maremma impelagata

Premessa: qualche anno fa, mentre passeggiavo con la borsa da spiaggia nel lungomare di Lido di Camaiore, fui derubata senza che me ne accorgessi. E’ vero che avevo una borsa di quelle di tela cerata, quindi poco resistente, ma è anche vero che la tenevo a tracolla, sotto braccio e l’avevo pure chiusa con la cerniera. Il borsello era in fondo, sotto ad altre cose per la spiaggia e sarebbe stato difficile trovarlo velocemente anche per me, che ero a conoscenza di tutto il contenuto della mia borsa. Avevo diversi soldi perché ero diretta a pagare una bolletta alla posta e fu un colpo quando lì, ferma allo sportello, cercai i soldi e mi ritrovai un bel taglio sul retro della tela cerata colorata, senza che io mi fossi accorta di niente, il portamonete era sparito. Non mi capacitavo come fosse successo perché non mi reputavo una sprovveduta, ma si vede che avevano agito con velocità e scaltrezza oltre il mio livello di attenzione.

Fatto sta che da quella volta sono rimasta un po’ traumatizzata, non ho più usato borse di tela cerata e mi sono mossa con ancor più cautela.

Ma veniamo a stamani…

Stamani ero a fare spesa alla Coop qui vicino e avevo con me una borsa in pelle (resistente ai tagli) chiusa con una bella cerniera nella parte superiore. Ero tranquilla e mi sentivo al sicuro perché nonostante l’avessi appoggiata provvisoriamente nell’alloggio dove di solito si mettono a sedere i bambini piccoli, con una mano reggevo manici e la maniglia del carrello insieme. Pensavo che stavolta, se non avessero fatto come Muzio Scevola e mi avessero eliminato la mano, (anche se, a dire il vero, mi sembra che Muzio Scevola se la mano se eliminò da solo) i ladroni non mi avrebbero fregata di certo. E mentre ero lì, assorta, chinata su un ripiano frigorifero, a leggere le etichette delle confezioni delle bracioline e degli hamburger, sento alle mie spalle una voce femminile che esclama quasi urlando: “Di chi è questo carrellooooo?” e io girandomi ad occhi sbarrati per lo stupore rispondo: “E’ il mio, perché?” Era la commessa che era scandalizzata dal mio comportamento:

” …Ma lei, scusi, è incosciente! Non si mette la borsa in questo modo…sul carrello, incustodita”. Io non capisco e a mezza voce ribatto: “Veramente la stavo reggendo con una mano e poi la borsa è chiusa con una cerniera…” Non faccio in tempo a finire la frase che tutte le donne intorno a me mi guardano come si guarda una disgraziata che ha dei comportamenti scellerati e commentano in coro: “Guardi che lei sta rischiando .. “, “Deve stare più attenta”.. e poi: “Non sa che hanno le mani leggere?” e sottolineavano: “…hanno le mani leggere… basta un attimo e la borsa sparisce!”. Sembrava parlassero di fate ignoranti e truffaldine. Come se fossero aliti di vento, si potevano insinuare tra le tue cose e con un soffio magico portarti via i tuoi amati beni.

Io, che più volte ho anche avuto l’incubo di perdere la borsa in un supermercato, mi sono sentita proprio scema! Ho preso la mia borsetta e me la sono messa sotto braccio stretta stretta, come se fosse la cosa più preziosa che ho mai avuto. E pensare che non avevo nemmeno 10 euro nel borsello! Ma i documenti e il bancomat sì, li avevo e se li perdevo (magari anche insieme al cellulare) non avrei saputo come fare. Idiota scellerata!

Da ora in poi giuro che mi comporterò come quella signora della foto qui in alto: borsa extra-resistente, a tracolla sotto braccio, ben stretta, chiusa con la cerniera (meglio con un lucchetto) e magari con un geolocalizzatore a corredo!

“Oh maremma impelagata!” dico io! (con un’imprecazione toscanaccia che manda a quel paese il popolo e il paese!) Magari ora mi comprerò una piccola cassaforte a prova di tutte le maledette “mani leggere”..e amen! E poi, visto che ci siamo, perché non farsi anche un tatuaggio come la ragazza della foto, a forma di Rapporto Aureo (fantastico!), … 😉

Dai, abbondare è sempre meglio che deficere..o no? 😉

Pubblicato da

Alidada

sono qui, nel mio spicchio di cielo

66 pensieri su “maremma impelagata”

  1. Invece di continuare a depenalizzare il codice, come avviene da anni, qualsiasi sia il colore di governo, bisognerebbe incominciare a mettere i delinquenti in galera ma non lì a oziare, ma a faticare a rischio di far loro scavare buche-riempirle e riscavarle.
    Con questo i delinquenti ci saranno sempre, proviamo però almeno a ricordare che chi sbaglia paga, non come mi capita di leggere: Arrestato, denunciato e rilasciato!!!!!
    Quella volta che mi hanno rubato il portafoglio sono andato a denunciarlo unicamente perchè serviva un pezzo di carta timbrato per rifare tutti i documenti.

