pomodoro2 – la vendetta

A proposito del post sui pomodori, (questo qui) devo dire che Madre Natura è ingiusta!
Guardate qui che cosa mi ha combinato… 

  pomodori
  

 

Stamani ho colto questa meraviglia! 700 grammi l'uno..e non posso farvi vedere quanti sono! Ebbene, credo proprio che Madre Natura si stia vendicando e abbia deciso di farmi cambiare idea. Come si fa a pensare di non coltivare più pomodori in futuro, se oggi dal mio orto ricevo in regalo questo miracolo del creato? 

Firenze

Ieri Firenze era magnifica. Il cielo era di un azzurro così intenso che a dipingerlo avrebbe potuto sembrare finto e le nubi chiare, arricciate dal vento di mare si rincorrevano a formare giocosi merletti.

Firenze

L’aria era tiepida e piacevole e si portava dietro i profumi più disparati: da quello delle carni arrostite sulla brace che usciva dai ristoranti tipici di qui, a quello di vaniglia che cospargeva le cialde calde, pronte per essere ricoperte di gelato delizioso.

Tanta tanta vaniglia in quella piazza della Signoria piena zeppa di turisti.

 

Firenze

Non sembrava Agosto ieri a Firenze, mancava la canicola e i negozi erano tutti aperti e vendevano come non mai. I cartelli dei saldi facevano bella mostra di se’ nelle vetrine di Zara che sembravano opere d’arte da come erano belle e con i colori intonati. Una vetrina era rigorosamente bianco e nero, che ricordava una foto di Bresson. Si sentiva parlare inglese dappertutto, ma anche altre lingue, alcune proprio sconosciute e strane. La gente che affollava la via dei Calzaiuoli era sorridente e scattava foto ad ogni cosa. Io seguivo con lo sguardo la direzione dei loro scatti, incuriosita di quei gesti, ma non c’era nulla di particolare da inquadrare se non la normale stupenda Firenze con i suoi palazzi e la sua storia.

duomo Firenze

Mi piace come il nuovo sindaco Matteo Renzi tiene alla sua città. Mi piace lui e quel che fa: mi piace la nuova tranvia che in un batter d’occhio di porta in centro e mi piace anche l’idea di buttar giù la pensilina enorme davanti alla stazione. E poi “Matteino” (come lo chiamano qui) mi è simpatico, è sempre sorridente (cosa non da poco per i politici di oggi) e parla schietto e chiaro senza darla ad intendere. Lo vedrei bene anche in Parlamento.

Intanto però sarei curiosa di sapere chi vincerà la diatriba sul David di Michelangelo Buonarroti, se lui o il Ministro Bondi. Io sono di parte e mi schiero con Firenze: guai a chi ci tocca il Davide!

Buon martedì a tutti!

p.s. dimenticavo… le foto sono mie e scattate in tempo reale.. ma con il cellulare

estate

Carino questo logo vero? Oggi, al mio ingresso nella rete internettiana,  Google mi ha salutata con questa immagine sfiziosa e colorata. Lì per lì mi sono chiesta che cosa volesse significare e che cosa ci fosse da festeggiare, infatti avevo completamente dimenticato che da oggi inizia l’estate. E’ stato quando ho avvicinato il mouse alla palettina rossa che potuto leggere la didascalia che appariva in sovraimpressione: " Da oggi comincia l’estate".. A quel punto sono rimasta perplessa mentre il mio cervello faceva i conti per raccapezzarsi nelle date che segnano i vari equinozi e solstizi. Ebbene sì, 21 giugno solstizio d’estate! Si tratta del periodo dell’anno in cui il sole raggiunge il suo punto più alto sull’orizzonte.

Nel mio orizzonte il sole ha superato di un bel pezzo la vetta più alta del monte Serra, che è il monte più imponente del massiccio pisano (quello con tutte le antenne dei ripetitori, tanto per intendersi) e si è spostato più a destra, andando a finire sul cielo che io vedo sovrastare la piana di Lucca, alla base delle Alpi Apuane. Da domani piano piano tornerà indietro orientandosi verso il cielo che sovrasta Pisa e Livorno. Ecco, dalla mia collina la situazione è questa e, a dirla tutta, quella odierna non è una gran bella situazione  perché nella nottata siamo stati vittime di una tempesta paurosa. Ventate a raffica, fulmini e tuoni tanto che sembrava di essere nel bel mezzo di un uragano. Io ho passato la notte a cercare di salvare i miei fiori, a portare al sicuro la voliera con i pappagallini e a togliere dal terrazzo tutto ciò che poteva rimaner danneggiato.

Alle sei del mattino un fulmine è caduto con forza inaudita  e ci ha buttati tutti giù dal letto ad occhi sbarrati e con il cuore a mille! E’ stata una nottata da incubo e ora tutto il paese è senz’acqua, cioè i rubinetti non buttano più, deve essere saltata la centrale dell’acquedotto.

Beh,  oggi niente passeggiata domenicale. si sta in casa e si aspetta che passi.. e se si vuol ricordare come dovrebbe essere l’estate si va su internet.. o meglio su Wikipedia e si sorride davanti all’Arcimboldo

ci si delizia dell’estate di Giovanni Caccini al Ponte Santa Trinita a Firenze

…e poi si aspetta e si spera…

buon pomeriggio domenicale a tutti

 

Alidada

 

vacanza..

la spiaggia a settembre

 

Domattina partirò per la mia vacanza:

quindici giorni sulla riviera romagnola.

Bene, mi riposerò e mi rilasserò oziando a più non posso..

Voi, amici cari, mi mancherete!.. Ma in compenso vi porterò le foto

Buona estate a tutti.. a presto,

Alidada