Pane alla curcuma

pane-alla-curcumai

Pane alla curcuma

Ingredienti:

  • 400 gr. di farina tipo 0
  • 240 gr. di acqua tiepida (o latte)
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato
  • 50 gr. di olio buono
  • 5 gr circa di curcuma

Preparazione:

Mettere la farina in un contenitore abbastanza grande, unire il lievito, l’olio, aggiungere poco alla volta l’acqua tiepida ed infine la curcuma, poi lavorare il composto (meglio usare dei guanti usa e getta per non colorarsi le mani)  fino a farlo diventare omogeneo ed elastico; a quel punto trasferite l’impasto su un piano da lavoro infarinato e continuate a lavorare ancora un po’, picchiandolo anche a più riprese sulla superficie di appoggio.

Rimettete l’impasto nel contenitore infarinato, coprite con un canovaccio umido e fate lievitare in luogo tiepido per 30 minuti.

Intanto foderate con la carta da forno una teglia, sistemate dentro l’impasto e fate lievitare in forno spento ancora per 1 ora circa,, anche un po’ in più.

Accendete il fono a 180°C infornate il pane nel forno caldo e cuocete per circa 30 minuti, fino a quando la crosta sarà bella dorata.

A parer mio è buonissimo e poi  abbiamo già detto a più riprese che la curcuma fa bene, quindi… 😉

P.S. io non metto né sale e né zucchero nel pane, ma vedete voi…

Miracolo…!

Un annetto fa andai in Polonia per uno scambio culturale del progetto Erasmus: in pratica era uno scambio tra scuole ed io ero molto incuriosita di visitare quei luoghi lontani a me sconosciuti. Fatto sta che partii da Pisa con l’aereo e mi feci diverse ore di volo, una volta arrivata presi la corriera e di nuovo ore ed ore di viaggio… una cosa interminabile. Al mio arrivo a destinazione, mi accorsi di avere i piedi gonfi e mi dissi che era normale dopo tutto quel viaggio; pensai che dopo una bella dormita tutto sarebbe passato e sarei stata bene.  Arrivò il giorno dopo e punto e a capo, appena misi i piedi in terra notai che  le scarpe (da ginnastica) cominciavano a starmi strette e, anzi, anche le caviglie (le mie caviglie sono magrissime per natura) erano  fuori misura.. A quel punto pensai che avrei dovuto camminare, così la circolazione sanguigna si sarebbe messa in moto e i liquidi trattenuti nella parte bassa del mio corpo, sarebbero stati assorbiti..e mi misi in moto fiduciosa. I polacchi che ci ospitavano, nemmeno mi avessero letto nel pensiero, quel giorno ci fecero camminare in lungo e in largo, perfino in mezzo ai boschi e poi in città e ancora su e giù per le vie di quel paesino sperduto dove alloggiavamo.  Io sentivo un po’ di fastidio ai piedi e alle caviglie ma non avrei immaginato di aver due palloni alle estremità inferiori del mio corpo. Era così, …panico… Passarono i giorni e la situazione non migliorò per niente e io, che ero piuttosto preoccupata, non vedevo l’ora di rientrare per cercare qualche cura e rimettermi in sesto. La sera prima di partire ci fu in colpo di grazia, dal ginocchio al piede di tutte e due le gambe, mi comparvero due enormi macchie rosse color sangue…a quel punto pensai che ero prossima alla morte e chiamai a casa per disporre le mie esequie.piange

Poi, il giorno dopo, in quelle condizioni drammatiche, ripartii.. di nuovo corriera.. di nuovo aereo.. di nuovo il viaggio a casa. Quando i miei familiari videro le mie gambe si sentirono male anche loro e mi portarono a diritto dal dott. House, che appena mi vide diagnosticò un problema di circolazione e mi dette dei farmaci da prendere. Io mi curai per qualche giorno ma le cose non miglioravano per niente, allora tornai dal dott. House che mi confessò che non ci capiva nulla di cosa avessi e ipotizzò un’infiammazione a qualche articolazione della caviglia; altri farmaci, stavolta gli antiinfiammatori..altra cura.. stesso risultato di prima: nulla! Non guarivo!  Terzo viaggio dal dott. House che a questo giro scosse la testa confessandomi che non sapeva proprio come aiutarmi.. si mise lì a pensare..tutto assorto… e poi esordì dicendo: “ Via.. ti do un preparato che di certo ti farà bene, prendi queste pasticche mattina e sera e vedrai che guarisci!”.. Ecco qui la foto della scatola delle pastiglie.

curcuma1

In effetti dopo la seconda pasticca io guarii… Tutti i malanni per incanto passarono! Miracolo! Oddio, non ho mai saputo che malattia avessi avuto, ma in fin dei conti che importa, guarire son guarita e questo è l’importante.