    Piace a 3 people

  2. Nel supermercato che frequento le donne non ci vanno con la borsa, ci vanno in tuta, in pyjama, in vestaglia, con le ciabiatte ai piedi oppure con le pantofole, la carte di credito ed i documenti nella tasca. Nessun mi crede quando racconto che le donne si vestono in Italia per andare a fare la spesa! 😉

    Buongiorno Alidada!

    Alex

    Piace a 1 persona

    1. ma davvero? Non ci posso credere! Io mi cambio e mi vesto al meglio per andare al negozio…qualsiasi negozio, anche quello sotto casa. E anche le altre donne come me, forse perché siamo “provinciali” 🙂 non so..
      Buonanotte a te Alex 🙂

      "Mi piace"

  3. Si purtroppo al giorno d’oggi non si è sicuri da nessuna parte, la delinquenza incalza e qui m8 aggancio al commento del tuo folliwers Guido Speranza: ma se sapessero che rischierebbero di brutto io son sicura che almeno in parte di delinquenti in giro ve ne sarebbero di meno 😌. Buona serata 😉

    Piace a 1 persona

    1. a me non è successo niente di niente..ma a sentir le donne (commessa compresa) sembrava che tutti i giorni qualcuno venisse derubato. Io avevo letto sui giornali dei furti sulla auto nel parcheggio (è successo spesso), ma non credevo che succedesse così di frequente dentro al supermercato.

      Piace a 1 persona

      1. Io che da una vita vado dentro i supermercati non ho mai sentito personalmente di furti interni (possono esserci stati ovviamente , ma credo siano eventi rari). A volte le persone sono impaurite da quella che viene chiamata “delinquenza percepita” che mai corrisponde alla realtà. Basta che ci siano degli extracomunitari fuori dai supermercati e molti immaginavo chissà quali furti. La realtà è che in questi anni i furti sono diminuiti, nonostante le persone siano state indotte a pensare all’opposto.

        Piace a 2 people

        1. Forse il fenomeno dei rubamenti è legato di più al fatto che noi donne portiamo borsette… Anche alla Conad di San Vincenzo appena entravo mi ammonivano con “occhio alla borsetta!”. Comunque è vero quel che dici, la “pericolosità percepita” è di gran lunga peggiore di quella reale

          Piace a 1 persona

          1. alla conad di San Vincenzo? Boh, non credo ci sia mai stato un furto interno, ed a Barbara non hanno mai detto di stare attenta alla borsetta. Poi un ladro deve essere particolarmente scemo per rubare una borsetta dentro ad un supermercato … fuggire mica è agevole. Il vero ladro aspetta all’aperto … ma non ci sono più i ladri professionisti di un tempo 😜

            Piace a 1 persona

            1. No, non rubano la borsetta, rubano DALLA borsetta. Inoltre le corsie tra i bancali all’interno, spesso sono deserte, per poco magari, ma lo sono.
              Ideali, meglio dei piazzali.
              Ora io non sono una donna, e non penso proprio nemmeno di sembrare tale, eppure mentre ero intento a scegliere da un bancale, c’è stato il tizio che tentava di infilare la mano… M
              Modestamente ho una buona visione periferica sviluppata in anni di arti marziali, il tipo ha ritratto la mano veloce e altrettanto veloce è svanito. Fossi intervenuto in qualsiasi modo menandolo o accusandolo, mi mancavano prove-contro evidenti. Sarei finito io nei guai!!!! Perchè io ho qualcosa da perdere, loro – i borsaioli – no.
              Conclusione: i borsaioli ringraziano il suo ottimismo, gentile andream. Auguri!

              Piace a 2 people

              1. vabbè, io tutti questi furti dentro i supermercati non li ho mai visti … e comunque perché mai lo doveva menare? Non mi piace la violenza e non la giustifico, a meno di non essere in vero pericolo (o per difendere chi è in pericolo), sicuramente non per un borseggio.

                Piace a 2 people

                1. Ovvio che se tu l’avessi fatto saresti passato dalla ragione al torto e fortunatamente ti sei astenuto da tali azioni. Ma non vorrei essere frainteso, non sto facendo il processo alle intenzioni, solo dire che in generale la violenza è sempre sbagliata a meno di non trovarsi in situazioni estreme.

