Rivoluzione

Rivoluzione

Ho visto una formica,
in un giorno freddo e triste,
donare alla cicala
metà delle sue provviste.

Tutto cambia: le nuvole,
le favole, le persone…
la formica si fa generosa…
è una rivoluzione!

Gianni Rodari

Secondo voi qual è la filosofia di questa poesia di Rodari? Secondo me la filosofia di fondo è questa:

Antico inverno

Desiderio delle tue mani chiare
nella penombra della fiamma:
sapevano di rovere e di rose;
di morte. Antico inverno.
Cercavano il miglio gli uccelli
ed erano subito di neve;
così le parole.
Un po’ di sole, una raggera d’angelo,
e poi la nebbia; e gli alberi,
e noi fatti d’aria al mattino.

Salvatore Quasimodo

 
 
 
 

Ti Auguro Tempo

Lele

foto @ Alidada
Non ti auguro un dono qualsiasi,

Ti auguro soltanto quello che i piu’ non hanno.
Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;

se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa.

Ti auguro tempo, per il tuo Fare e il tuo Pensare,
non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.

Ti auguro tempo, non per affrettarti e correre, 

ma tempo per essere contento.
Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perche’ te ne resti:
tempo per stupirti e tempo per fidarti

e non soltanto per guardarlo sull’orologio.

Ti auguro tempo per toccare le stelle
e tempo per crescere, per maturare.
Ti auguro tempo, per sperare nuovamente e per amare.
Non ha piu’ senso rimandare.
Ti auguro tempo per trovare te stesso,
per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.
Ti auguro tempo anche per perdonare.
Ti auguro di avere tempo,
tempo per la vita. 

ELLI  MICHLER

 

http://www.donbosco-medien.de/ti-auguro-tempo/b-1/103

www.ellimichler.de
© Don Bosco Medien GmbH (casa editrice), Monaco di Baviera

[si ringrazia la figlia dell’autrice per la gentile concessione alla pubblicazione]

Grande come la terra

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso


    sei un granello di colpa

                anche agli occhi di Dio

                      malgrado le tue sante guerre

           per l’emancipazione.

  Spaccarono la tua bellezza

    e rimane uno scheletro d’amore

                    che però grida ancora vendetta

        e soltanto tu riesci

  ancora a piangere,                       
                                 
           poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,

    ti volti e non sai ancora dire

                        e taci meravigliata

       e allora diventi grande come la terra

   e innalzi il tuo canto d'amore.

                       (Alda Merini)  

Non sto pensando a niente

Non sto pensando a niente,
e questa cosa centrale, che a sua volta non è niente,
mi è gradita come l’aria notturna,
fresca in confronto all’estate calda del giorno.
Che bello, non sto pensando a niente!
Non pensare a niente
è avere l’anima propria e intera.
Non pensare a niente
è vivere intimamente
il flusso e riflusso della vita…

non sto pensando a niente,
ma proprio a niente,
a niente…

Fernando Pessoa

 


 

[immagine e poesia prese dal web]
 

Buona domenica di relax a tutti.

 

continua i’ diaccio

E’ vero quel che dice qualcuno, è bastato uno spruzzo di neve per dividere l’Italia in due..e quella linea di divisione passa proprio di qui, sotto a casa mia. 

neve a Montopoli 18

Venerdì sono partita da casa tranquilla e beata alle ore 8 e ci sono rientrata non alle 11,30 come previsto, ma dopo una miriade di peripezie, alle ore 20,30.

Ho dovuto  lasciare l’auto parcheggiata in un parcheggio ghiacciato a qualche chilometro da qui e l’andrò a riprendere non si sa bene come e nemmeno so quando ..e non mi chiedete come ho fatto a rientrare perchè non so più nemmeno quello .

Adesso ho deciso di prenderla con filosofia e di starmene in casa al calduccio..e così magari curo un po’ il blog (che ne ha bisogno.. dopo tanto LAVORARE ).

Poco fa leggevo i dialoghi dei miei amici su facebook e non ho potuto fare a meno di mettermi a ridere! Vi riporto alcuni stralci:

“straniero con targa principato in difficoltà sul cavalca-ferrovia a ‘La Rotta’ creando una coda disumana…mossi da compassione abbiamo iniziato a spingerlo per mandarlo avanti……ha aperto la bauliera, per appesantire il posteriore (auto a trazione posteriore)…..abbiamo visto che aveva le catene ! ! ! ! ! ! !”

….

perché il TIR olandese carico di pneumatici da neve che ha fatto dieci chilometri di coda a Staffoli? o il tizio con lo scooter che mi è cascato davanti quattro volte in dieci metri e alla quinta è finito nel fosso profondo un buon metro e mezzo? tanto che ho pensato (logicamente) che stesse effettivamente cercando di buttarsi nel fosso…”

Neve
Neve che turbini in alto e avvolgi

le cose di un tacito manto.

neve che cadi dall’alto e noi copri

coprici ancora, all’infinito: imbianca

la città con le case,con le chiese,

il porto con le navi,

le distese dei prati…..

(U. Saba)

Sì.. sì… ok, siamo tutti d’accordo che la neve è bella e dà quel quid di poetico che prima di Natale non si chiederebbe di meglio, ma ora BASTA! Il mio paese medievale non reggerà per molto. Le travi del mio tetto non sopportano tanto peso e ho paura che si spezzino nel mezzo. Le case qui hanno come minimo 100 anni e stanno ritte per miracolo. Non siamo mica tanto avvezzi alla neve noi toscani.. 

L’infinito

Giovedì andrò in gita a Recanati. E’ la prima volta in vita mia che vado a visitare i luoghi Leopardiani. Dico la verità, ho delle belle aspettative! Speriamo che i ragazzi apprezzino e soprattutto che si comportino bene. Per noi insegnanti è faticoso andare in gita e ci dobbiamo prendere molte responsabilità (niente di tutto questo viene minimamente retribuito..)..però è anche vero che insegnare è una missione e se si vuole trasmettere cultura, bisogna prima di tutto crederci noi stessi.. Guardate il manoscritto qui sotto e ditemi voi se non sentite una emozione grande….

Il Sole di entrambi

il_bacio_klimt

Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere “noi” in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.
Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l’un l’altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l’ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perché insieme è gioia…
Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.


(Pablo Neruda)