

    1. io penso che i ragazzi siano più “arguti e pronti”, noi (quelli della mia età) siamo più sprovveduti e ci facciamo prendere la mano a far giochi che poi sono più grandi di noi, nel senso che non ce la facciamo a capirli e a starci dietro

      Liked by 1 persona

  1. Patetici! ma ci sono anche donne patetiche…di gambe e seni di ultracinquantenni ne vedo a gogo …pensa conosco una che mette foto (non sue) di giarrettiere , calze nere e tacchi a spillo , non capisco che poi urla in bacheca contro chi le manda messaggi con avance, ma che messaggio sta dando lei? che è pure vedova….mah la pazzia dilaga helppppppppp

    Liked by 1 persona

  2. E’ stato già scritto tutto. Sono totalmente d’accordo, è una cosa che ho notato anch’io e che è stata fatta anche da persone insospettabili, rivelando però qualcosa di loro che mi ha permesso di guardarle con occhio diverso, più critico. Le donne non sono da meno, pur non avendo molti contati su fb, si tratta di persone che conosco e che si mostrano con immagini di trent’anni fa. Già mostrare la propria fotografia mi lascia perplessa … vero comunque, questi social hanno tirato fuori qualcosa che prima non c’era o era latente

    Liked by 2 people

      1. Io resto su fb solo perchè ci sono tanti miei ex colleghi, e questo contatto mi permette di “seguirli” evitando la telefonata periodica. Diversamente, credo che lascerei perdere. Sono davvero poche le occasioni in cui lo trovo utile. Meglio twitter

        Liked by 1 persona

  3. Dimenticavo, anche a me fanno tenerezza, pensa come devono sentirsi inadeguati? Il dramma è che, se sono ricchi, devono vedersela con le delusioni ancor maggiori… Oggi non è difficile trovare “giovani disposte a tutto per farsi comperare o ricaricare lo smartfon 😦 “

    Liked by 1 persona

  4. mettiamoci d’accordo, anzi mettetevi d’accordo che a me non interessa una beata fava. Prima dite che i social mascherano, celano e alterano poi vi meravigliate se un vecchietto di 70 anni mette la sua (VERA) foto in rete. Accusate,processate e condannate e magari il poveretto lo ha fatto solo per autoironia. La realtà è un’altra: prima dell’avvento di questi stramaledetti social, chi conoscevamo? la dirimpettaia, il lattaio, il collega di lavoro, il giornalaio, l’amica stretta e qualcuna meno, Io dico che i social hanno fatto emergere la verità sulla nostra società e gli individui che la popolano. Prima era impossibile. Allora: o si accetta o ci si esclude. Tertium non datur.

    Liked by 1 persona

    1. no.. io ho detto un’altra cosa: ho detto che le foto che gli uomini attempati mettono di se stessi TUTTI SCAMICIATI e sottolineo TUTTI SCAMICIATI..sono patetiche. Che bisogno c’è di mostrarsi a torso nudo, tanto più che non è un gran bello spettacolo perché …beh, il perché lo capisci da solo… Che un uomo (o una donna) metta la propria foto nel suo profilo va benissimo e mi piace anche la possibilità di essere vicini seppur siamo lontani.. ovvero riconosco a Facebook un grande potere..e mi piace. (tant’è che ho 1600 amici!) ma (torno a ripetere) non mi piacciono quelle foto. Poi..oh… mica ti devi arrabbiare!

      Mi piace

      1. io non ci trovo nulla di male, anzi è da apprezzare il “coraggio” (fra virgolette) di postare il vero riguardo se stessi. Trovo molto più patetiche le foto di coloro che vogliono farsi vedere con figli, mariti, genitori, cani gatti e criceti. a chi volete che interessi una cosa simile? o, peggio, quelle che non mancano un solo giorno di postare la tazzina di caffè col loro stupidissimo “buongiorno” oppure, peggio ancora “buon martedì”. “Buon inizio settimana”. “buon san Valentino”, “buon ferragosto”,” buona festa delle donne”. Ma che vvordì????

        Liked by 1 persona

        1. ecco, appunto, ci vuole coraggio..e continuo a non vederne il senso. Poi, ohhh, ognuno è libero di fare quel che vuole pure su facebook, ci mancherebbe. Le foto dei miei amici,..in vacanza..in compagnia.. con i gatti o con i criceti comunque sia ogni tanto io le vedo volentieri..e se mi augurano “buona domenica” e se mi va di rispondergli, lo faccio 🙂 La pensiamo diversamente..e non è certo la prima e nè sarà l’ultima volta. A proposito, oggi riguardavo le tue foto su Flickr, me le sono trovate davanti per caso dopo anni e anni che non ci andavo

          Mi piace

          1. Io non parlavo di felicità di guardare umani e roditori assieme ma dell’utilità. io manco da flickr da una vita, manco mi ricordo più come si accede. bei tempi… a proposito: Buona domenica

            Liked by 1 persona

      1. Giusto. Per me che, però, non ho più un ruolo attivo e quindi mi servirebbe solo per una comunicazione poco utile, rischierei, entrando in Internet, di ritrovarmi in comunicazione con una buona parte delle circa 30 mila persone (più o meno) che ho conosciuto durante gli anni del mio lavoro prima di dedicarmi alla famiglia. Le mie compagne di orfanotrofio, sono in contatto con me e non usano internet, le amicizie del tempo in cui lavoravo sono altrettanto in contatto con me, come gli amici di oggi, il resto servirebbe a poco, credo.

        Liked by 1 persona

          1. Le amicizie che ho sono legate da anni di corrispondenza epistolare e di frequentazioni, quando possibile, poiché alcune delle mie amicizie sono in luoghi lontani. Per quelle che sono vicine la mia porta è sempre aperta, anche se io esco poco ricevo volentieri: a volte basta ascoltare mentre si gusta un caffè.

            Liked by 1 persona

              1. Non solo dalla famiglia, credo anche che tu sia dedita, non poco, al tuo lavoro. Il tempo rimanente è veramente poco e credo che tu faccia bene se riesci a dedicarlo a te stessa.
                Per me è stato diverso, quando lavoravo non avevo famiglia e quando me la sono fatta ho anche smesso di lavorare.

                Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...