                  Piace a 2 people

                2. Vero, ma una cosa è incazzarsi verbalmente altra cosa picchiare un altro. Io sinceramente non trovo nessuna scusante per chi reagisce violentemente per episodi di microcriminalità, tanto più quando chi reagisce è un praticante di arti marziali.

                  Piace a 1 persona

          2. Io ovviamente mi riferisco ai posti che conosco bene, toscana e veneto, dove la microcriminalità non è certo così diffusa. Ecco perché sono rimasto stupito dalla reazione della commessa della coop. Poi ovviamente ci sono zone d’italia dove le cose vanno ben diversamente. Più una zona è povera più aumenta la microcriminalità , ma la toscana non fa certo parte delle regioni più povere d’italia.

            Piace a 1 persona

            1. qui è la “Toscana forte” ..il comprensorio del cuoio, tanto lavoro e tanta gente di tutti i tipi, con le problematiche che ne scaturiscono (specialmente quando il lavoro diminuisce). Guarda ti prendo uno a caso: un omaccione grande e grosso che lavora a scuola, poco tempo fa è andato al supermercato a Empoli (in pieno centro) con il borsetto e lo ha appoggiato proprio come avevo appoggiato la mia borsa sul carrello…ebbene, in un attimo gli è sparito tutto e non l’ha più trovato. A mio figlio gli sono entrati in casa e gli hanno rubato vestiti e pure le scarpe… (quelli li ha ritrovati, ma …insomma)

              "Mi piace"

    1. probabilmente qui c’è gente che muore di fame… o che ha il vizio di rubare anche se non gli manca niente…chissà (avevo sentito dire dei furti sulle auto nel parcheggio ma non sapevo dell’interno del supermercato)

      "Mi piace"

      1. consigliera in comune, che miseria, neanche un misero vitalizio, la politica deve essere un’occasione anche per le femmine, fatti mettere a capo di qualche partitino al 2% con la scusa che lo porterai al 30% e affossa la meloni che viene scelta proprio per l’essere unica femmina, messa lì da quei bei furbacchioni che ogni volta vedi alle sue spalle

        Piace a 1 persona

  4. Beh, meno male che tutto sia finito bene. Puoi essere contenta che le altre signore siano state così premurose da preoccuparsi per te e per la salvezza della tua borsa! E poi ci lamentiamo che non ci sia più rispetto per il prossimo! 😉 Quelle signore si sono preoccupate per te e hanno voluto allertarti contro i pericoli della Coop! Meglio aver paura che avere il danno, come si suol dire!
    https://viracconto1.blogspot.com

    Piace a 1 persona

  5. Qualche anno fa, mentre scendevo le scale per andare a prendere la metropolitana, mi vedo venire incontro un signore che dice: Ma non vede che la stanno derubando?. Io avevo una borsa a tracolla con diverse cerniere, e le mani occupate da due sacchetti della spesa. Beh, grazie a quel signore il ladro è scappato, ma la borsa aveva tutte le cerniere aperte e io non mi sono nemmeno accorta di avere vicino una persona, altro che qualcuno che mi toccava la borsa. Hanno mani leggerissime, appunto!

    Piace a 1 persona

  6. Oltre il tuo post ho letto gran parte dei commenti e mi chiedo come mai a fronte di tante parole di tante persone, ci sia solo la tua testimonianza diretta e poi è tutto un sentito dire o letto di fatti e misfatti.
    Una cosa certa è che un ladro ama la vita e la libertà molto di più di chi non la mette in pericolo. Va bene un bus affollato o la posta piena di gente, ma con il covid, dove tutti stiamo a debita distanza se uno si avvicina oltre il metro ….
    Io al momento ho una media simile alla tua, solo una volta da che vivo, mi han portato via il portafogli, nel 1975 per essere esatti.
    Mi è capitato di lasciare l’auto con i vetri abbassati e la radio in bella vista e ritrovare auto e accessori intatti dopo 10 ore. Ho dimenticato su panchine diverse volte la macchina fotografica, una volta una cinepresa e 5 o 6 volte al bar il telefonino … non mi chiamo Gastone ma ho sempre ritrovato tutto.
    Ah una volta (1990 +o-) mi han svuotato la cantina prendendo conserve di pomodoro, olio, vino, detersivi e una valigia per contenerli. Penso che chi li ha presi avesse problemi di sostentamento. Ancora adesso la porta mia cantina non è aperta, ma la chiave è nella toppa della serratura.

    Piace a 1 persona

    1. è capitato varie volte anche qui che qualcuno si è introdotto in qualche cantina alla ricerca di cibo e si sia portato via delle provviste.. che tristezza, vero? Non dovremmo mai raggiungere dei livelli così bassi, che la gente è costretta a rubare perché muore di fame

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...