Impariamo dagli errori2

via Impariamo dagli errori

Ieri sera, dopo cena, ero annoiata e allora ho deciso di fare un giro nei blog per leggere un po’; diciamo che sono andata un po’ fuori dal mio orticello 🙂 Per essere sicura di trovare cose interessanti sono andata nel blog di un’amica che a me piace tanto leggere e mi sono messa a cliccare sui commenti dei suoi amici aprendo così altri blog.  Ero sicura di trovare belle letture, perché io sono convinta che intorno a chi è intelligente ci sta gente intelligente..e così è stato. Debbo dire che il giro è stato davvero interessante. Mi è piaciuto soffermarmi e riflettere.. In particolare mi sono fermata su un post di un blog in cui l’autrice faceva un riflessione che a me sembrava un po’ amara su quelli che erano stati i suoi errori e su come tali esperienze fallimentari generassero il timore di andare oltre e di intraprendere nuove scelte.   Tra me e me mi sono chiesta fino a che punto è vero che il nostro vissuto, con gli errori commessi, pregiudichi il futuro. Ho pensato a me e alle mie esperienze, sia a quelle positive che a quelle sbagliate e sono giunta a conclusione che tutto quanto è stato, ha contribuito ad essere quella che sono e mi porta a vivere il futuro con una certa pacatezza e anche saggezza. Dagli errori si impara e guai se così non fosse! Lo ripeto un’infinità di volte ai miei studenti quando insegno matematica. C’è solo da stare attenti a quello che è stato l’errore, una volta capito entrerà a far parte del nostro bagaglio culturale e ci insegnerà molto per il futuro.  Un errore, dice giustamente Popper, non deve essere un freno, ma una molla che ci spinge ad andare oltre..ad effettuare nuove prove…un qualcosa che ci insegna… ed è così che si cresce.

Io convivo con i miei errori, come convivo con i miei difetti e al momento giusto, come se fossero una bisaccia piena di una bibita ricostituente, me ne servo.

Ricordatevi che i post dei blog vivono di commenti e non di like, altrimenti staremmo su Facebook, non qui. Io quando passo da un blog dico sempre qualcosa..anche sbagliato, ma dico.. solo con rarissime eccezioni mi limito ai like. Quello che ho scritto in precedenza, a parer mio, doveva stimolare la discussione, ma si vede che era troppo impegnativo per mettere in moto le cellule grigie in queste calde giornate di agosto.  Beh, adesso sto facendo la maestrina con la bacchetta e la sto picchiando sulla cattedra.. beh, il caldo dà noia anche a me, lo riconosco 😉 quello di fare la maestrina è un mio difetto 😉 io ci convivo bene, gli altri no 😉

Annunci

Impariamo dagli errori

SCELTE.JPG

 

” Evitare gli errori è un ideale meschino: se non osiamo affrontare problemi che siano così difficili da rendere l’errore quasi inevitabile non vi sarà allora sviluppo della conoscenza. In effetti è dalle nostre teorie più ardite, incluso quelle che sono erronee, che noi impariamo di più. Nessuno può evitare di fare errori; la cosa più grande è imparare da essi.”

 

[Popper]

 

 

#Genova

Genova

E’ difficile scrivere del più e del meno come se niente fosse successo. Come si può non pensarci?! C’è chi tira in ballo la negligenza, chi la politica, chi il destino..poi finiamo tutti quanti con l’abbassare lo sguardo a guardarci i pugni serrati, chiusi nel nostro grembo, e sentiamo un dolore sordo e profondo come quello di chi subisce un torto e non riesce a capacitarsi del perché sia successo. Siamo stati violati, sì , nel nostro amor proprio, nella nostra fierezza di essere italiani, nel nostro pensare che a Ferragosto si sta bene con i nostri amici o familiari lasciando i problemi per un attimo lontani, come se non esistessero.  E le notizie si susseguono incessanti nei tg e continua imperterrito e impietoso il calvario della conta delle vittime. Ma, mi chiedo io, dove diamine è finita quella benedetta stella cadente che fa avverare i nostri sogni e desideri più belli? Quella fucking star che un paio di giorni fa stavamo tutti lì a guardare a testa in su come se da un momento all’altro arrivasse il messia e facesse scendere la manna da cielo.  Sono passati un paio di giorni da quel San Lorenzo che ci ha visti poeti e sognatori, in cui sembrava che tutto andasse a meraviglia, ci siamo distratti un attimino, poi repentinamente si è dovuto girar pagina ed ora è tutta un’altra storia. Strana la vita…

