Perioduccio

Ohhh, ragazzi, stamani sono uscita e fuori  il termometro segnava 38°, poi, appena dopo pranzo è arrivata una nuvoletta che per qualche attimo ha oscurato il sole e tempo zero si è sentito anche in lontananza il brontolio di un temporale; fatto sta che all’improvviso guarda lì che è successo …

il cartello stradale che in superstrada, venendo da Pisa,  indica il bivio Livorno – Firenze è letteralmente franato sulla carreggiata 14.. meno male che in quel momento non transitava nessuno! Penso sia un momento rarissimo in cui non c’era una colonna di auto ferme lì sotto. La FiPiLi è sempre e costantemente ingorgata di traffico. Perioduccio per le strade italiane, direi!

E comunque sia, se stavolta è andata bene, ci si può anche scherzare sopra e allora direi ai miei compaesani  pisani che devono evitare di espatriare e andare verso Firenze e Livorno perché guarda lì cosa gli può succedere! no no

Pisani doc

Ultimi giorni di scuola, all’intervallo la prof sgranocchia un cracker e guarda distrattamente i ragazzi che fanno merenda quando qualcosa cattura la sua attenzione: “Ehi, Tommy, che hai sulla maglietta? Fammi un po’ vedere per bene.. girati, dai…”

maglietta1.jpg

Accipicchia, .. “Pisa tremare fa l’acqua e la terra!” .. e alla prof vengono in mente le antiche lotte dei pisani contro i fiorentini, i lucchesi, i livornesi..e con tutto il resto del mondo.

Pisa bellicosa, tanto odiata da tutti.

Pisa, “vituperio de le genti”, recita uno dei passi più famosi della Divina Commedia, e che sicuramente tutti i pisani conoscono bene. Infatti, nel canto XXXIII dell’Inferno,  dopo che il conte Ugolino termina il racconto della sua tremenda morte e riprende a rosicchiare il cranio dell’arcivescovo Ruggieri, Dante prorompe in una tutt’altro che pacata invettiva contro Pisa, augurandosi addirittura – laddove i vicini tardassero a punirla – che le isole della Capraia e della Gorgona blocchino l’Arno alla foce, facendolo così straripare, per annegare tutti gli abitanti di una città tanto crudele.

Beh, ancora oggi Pisa, nonostante Dante e le sue maledizioni,  continua a dimostrare la sua forza! (Stando almeno a quanto è scritto sulle magliette!)

… Orsù, intervallo finito, si torna al lavoro con il sorriso pisano stampato sul volto 😉

‘sti pisani 3

Beh, l’albero e la capannuccia sono tornati in soffitta, i decori rossi e oro sono inscatolati,  ..io intanto ho ripreso la borsa dei libri della scuola e l’ho riposizionata in pole position  nel mio studio insieme all’ “elmetto” da combattimento che uso per andare in classe. Qui nel mio blog è sparita la neve che cadeva leggera ed è ritornata sulla destra la foto del “io bloggo quando posso” che da lunedì si tornerà ai grandi silenzi..

Che dire di più.. in casa dicono che le mie vacanze solo state lunghette e che insomma, anche se torno al lavoro …è ora..insomma mi fanno sentire così, come si dice qui:

al ristorante.jpg

Ma prendiamola con filosofia, dai… 55