vita di paese

Oggi inauguro un nuovo tag (ovvero una nuova categoria), la intitolo "vita di paese" e credo che non ci sia bisogno di spiegazioni, intendo raccontare un po’ come si svolge la vita in un vecchio paesino toscano, dove le tradizioni sono radicate e dove tutti si conoscono e si salutano per strada. Bene… detto questo, ecco il primo raccontino, è una storiella ambientata in uno dei negozietti di qui.. raccontino che ha anche una sua morale, che sicuramente capirete da soli.

La neve sconvolge le consuetudini del paese e ci fa ripiombare indietro negli anni, tutto in una volta. Ci si ritrova a camminare a piedi lasciando ferme le auto e si va a fare spesa nei negozietti che altrimenti sarebbero quasi deserti. All’inizio della via che porta alla parte più alta del centro abitato, c’è un alimentari che quando ci si entra sembra di essere in una combriccola di Panarielli e Benigni messi insieme. Qui si dice: "Si va da Gianni!", come se Gianni fosse il nome del negozio!

 Il dialetto usato in quel contesto è rigorosamente toscano e, tanto per dirne una, ieri pomeriggio, davanti alla cassetta dell’uva c’è un cartello dove ci si leggeva: “non rufolare con le mani!” che è tutto un dire…

Quando entrai a comprare il pane c’era una fila lunghissima di gente infreddolita che conversava del tempo e rideva del cartello che il negoziante scherzosamente aveva messo sulla porta d’entrata: “Impianti di risalita aperti!”.. Beh, siamo a cento metri sul livello del mare e vicini alla Versilia .. quindi un cartello del genere non può far altro che farci ridere. Tra le persone della fila, in attesa di essere serviti, c’era pure la barista del bar del centro. Si era messa anche a sedere su una seggiola per stare più comoda e si vedeva lontano un miglio che era tutta contenta anche perchè rideva mentre parlava a Giannii: “Sai.. stamattina alle 10 avevo già venduto 2 vassoi di paste…!.. Vedi, la gente oggi non può prendere l’auto per andare al supermercato, quindi va bene a noi dei negozietti di paese!”.. Gianni ascoltava mentre tagliava il salame di cinta senese e annuiva sorridendo.. “ E’ vero, Franchina, questa neve ci voleva proprio..e speriamo che nevichi un po’ più spesso! Alla faccia dei mercati, dei supermercati e degli ipermercati!”. 

Come dice il proverbio: a buon intenditor poche parole!