Cavolata variopinta

cavolata variopinta.jpeg

 

Oggi ho voluto fare un esperimento 😉 Avevo dei broccoli e una vaschetta di cavolfiore di 3 colori: viola, giallo e bianco. Ebbene, ho scottato per pochi minuti le cimette di cavolfiore e broccoli in acqua bollente salata, poi le ho lasciate raffreddare, intanto ho steso una confezione di pasta sfoglia in una teglia, l’ho salata e bucherellata con i rebbi di una forchetta, poi ho aggiunto le verdure e ho insaporito il tutto con una grattata di noce moscata, una spolverata di parmigiano grattugiato, qualche pezzettino di pomodoro secco sottolio e infine l’ho messa in forno caldo ventilato a 180° per qualche minuto, solo il tempo di far gonfiare la pasta sfoglia. E’ stata davvero una bella pensata e i commensali hanno gradito molto. Un piatto salutare e anche molto scenico 😉

Ecco fatto! yes

Buon venerdì a tutti

Torta di mele senza burro né latte

torta di mele.jpeg
[Torta di mele senza burro e senza latte]

Ingredienti:

2 uova

12 cucchiai di zucchero

12 cucchiai di farina

12 cucchiai di olio di semi

12 cucchiai di latte di soia (o di riso)

una bustina di lievito

una scorzetta di limone grattato

1 bustina di vanillina

2 mele tagliate a dadini e una mela tagliata a fettine.

Procedimento.

Mescolare bene tutti gli ingredienti, cominciando da uova e zucchero e aggiungere via via il latte, l’olio, la farina, il lievito, la scorza di limone, la vanillina e infine la farina.

Quando l’impasto è ben omogeneo inserire la mela a cubetti e travasare in una tortiera rivestita di carta forno.  Le fettine di mele vanno sistemate sopra l’impasto, per decorazione e vanno cosparse con un pochino di zucchero (io uso quello di canna).Cuocere in forno per una quarantina di minuti a 180°.

Semplicissima, salutare e molto buona. Non serve nemmeno la bilancia e gli ingredienti sono sempre a portata di mano in tutte le dispense, non c’è da andare a fare spesa..

Indicata in special modo per chi è intollerante al lattosio, ma anche per le merende dei bambini e per la colazione dei grandi..oltre che per accompagnarla ad una tazza di the nel pomeriggio. 16

Io l’ho appena sfornata, eccola lì 😉

Buon giovedì a tutti.

 

 

Focaccia… col cavolo!

45192602_2112831615699416_4312792088883232768_n

Ingredienti:

Cavolo cappuccio: 400 g

2 confezioni di pasta sfoglia già pronta

Speck: 150 g

Provola affumicata: 100 gr

acqua un bicchiere scarso (oppure brodo vegetale)

olio e sale q.b.

Procedimento:

Si taglia il cavolo a listarelle sottili e si mette a stufare in una padella coperta,  a fuoco medio, con l’olio, il brodo  e il sale  finché non si ammorbidisce e si asciuga dal liquido di cottura. Ci vorranno circa 20 minuti, ma alla fine è meglio assaggiare per assicurarsi che sia tenero. Nel frattempo che il composto intiepidisce si accende il forno a 180 gradi e si prepara la teglia rivestendola con la carta da forno e sistemandoci una base di pasta sfoglia. (io uso la carta della confezione della sfoglia al posto della carta forno). Sistemata la sfoglia va bucherellata qua e là con una forchetta, poi sopra ci si stende il cavolo, la provola a fettine e infine lo speck tagliato a listarelle. Finito di posizionare il ripieno si piazza sopra il secondo disco di pasta sfoglia, che andrà bucherellato anche questo, salato qua e là e irrorato con un sottile strato di olio. Terminata la preparazione della focaccia, sistemate la teglia nel forno caldo e cuocere a 180° per una quarantina di minuti, in modo che il sopra si colorisca un po’.

