sistemi scolastici

Con questo freddo e con tutte le strade ghiacciate c’è poco da andare in giro e allora vi faccio una proposta: mettetevi comodi un attimo e guardatevi questo filmatino che altro non è che una bella riflessione sui sistemi scolastici e sulla necessità di un loro cambiamento. Ok, lo so che non è la cosa più rilassante del mondo guardare una cosa del genere e che può sembrare da “addetti ai lavori”, ma tanti di voi hanno figli che vanno a scuola e tutti i giorni sentono le loro lamentele sulla noia e sulle inefficienze.. altri che arrivano qui, sul mio blog,  sono ancora studenti e hanno un’esprienza da raccontare .. quindi se vi va ascoltate il filmatino e ditemi alla fine che ne pensate. A me sembrerebbe importatissimo che la scuola italiana facesse un passo avanti in questo senso, … ma la vedo dura!

Pubblicato da

Alidada

sono qui, nel mio spicchio di cielo

32 pensieri su “sistemi scolastici”

  1. troppa gente a pensare e poca a lavorare davvero. questo è il nostro sistema scolastico attuale. per concentrare le risorse proporrei per prima cosa di abolire tutti gli istituti di istruzione non statali, privati e segnatamente quelli religiosi. Istruzione gratuita per tutti almeno fino all’Università e che il clero pensi solo alle anime (?) e non a fare soldi.Metodi di insegnamento antidiluviani.Molta gente arriva alla fine degli studi e non ti sa fare un esempio concreto di cosa significhi nella vita pratica 3/7, tre settimi, tanto per fare un esempio.Il famoso, elementare, quesito”un mattone pesa un kilo più mezzo mattone, quanto pesano due mattoni?” mette ancora in imbarazzo parecchia gente e molti non conoscono la risposta perchè non sanno arrivarci col ragionamento.La scuola dovrebbe innanzi tutto insegnare a ragionare e non ad imparare soltanto.

    "Mi piace"

      1. cara la mia prof, purtroppo nessun docente può ergersi a Don Chisciotte, la regolamentazione scolastica è così farraginosa,per dirla alla toscana, così incasinata,per dirla alla romana, così ammuinata, per dirla alla napoletana, che, se non cambiano le menti pensanti (chiamiamole così anche se pensano poco e male) che vi amministrano, c’è poco da fare. Le famiglie sono impotenti e più di portare gesso e carta igienica da casa non si può fare.
        P.S. ma chi mi ha messo quell’avatar? è bellissimo 😉

        "Mi piace"

        1. l’avatar .. ho messo un sistema che genera li automaticamente ..per te ha scelto quella cosa verde e triangolare :-).. mica tanto bello a dire il vero! ahahahaha..
          Sul sistema scolastico invece c’è bel poco da ridere.. hai ragione tu è il burattinaio che dirige male il gioco

          "Mi piace"

  2. Concordo con Albrecht: imparare soltanto non sviluppa l’intelligenza e di conseguenza il ragionamento. Occorre anche una classe docente che faccia il lavoro con passione e che sia qualificata a trasmettere l’amore per l’apprendimento.
    Buona giornata, cara Licia.
    un bacione
    annamaria

    "Mi piace"

  3. Purtroppo è la realtà. Un sistema scolastico troppo rigido che ancora non è stato capace di abbandonare il nozionismo individuale per sostituirlo con la “cultura diffusa” e partecipata. E’ quello che servirebbe alla società italiana per fare quel salto di qualità utile a curarne tutte le malattie.

    "Mi piace"

  4. assolutamente interessante, mi trova particolarmente d’accordo su alcuni temi: pensiero divergente nei piccoli, collaborazione ( non scopiazzamento), coordinare assolutamente scuola e società.., copio e incollo se non ti dispiace..

    "Mi piace"

  5. Ciaooo!!!! 🙂 🙂
    Sono tornata attiva… per adesso sono sulla piattaforma iobloggo perché è stata la più immediata. Non so se rimango lì o passo ad altre piattaforme, per adesso mi sembra molto accogliente e carina, anche se sto litigando con i template!!! Uff!
    Spero comunque che anche se da “luoghi” diversi, ogni tanto tornerai a farmi visita!!
    (tutto sta anche a vedere se mantengo la promessa di scrivere spesso!! Visto che da un annetto a questa parte non lo facevo più!)

    Ciao ciao, un bacione…!

    "Mi piace"

  6. Ho letto qualche commento che ritiene interessante la proposta, ma che non la vede applicabile da noi. Io penso che potrebbero avere ragione, che noi viviamo all’età della pietra, scolasticamente parlando e non solo. Mi permetto però di aggiungere che questo non deve essere una giustificazione, e che ogni progetto interessante va portato avanti, costi quel che costi. Tanto non si corre certo il rischio di far peggiorare la cosa…peggio di così la nostra scuola non può proprio scendere!

    "Mi piace"

  7. Le classi aperte non sono esattamente una novità, in alcuni istituti all’avanguardia sono prassi quotidiana. Quello che poi stride è il pretendere di valutare gli alunni della stessa età con lo stesso metro (vedi le prove invalsi).

    "Mi piace"

      1. oggi la mia affermazione è stata suffragata da un’altra giornata di sole. Stamani un’amica mi ha avvisato che la mia villetta in montagna è scomparsa: sepolta dalla neve. Peccato non esserci a fare due foto.

        "Mi piace"

  8. Da diverso tempo ormai ho lasciato il mondo della scuola. Ma, indubbiamente, una forte riflessione e una capacità di cambiamento costruttivo sono oggi necessari. Non soltanto nel mondo didattico, ma in tutta la realtà sociale che ci circonda.
    Un sorriso per un sereno fine settimana.
    ^____^

    "Mi piace"

  9. non so, alcune cose del filmato non mi convincono. tante belle parole, tante idee, qualche esempio ma alla fine cosa propone? le classi aperte? non è che abbiano dato buoni risultati nella maggioranza delle sperimentazioni e poi sono applicabili solo a livelli settoriali di studio. Alcune cose stridono coi principi dell’età evolutiva. Giusta l’apertura: la poca motivazione allo studio. la creatività, il pensiero divergente: è una vita che ci proviamo; certo, che tante cose sidebbano cambiare, sicuramente.Migliorare, certamente. Lavoro di gruppo, circle time, leader ship, ecc…applicati da sempre, ma poi…ecco le prove INVALSI, come dice azalearossa, che cozzano con quanto detto: individualità, massificazione, esasperazione. Altroche pensiero divergente…
    Al di là di tutto, interessante riflessione
    ciao

    "Mi piace"

  10. è bellissima, questo modello (mi ricordo che se ne parlò una volta a un corso di formazione di quelli fighi). purtroppo la nostra scuola italiana è ancora fanalino di coda rispetto a tutto questo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...