Tempi moderni

benjamin-buttonParliamo di Facebook e delle foto che alcuni uomini amano mostrare di se stessi. Io ne vorrei parlare qui perché è un modo per discuterne come se fossimo in un confessionale, dove non ci si conosce e si può parlare soprattutto in modo anonimo delle cose. Direttamente a loro non lo direi mai!  Io non capisco quale sia la spinta psicologica che porta un uomo attempatotto a togliersi la camicia e a farsi un selfie in cui si riprende a mezzo busto davanti ad una fotocamera digitale e poi a mostrarla a tutti i suoi amici.  Ma uno non si vede in che stato è? Il capello bianco (se c’è), le rughette a mostrare gli anni che passano, l’occhio da pesce lesso…e lo sguardo ammiccante come a dire: “Guarda che sono ancora un fustaccio nonostante la mia età!”. Io mi chiedo allora se è il suo cervello che mette in moto meccanismi strani per cui uno si vede come se una pozione magica avesse portato indietro il tempo di una trentina di anni, oppure se non ha proprio capito come funziona facebook e pensa che dall’altra parte di quel benedetto monitor non ci sia nessun altro che grandi ed entusiaste ammiratrici che nonostante tutto vedranno sempre il te il George Cloney di noartri. Tempo fa pubblicò questo tipo di foto il pediatra di qui, del mio paese ..e non vi dico lo strano effetto che mi fece vederlo com’è, pelato e con quegli occhietti da miope, ma scamiciato con i peletti del torace in bella mostra..mi dissi tra me e me: “ma che ha perso il capo? ..Sarà meglio stare attenti a portarci i nipoti alle visite mediche!” Poi però dopo un po’ forse si è reso conto delle situazione o forse qualcuno gliel’avrà fatta notare (sarà mica stata sua moglie?), fatto sta che la foto è sparita dalla sua bacheca di Facebook. Come lui anche colleghi (un prof scamiciato su facebook? Orrore!) e altri paesani.. ma che sarà un virus che porta alla demenza velocemente? Poi ci sono altri, sempre uomini, che non fanno altro che mostrare le foto da giovani: tipo durante il sevizio militare nel 1970 o quando erano con gli amici in vacanza all’Elba nel 1980..o, meglio ancora, quando frequentavano l’università nel 1968. Io non voglio dire che non si debba fare, no, .. dico che a me queste persone fanno …. aspettate che cerco un termine nella mia testa… ecco, sì, fanno TENEREZZA. Naturalmente il termine “tenerezza” è il modo più affettuoso e meno duro con cui io posso esprimermi… mi verrebbe fatto di dire che mi sembrano patetici, …un po’ frustrati… insicuri… vecchi fuori e anche dentro…ridicoli ..anacronistici e un po’ schizzati! ma questo non lo dirò, dico solo che mi fanno tenerezza  … e questo è tutto. pensieroso