E’ davvero ottima,  provare per credere! Volendo si può aggiungere all’impasto del parmigiano grattugiato e anche della pancetta tagliata a cubetti (che andrà messa ad inizio cottura). Io la trovo appetitosa sia calda che fredda, servita sia come antipasto, che come secondo o contorno.. direi che è una pietanza davvero versatile. Alla pasta sfoglia si può sostituire la pasta lievitata e in questo caso si può anche cuocere in padella, che viene buona lo stesso.

Torta salata con il radicchio

torta salata

Ingredienti:

1 disco di pasta brisèe (a me piace anche con la pasta sfoglia)

200 gr di provola affumicata

50 gr di pancetta (affumicata)

100 ml di panna fresca

2 uova

2 piccoli cespi di radicchio rosso

2 scalogni

mezzo bicchiere di vino bianco secco

3 cucchiai di olio

sale q.b.

Preparazione: tritare gli scalogni e separatamente anche il radicchio. Scaldare in una padella antiaderente l’olio e far rosolare gli scalogni per 5 minuti, poi unire il radicchio, salare e cuocere ancora 3 minuti a fuoco alto.  Foderare una teglia rotonda di 26 cm di diametro con un foglio di carta da forno e poi adagiarvi la pasta. Bucherellare il fondo con una forchetta e dopo aggiungere la pancetta tagliata a dadini piccolissimi, il radicchio e la provola affumicata.  A questo punto rompere le uova in una terrina e mescolarle con la panna, unire il sale e versare il composto nella tortiera, sopra al ripieno con il radicchio. Cuocere in forno 25 – 30 minuti a 190° e buon appetito.   E’ottima.

 

Sformatini di zucchine

sformatini

Dosi per 4 persone

  • 4 o 5 zucchine chiare di media grandezza
  • uno spicchio d’aglio
  • una confezione di crema di tofu ( 150 gr. circa)
  • 3 uova
  • parmigiano grattugiato
  • noce moscata
  • burro e farina per gli stampini
  • olio e sale q.b.

Preparazione

In una padella far rosolare uno spicchio d’aglio, poi aggiungere le zucchine tagliate a rondelle, coprire con il coperchio e far cuocere a fuoco medio per una decina di minuti. Intanto in una terrina sbattere le uova e aggiungere il tofu, il parmigiano, la noce moscata e il sale. Quando le zucchine sono pronte lasciarle intiepidire e poi passarle nel mixer per ridurle in poltiglia ( a me piace vedere i pezzettini verdi quindi non esagero nella macinatura). A questo punto riunire gli ingredienti nella terrina e, dopo aver mescolato il composto per qualche attimo, trasferirlo negli stampini precedentemente imburrati e cosparsi di farina.  Posizionare in forno caldo e lasciar cuocere a 180° per 40 minuti.

Una volta pronti basta capovolgere gli sformatini nel piatto da portata e, se si vuole, si possono anche decorare e insaporire, per esempio aggiungendo della crema di gorgonzola ottenuta facendo sciogliere il formaggio a bagnomaria.

Questa ricetta l’ho inventata io un giorno in cui dovevo riciclare un avanzo di crema di tofu, ma è davvero molto buona e ve la consiglio; utile anche a chi deve evitare le besciamelle e i latticini in genere.

Buon sabato 🙂

Pane alla curcuma

pane-alla-curcumai

Pane alla curcuma

Ingredienti:

  • 400 gr. di farina tipo 0
  • 240 gr. di acqua tiepida (o latte)
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato
  • 50 gr. di olio buono
  • 5 gr circa di curcuma

Preparazione:

Mettere la farina in un contenitore abbastanza grande, unire il lievito, l’olio, aggiungere poco alla volta l’acqua tiepida ed infine la curcuma, poi lavorare il composto (meglio usare dei guanti usa e getta per non colorarsi le mani)  fino a farlo diventare omogeneo ed elastico; a quel punto trasferite l’impasto su un piano da lavoro infarinato e continuate a lavorare ancora un po’, picchiandolo anche a più riprese sulla superficie di appoggio.

