Alidada e Alidimilla

Fatto! Il blog è riorganizzato. Ho tolto le emoticon e tante altre cose, che ho spostato in un altro blog che si chiama Alidimilla (che è sempre mio e che userò di supporto per alleggerire questa pagina).

Spero che tutto funzioni e che vi piaccia. 🙂

Lavorando intensamente al blog ho notato i miei numeri e per curiosità ve li riassumo:

Alidada è nata nel 2001 ma è stata distrutta più volte fino al 2004.

Rovistando nell’archivio che è qui a sinistra si possono leggere i post più vecchi, il primo dei quali è datato 4 dicembre 2004

Sempre in archivio ci sono 2060 articoli pubblicati e ben 45708 commenti.

Alidada è stata vista 593468 volte, dato segnato correttamente dal contatore ShinyStat che è rimasto sempre lo stesso dai primi anni del blog e che è sopravvissuto alle varie distruzioni.

Comunque sia se il mio blog vive è perché ci siete voi che leggete e commentate altrimenti tutto ciò non sarebbe stato possibile. Io non scrivo certo per me stessa.

Quindi GRAZIE amici miei, lettori pazienti e tanto cari.

Siete un’ottima compagnia quando vi affacciate a questa mia finestra aperta sul mondo

Roselline vintage

In questi giorni ho fatto diversi lavoretti, ora ve ne mostro qualcuno. Cominciamo dal primo.

Lo scorso anno avevo messo ad essiccare delle rose che poi mi erano rimaste lì appese a testa in giù, in garage, in attesa di essere sistemate. Era un mazzo di rose che avevamo regalato a mia figlia per la laurea, quindi un bel ricordo.

Non sapevo proprio cosa farci, poi però mi sono impegnata e ho avuto un’idea: ho preso un sacchettino di iuta, l’ho bagnato bene nella colla vinilica e poi l’ho lasciato essiccare completamente, dandogli la forma che vedete in foto. Quando il sacchetto si è indurito ci ho inserito all’interno della spugna da fiorai, di quella che serve a sostenere dritti i fiori dentro ad un vaso, infine ho tagliato i gambi delle rose e ce le ho sistemate, dando forma alla piccola composizione.

Non è una cosa splendida, ma è carina e poi è un bel ricordo.

Buon fine settimana a tutti 🙂

ferri di cavallo

ferro sweet home by Alidada
ferro luck on the sea by Alidada
ferro welcome home by Alidada
ferro sweetly by Alidada

Li ho finiti e sono soddisfatta. Il primo (sweet home) è attaccato accanto al portone di casa, gli altri sono qua e là ma sempre vicini a qualche porta.

Il ferro luck on the sea lo dedico a Dolcezze che me lo ha ispirato 🙂

Speriamo che portino fortuna!

[Si racconta che ai tempi dei contadini e dei cavalieri, quando questi ultimi perdevano durante il tragitto il ferro di cavallo, era un’occasione di guadagno per i poveri lavoratori, che potevano rimontarlo in cambio di una moneta. Da questa pratica, si cominciò a credere che ritrovare quest’oggetto ed esporlo nella propria casa portasse fortuna.]

Ora però basta ferri, mi dedico alle chiavi antiche… e ad un sacco di altre cose da sistemare, qui in casa 🙂

Buon pomeriggio domenicale a tutti 😉

Disarmante

Ieri pomeriggio questa vetrina era piena di cellulari in mostra, pronti per la vendita, con un sacco di promozioni. Fuori dal negozio 3 persone attendevano con pazienza il loro turno per entrare. Io ho pensato ingenuamente che a quel negoziante gli affari non andassero poi tanto male, visto il momento. Sì, l’ho pensato… ingenuamente…