Beata curcuma! 23

[post dedicato ai miscredenti (come Sestante) che dubitano delle proprietà della curcuma]

La curcuma

curcuma

Nell’ Epifania si celebra la visita dei Magi al Bambin Gesu’. Sapete che,  secondo alcuni storici i Re Magi non portarono oro ma una polvere di color giallo intenso che senz’altro era la Curcuma? Infatti già in quei tempi era considerata sostanza salvavita e quindi molto  preziosa  Ed è ovvio fosse così; a Gesù, vissuto sempre in povertà, l’unico a scacciare i mercanti dal Tempio,  l’unico a non accumulare ricchezze, del vile metallo aureo non importava proprio nulla. E, quindi, probabilmente i doni furono Curcuma, Incenso e Mirra, tre piante medicali considerate miracolose già a quel tempo;e che adesso sono tornate prepotentemente di moda.  Vediamone in dettaglio le proprietà, soprattutto quelle della curcuma.
LA CURCUMA: è la base del curry; si sa che è una radice con fortissimo potere antinfiammatorio e antitumorale ma poi…

È un potente alimento per il cervello. Se sei un’amante della cucina indiana, questa notizia ti farà davvero felice. La curcuma può infatti rallentare l’invecchiamento delle cellule cerebrali. Senza per forza dover parlare di gravi malattie degenerative del cervello , possiamo dire che la curcuma può offrirti un valido aiuto per mantenere il tuo cervello sano e attivo!

La curcuma è uno degli ingredienti più potenti per la lotta contro il cancro.
È persino più potente della vitamina D in questo. La regina delle spezie inibisce la riproduzione delle cellule tumorali ed è anche un anti-angiogenesis, ovvero contribuisce a bloccare la crescita dei vasi sanguigni cancerogeni.
Basterebbe solo questo per definirla una vera superspezia! Ma anndiamo avanti…

La curcuma è anche alleata del cuore grazie alla curcumina, una sostanza che combatte le malattie cardiache. Rafforza il rivestimento dei vasi sanguigni, attraverso la curcumina riduce inoltre i livelli di colesterolo. Utilizzare la curcuma per insaporire i pasti può essere quindi un metodo davvero molto facile e anche gradito di ridurre significativamente i rischi di malattie cardiovascolari.

La curcuma è anche il segreto per la perdita del peso! Ebbene sì! Le proprietà anti-angionesis possono anche contribuire alla perdita di peso in quanto viene inibita la capacità delle cellule adipose di assorbire sostanze nutritive. Inoltre la curcuma stimola la cistifellea nella produzione degli acidi biliari: per tutti questi motivi la curcuma migliora le nostre attività digestive, prevenendo, tra le altre cose, gonfiore e flatulenza. Questo non significa che sia un bruciagrassi miracoloso, semplicemente significa che vi aiuterà a mantenere il vostro peso dopo aver bruciato grassi durante le vostre doverose attività fisiche!

Le proprietà antibatteriche e antivirali della curcuma rafforzano il sistema immunitario: insomma, un vero toccasana e rimedio naturale per la prevenzione dei fastidiosi raffreddori e influenze stagionali. La curcuma è capace di moderare i livelli di insulina e glucosio nel sangue, prevenendo l’insorgere del diabete di tipo 2

Per secoli la curcuma è stata utilizzata per il trattamento di tagli, ustioni e ferite: tutto grazie, come sempre, alla curcumina in essa contenuta. Le sue qualità antinfiammatorie e antisettiche la rendono un ottimo disinfettante naturale e cicatrizzante.

La curcuma può anche aiutare a riparare le cellule della pelle danneggiate e a prevenire altre malattie della pelle come la psoriasi. In India vendono anche bende alla curcuma!

Ti mantiene raggiante! Le potenti proprietà antiossidanti della curcuma ne fanno anche una perfetta alleata per la cura del viso, per il suo nutrimento e la sua esfoliazione. Rallenta i danni alle cellule cutanee, può alleviare condizioni della pelle come acne e secchezza.

Come se non bastasse, la curcuma allevia i dolori di stomaco e, in generale, regolarizza le funzioni gastriche. Non solo: può alleviare stati come diarrea e stipsi.

La curcuma è anche alleata della bellezza dentale! Nonostante sia coloratissima, la curcuma è un ottimo rimedio naturale per sbiancare i denti! Può suonare ridicola l’idea di spalmarsi la curcuma sui denti… ma funziona! Provare per credere! Non solo aiuterà spazzare via le macchie ma le sue proprietà anti-infiammatorie e antimicrobiche possono contribuire a migliorare la vostra salute orale, uccidendo i germi e lasciando la vostra bocca pulita e splendente.

Incredibile, vero? 🙂

E per finire il discorso del Re Magi:

2)L’ INCENSO; viene usata moltissimo in fitoterapia per curare artrosi, artrite ma soprattutto gravi patologie intestinali quali il Morbo di Crohn e la Colite ulcerosa.

3)LA MIRRA : e’ una resina da cui derivano alcuni anestetici;al tempo dei Romani veniva molto usata come antidolorifico . Il Mirrato ,ad esempio, era il Vino che il soldato romano offrì a Gesu’ sulla Croce per lenire i suoi dolori.

 

E con questo per ora ho finito. Buona serata a tutti.