Rimettete l’impasto nel contenitore infarinato, coprite con un canovaccio umido e fate lievitare in luogo tiepido per 30 minuti.

Intanto foderate con la carta da forno una teglia, sistemate dentro l’impasto e fate lievitare in forno spento ancora per 1 ora circa,, anche un po’ in più.

Accendete il fono a 180°C infornate il pane nel forno caldo e cuocete per circa 30 minuti, fino a quando la crosta sarà bella dorata.

A parer mio è buonissimo e poi  abbiamo già detto a più riprese che la curcuma fa bene, quindi… 😉

P.S. io non metto né sale e né zucchero nel pane, ma vedete voi…

Pasta alle verdure

pasta-alle-verdurine

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 carote,
  • un porro,
  • uno zucchino, (detto in toscano, altrimenti una zucchina 🙂 )
  • mezza cipolla
  • due uova,
  • un pochino di burro,
  • salsa di soia
  • 300 gr (circa) di pasta
  • olio piccante (oppure olio evo + peperoncino)

Procedimento:

Per prima cosa si tagliano tutte le verdure alla julienne. In un padella  si  mette l’olio e il porro e si fa stufare circa 5 minuti, finché non si è intenerito, poi si aggiunge la cipolla, sempre mescolando a fuoco dolce. Dopo qualche minuto si inseriscono tutte le restanti verdure, si sala, si aggiunge il peperoncino e si lascia cuocere lentamente per un’altra decina di miniti (se sono verdure tenere e fresche il tempo di cottura si riduce). Ne frattempo, in un padellino si cuociono le uova con un pochino l’olio, si aggiunge sale e si gira con un mestolo per  ottenere una specie di stracciatella.  Quando la pasta è cotta, si scola e si aggiunge alla verdura insieme alle uova strapazzate e alla salsa di soia, un paio di minuti di mantecatura a fuoco alto e il piatto è pronto!

Buon appetito 🙂

Ravioli cinesi

ravioli3

Ingredienti per la pasta:
400 gr di farina
200 ml di acqua
Un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:
Due ciuffi di cipollotto (la parte verde)
Mezzo cavolo verza (piccolo)
180 gr di carne macinata di maiale
Un cucchiaino di zenzero (o curry )
Due cucchiai di salsa di soia
Un pizzico di sale

Procedimento.

Iniziare impastando la farina con l’acqua e il sale fino a formare un panetto che lascerete riposare sotto un panno.
Tagliare finemente i ciuffi di cipollotto e il cavolo verza e metterli in una terrina abbastanza capiente con il macinato ed iniziare a mischiare bene il tutto. Aggiungere poi lo zenzero  (se non lo avete ho scoperto che va benissimo anche sostituirlo con un cucchiaino di curry), la salsa di soia, il sale e mescolare bene.
Poi passare il mixer nel composto per ridurlo più omogeneo (n.b. il mixer serve per evitare che rimangano pezzi grossi di cavolo, ma il composto non deve diventare una poltiglia troppo fluida altrimenti si perderanno in parte i singoli sapori).
Appena finito, riprendere il panetto di pasta e staccare delle piccole dosi di pasta grandi quanto noci, posizionarle su un piano leggermente infarinato e stenderle con un mattarello fino a creare la forma di un cerchio (meglio se la forma è leggermente ovale). Mettere una piccola quantità di composto sul cerchietto di pasta e chiuderlo in modo da creare il raviolo. Fare lo stesso procedimento con tutti gli altri ravioli.
Mettere a scaldare l’acqua e non appena bolle inserire i ravioli, un po’ alla volta. A quel punto, lasciarli cuocere finché non tornano a galla per qualche minuto.

Poi, prendere i ravioli e servirli accompagnati o con un filo di salsa di soia o un pochino di burro, a piacimento.
Buon appetito!

Buon mercoledì a tutti. 🙂