#Genova sei nei nostri cuori ❤

Stupidario parte prima

ghiaccio.jpg

[Perché almeno gli orsi polari possono viverci perché sennò a quest’ora erano già ISTINTI]

Mettendo a posto le mie cose ho ritrovato un questionario di scienze, distribuito agli alunni delle classi prime medie durante l’anno scolastico. Ora… dico io, a parte che essendo il ghiaccio meno denso dell’acqua allora galleggia, ragion per cui i pesci e le piante acquatiche sopravvivono al grande freddo… a parte l’encomiabile creatività dell’alunno  (che andrebbe premiata per l’originalità!)  che chissà perché si preoccupa solo degli orsi polari

..a parte tutto.. ma Istinti (al posto di Estinti)… ne vogliamo parlare? 14pauroso

49

ma che cos’è…

Dovete sapere che nel mio orto ho un biocomposter e puntualmente, con gli scarti di frutta e verdura, ottengo un ottimo terriccio che utilizzo come fertilizzante per i fiori.

Fatto sta che nel mese di giugno, nei vasi dei gerani, ho visto germogliare delle piantine  forti e rigogliose che crescevano molto rapidamente. Ho subito escluso che si trattasse di pomodori, perché riconosco al volo il fogliame e sono giunta a conclusione fossero piantine di cetriolo.  Visto che rampicavano le ho incannate vicino ad una rete e ho aspettato che dessero dei frutti.

cetriolo1

 

Ora i frutti ci sono, ma escluderei che si tratti di piante di cetriolo, a voi che sembrano?

cetriolo2

A me quello sembra un piccolo melone perplesso2… e ora che faccio, lo faccio crescere su per aria? Sto pensando di mettergli un sostegno sotto, ma non è mica tanto facile … thinkw265

Ma te guarda che problemi… 49

Abbasso le soap

una vita.JPGMia figlia è andata in vacanza in Spagna e poco fa mi ha mandato un messaggino dicendo che sta guardando in tv “I delitti del BarLume” in spagnolo. Mi vien fatto di pensare che gli spagnoli allora hanno anche buon gusto nello scegliersi i programmi, pensavo andassero avanti ad oltranza con le loro soap opera, quelle che la nostra tv è da tempo che ci propina a ritmo forzato.

Gli anni scorsi durante l’estate, io mi gustavo tutti i gialli, anche visti e rivisti, ma che comunque mi appassionavano. Quest’anno no, mi sono adattata anche a vedere Forum con la Palombelli sul 4, nel primo pomeriggio, ma non ce l’ho fatta a visionare quegli sceneggiati che a me proprio non dicono niente.  “Una vita”.. “il segreto”.. no, non fanno per me.

Voi come la pensate?

Buona domenica a tutti 🙂

Una botta di calore

GigliOggi mi son detta: “… dai, è agosto e fa un gran caldo, la gente sarà tutta al mare… perché non andare in un centro commerciale a spassarsela un po’?”  E detto fatto mi sono messa in auto e mi sono fiondata in superstrada direzione Firenze – obiettivo I Gigli di Campi Bisenzio.  Per chi non è della mia zona e magari si è incuriosito, metto qui pure il link così si capisce subito di cosa sto parlando. Penso sia uno dei centri commerciali più belli e più grandi d’Italia, ma anche uno dei più affollati. Guai a chi ci si avvicina in una giornata piovosa perché rischia di ritrovarsi in un girone dantesco, in una di quelle situazioni che tempo zero ti ritrovi a maledire il momento in cui ti è venuta l’idea di andarci e poi, dopo una sequenza di litanie di santi e madonnine varie, ti ritrovi anche a mandarti gli accidenti e gli anatemi su te stesso, per conto tuo.

