feste

Gradara

Sono tornata da un paio di giorni ma fino ad ora il caldo torrido mi intorpidiva il cervello.  Finalmente oggi un po’ di pioggia ha reso  vivibile l’ambiente toscano ed allora eccomi qua a riprendere il blog.   Tanto per cominciare vi ho portato qualche foto che ho scattato in ferie: ecco il Castello di Gradara vestito a festa nei primi giorni di agosto, una festa di magia e favola che davvero meritava vedere

Castello di Gradara - agosto 2017    Castello di Gradara - agosto 2017

Castello di Gradara - agosto 2017

il Castello di Gradara alla luce della festa

Castello di Gradara - agosto 2017

la fata del giardino incantato

Castello di Gradara - agosto 2017

il giardino incantato

Castello di Gradara - agosto 2017

la festa nel borgo

Buon venerdì a tutti.

 

Le Paniere

Oggi ho fatto un giro qui nel pisano e sono arrivata in un paese che si chiama Santa Maria a Monte, dove ogni anno il Lunedì dell’Angelo  si celebra la Processione delle Paniere per le vie del centro. La festa è dedicata alla Beata Diana Giuntini, patrona del paese, vissuta a cavallo tra il XIII e il XIV secolo, una ragazza di nobili origini che decise di vivere in povertà dedicandosi ai bisognosi. La tradizione vuole che Diana abbia trasformato il pane che portava in grembo in fiori e poi ancora in pane per farne dono ai poveri. A tale tradizione si ispira appunto l’evento della Processione delle Paniere: così sono infatti chiamate le ceste di fiori (le paniere) trasportate da ragazze che il pomeriggio del lunedì di Pasqua (giorno della morte di Diana Giuntini) le portano in processione per le vie del paese fino ad arrivare alla chiesa.

20170417_183123

 

20170417_183127

Le foto non sono belle e non rendono giustizia a quest’evento che è spettacolare ma la gente era troppa e non è stato possibile avvicinarsi più di tanto; aggiungo una foto presa dal web per far capire meglio di cosa si tratta.

image

 

[per altre notizie e curiosità su questa festa cliccare qui]

 

Buon martedì a tutti. 😉

Halloween

halloween

New Orleans [Luisiana] 31 ottobre 2014

Ed eccoci ad Halloween, a tanti questa festa non piace, ma io a forza di stare con i ragazzi sono diventata giocherellona e un po’ mi diverto: ho comprato delle caramelle e dei dolciumi per  darle ai bimbi che suonano il campanello  e ho messo anche qualche decorazione in casa.  Niente a che fare con gli addobbi degli americani, solo qualcosa in piccolo 🙂

Buona serata a tutti 🙂

attentato a Capodanno 2013

tavolata

foto: @Alidada

Ieri, Capodanno 2013, abbiamo (di nuovo) festeggiato fatto baldoria, qui, in casa mia, con la famiglia al completo. Anche questa volta, come a Natale scorso, il menù era vario e piuttosto ricco, ma in questa occasione mi ero decisa ad aprire le varie cassettine regalo, colme di alimenti e bevande portate dai figli, che avevano ricevuto in dono dai colleghi di lavoro.  Alcune confezioni e certi sacchetti contenevano cibi conosciuti: cotechino, lenticchie, polenta, funghi secchi, pasta di tutti i tipi, sughi per la pastasciutta, taralli e salatini, olive di Gaeta… e così via.. (si vedono un po’ sulla tavola apparecchiata della mia foto) altri vasetti, invece, contenevano cose strane, sconosciute qui in toscana e che ci siamo divertiti (non sempre con successo..) ad assaggiare.

Il primo vasetto di vetro, di quelli con il punto interrogativo (che roba è?), aveva una forma rotondeggiante e il contenuto era abbastanza piacevole da vedere; sull’etichetta c’era scritto: sugo di anatra e il consiglio dello chef era quello di condirci pasta o tartine ed io così ho fatto ottenendo un discreto risultato.

Il secondo vasetto con il punto interrogativo, invece conteneva un ignoto patè di fegato di non si sa bene che animale oca/maiale.. dal colore variegato sul marrone. Appena aperto il coperchio l’odore che ne usciva era disgustoso un tantinello nauseante tant’è che qualcuno ha subito esclamato: “Sembra cibo per gatti! Io quella roba non la mangerò MAI!” .. ed ha anche ribadito il “MAI !”, e così è stato… e forse devo dire che non aveva nemmeno torto.. era meglio se non si mangiava nessuno,.. ma come si fa a buttare via il cibo…?

Ma il bello doveva ancora venire: LA MOSTARDA DI FRUTTA! Mai vista una cosa del genere! Frutta intera in una brodaglia di melassa appiccicosissima che ci siamo impiastrati anche l’anima  non vi dico! La battuta più originale è stata quella di mio figlio che ha esclamato: “Ma che cos’è?… Frutta sciroppata?” e dopo aver pescato in tutta fretta una ciliegina rossa e averla divorata, si è visto diventare tutto rosso in faccia ed esclamare in tono minaccioso: “Ehi, ma chi ha portato questa schifezza?” E noi che lo guardavamo in silenzio, abbiamo risposto in coro: “TUUUU l’hai portata! Non te lo ricordi, era nel tuo pacco regalo!“..e giù a ridere…e lui: “ma che mi volevano avvelenare?” 😦

L’unica persona che ha gradito la mostarda di frutta sono stata io medesima 😉 .. forse perchè ho dei gusti un po’ strani, non so :-).. fatto sta che me la sono mangiata tutta, appiccicandomi anche l’ugola alle tonsille in modo indissolubile!

Ecco, a questo punto mi rivolgo a voi del nord che la sapete lunga su come va il mondo, ..mi dite per piacere a che serve in tavola servire quella roba mostarda di frutta..? Dai, vi prego, indottrinatemi,… fatemi capire l’incomprensibile, giuro che vi sarò riconoscente per semore. Grazie 😉

Santo Natale 2012

Eccomi qua, vado di corsa .. 🙂  Ieri sera sono stata alla Santa Messa di mezzanotte e ormai il Bambinello è nato ed è tempo di festeggiare! Ora tocca a me preparare il banchetto 🙂 il menù del pranzo (saremo una decina di persone) è deciso:

antipasti misti – lasagne al forno – arrosto di maiale in crosta – spiedini misti – insalata e patatine arrosto per contorno – dolci natalizi accompagnati dal vino fragolino e da uno spumantino dolce.

A cena si replicherà con una versione ancora più allargata della famiglia (tra figli e nipoti saremo una quindicina) e il menù dovrà essere ancora più abbondante: antipasti misti – ravioli ricotta e spinaci – arrosto di tacchino farcito con le castagne – gamberoni – verdure grigliate e patatine al forno – dolci cioccolatosi e champagne..

Beh, sarà meglio che vada ..il ristorante di casa mia mi sta chiamando 😉

Auguri di buon Natale a tutti e che siate sereni e tranquilli, oggi  e nei tempi a venire.. a stasera (che poi vi racconterò com’è andata)