Ma oggi no, oggi era un’afosa giornata d’agosto ed ero sicura che tutto sarebbe andato a gonfie vele perché tutti di certo erano andati i villeggiatura. scherza

Ecco… Intanto la superstrada era intasata da tir, camion cisterna..e pure trasporti eccezionali..e poi un lungo serpentone di auto non lasciava posto nemmeno quel minimo per viaggiare. Oltre a ciò, mano a mano che mi avvicinavo a Firenze vedo che mi viene incontro e si avvicina un nuvolone nero e minaccioso. Lo guardo intimorita e mi viene subito un flash in mente: ….noooo… ho lasciato l’ombrellone aperto sul terrazzo, me ne sono dimenticata 14 .. ma è troppo tardi per tornare indietro, quindi incrocio le dita e vado avanti sperando che una ventata non mi devasti casa e ombrellone.

Poi sono arrivata al centro commerciale, la prima tappa era da Arca Planet dove volevo comprare dei filtri di ricambio per il mio acquario, peccato che Arca Planet non consideri i pesci animali degni di considerazione quindi niente filtri. Allora mi son detta che lì vicino c’è un altro negozio che vende pesci e acquari, ma …peccato che il mese scorso abbia chiuso quindi nisba. Già cominciavo a mordicchiarmi le unghie dal nervoso quando sono entrata da Terranova e mi sono messa a guardare i vestiti.. ma tutte taglie XXS pensieroso allora sono entrata da C&A, ma lì tutte taglie XXXL..ommioddio Ho rinunciato ai vestiti e mi sono spostata dentro a Panorama per comprare qualcosa da mangiare, ma appena dentro è andata via la luce! OMMIODDIO… siete mai stati in un centro commerciale al buio? Beh, è alquanto disorientante, per non dire pauroso. Qualcuno mormorava che era colpa del temporale, non so.. ma la luce non tornava e a tratti andava  e veniva.. perplesso2 Ho pensato bene di uscire alla svelta da Panorama, non mi rimaneva che andare dentro a Leroy Merlin dove volevo acquistare un tappeto che avevo visto online e che il sito mi dava la disponibilità di 3 pezzi in negozio. Ma voi pensate che abbia portato a termine il mio proposito? Seeeee… Ha detto la commessa che il fornitore gli doveva fornire quei tre tappeti di cui parlava il sito online ma che invece non solo non glieli aveva mandati, ma nemmeno glieli manderà mai! Ha aggiunto: “Sa come sono i fornitori.. promettono e poi non lo fanno!” Io credo di averla guardata come si guarda un’indemoniata! Ma mi stava prendendo per i fondelli?

Beh, basta, dai, a quel punto rien ne va plus ho girato sui tacchi e ho inserito la dicitura: HOME…e pure fast… nel  il mio navigatore celebrale, come dire leviamoci di qui a gambe lavate e chiudiamo il discorso che è meglio!

Ora io mi domando e dico… ma che razza di idee idiote mi vengono in mente!? Andare in un centro commerciale l’8 di agosto? … via via… sarà stata una botta di caldo pauroso

 

Sotto questo Sole…

Ragazzi, se questo stellone su nel cielo, non si dà una calmata, qui in Toscana si schianta tutti, io ve lo dico! 2014ae

Stamani l’aria è come il latte caldo, è densa e appiccicosa e tra l’altro puzza di bruciato. L’unica cicala superstite della piana dell’Arno, si fa forza e tenta di cantare, ma ce la fa poco anche lei, io dico che tra poco collassa..anzi, guarda, mentre scrivo è già trapassata .. pace all’anima sua.

Noi, intanto, gente della Tuscia, discendente del popolo etrusco e della stirpe dei Medici, teniamo duro e restiamo asserragliati in casa ad aspettare che il destino propizio, in accordo con Eolo re dei venti e Giove Pluvio, ci portino un po’ di refrigerio. Ma la vedo dura!

So che state pensando: “Muoviti Alidada! … e rinchiuditi in qualche centro commerciale per qualche ora! Levati di costì!” Non posso, ragazzi, non posso farlo. Che volete, l’età è quella che è… e passare da +34° locali ai – 20° dei centri commerciali è un’impresa troppo ardua. Sicuramente mi darebbe il colpo di grazia e ..amen  piange.

No, sto qui imperterrita .. sì, voglio soffrire , in fin dei conti sono o non sono in vacanza?tristezza