Il mondo delle favole

Un paio di giorni fa stata a The Mall, l’outlet fiorentino delle grandi firme. Sono passati almeno due anni da quando ci andai l’ultima volta, ma forse credo sia passato ancora più tempo. Devo dire che il sito è cambiato molto e si è ingrandito fino al punto di diventare una piccola cittadina.

Il reparto Gucci è diventato grandissimo ed è un vero punto di interesse per tutti quelli che capitano lì, cercando articoli firmati, ma con un po’ di sconto.

Io sono andata per mia figlia che voleva delle scarpe confortevoli e l’ortopedico le aveva consigliato le Hogan, per cui siamo stati da Tod’s (prima foto a sinistra in alto).

Ebbene, scarpe acquistate e non solo le Hogan ma anche le Tod’s (che fai, se una volta vai, non te ne compri almeno due paia?). Lo sconto è alto perché ad esempio le Tod’s da 490 euro sono costate 265.. Prezzo più basso per le Hogan che le puoi avere alla “modica” cifra di 176 euro, scontate di circa il 40%.

Infine che fai? Una borsetta Michael Kors a 109 euro non ce la metti? Strisci la carta e via…

Beh, poi basta, che si era già superato di gran lunga il budget.

Comunque sia non crediate che non ci siano acquirenti! Arrivano auto e pullman carichi di persone provenienti da tutte le parti, arrivano tutte con il borsello pieno e vanno via con sacchi e sacchi di roba. E’ vero che tanti sono stranieri, ma ci sono anche moltissimi italiani.

Un vero e proprio mondo delle favole, distante enormemente da quella che è la mia vita di tutti i giorni. Passeranno come minimo altri due anni prima che ci ritorni.. “se” ci ritorno!

Pubblicato da

Alidada

sono qui, nel mio spicchio di cielo

25 pensieri su “Il mondo delle favole”

  1. Le grandi firme non mi interessano. Per me la vera moda é quella che invento io. Mi piace essere diversa e non voglio indossare borse , scarpe ed oggetti che mi rendono uguale alle altre donne. Sono una donna di altri tempi e ad alta voce dico: Viva i mercatini rionali.

    Piace a 1 persona

  2. Non ho mai speso molto per il mio abbigliamento, scarpe comprese o borse che uso poco. I vestiti, anche quello da sposa, li ho quasi tutti fatti da me (il Burda insegna). Ho speso per i viaggi (soprattutto in gioventù, prima del matrimonio), per i libri, per i materiali di pittura. Ognuno ha il diritto di fare le proprie scelte, in base alla propria “borsa” e alle proprie esigenze. L’unica cosa che mi chiedo è: perché fare grandi sconti a fine stagione (visto che comunque al giorno d’oggi la moda quasi non esiste più) non sarebbe stato meglio esporre prezzi più contenuti prima? Per esempio, qui da noi in un negozio erano esposti scarponcini da cavallerizza, della Fouganza, in fior di pelle e molto ben fatti, alla modica cifra di 20 euro, quando prima ne costavano 189. Non è una presa per i fondelli?

    Piace a 2 people

    1. eh sì… c’è da dire però che The Mall è un outlet tutto l’anno. Ci si trovano prodotti meno recenti e tolti dalle boutique. Non sono solo sconti stagionali. A parte questo, anch’io non ho mai acquistato niente di costoso di vestiti e accessori, mi servo sempre nei grandi magazzini o al mercato. Era mia figlia che doveva comprare scarpe apposite per i suoi problemi ai piedi

      Piace a 1 persona

  3. Io non ci sono mai andata, ma mi riprometto di continuo di farci una scappata. Solo che per come sono fatta è impensabile che io possa andarci nel caos del fine settimana, e prendere una mezza giornata di ferie per lo shopping non è nelle mie corde 😀

    Piace a 1 persona

  4. Prima degli outlet c’era, almeno qui, una piccola catena di negozi che vendeva i grandi marchi a prezzo stracciato, visto che i negozi vip allora non facevano saldi perché non era elegante. Cerano ancora le lire nel 1990, e ricordo di aver comprato delle scarpe viste a Verona al prezzo di 350.000 £, a sole 52.000 £, poco più di 1/7 del loro prezzo, ma allora, come detto, non c’erano gli outlet. Bei tempi.
    Oggi trovo molto più bello fare compere al mercato e illudermi di avere un grande potere d’acquisto 😉

    Piace a 1 persona

      1. eppoi c’è il rapporto umano. Ieri andando a comprare le uova dico a Luigi (il venditore) “Hai visto chi c’è il 24 a Brescia?” e lui i risponde “Si, i Jetro Tull” e ci scambiamo un po’ di pareri. Mia moglie mi fa “Ma conosci così bene tutti i venditori?”. Anni fa ero andato al mercato alle 7 del mattino, lui stava ancora addobbando la bancarella e dall’autoradio usciva la musica dei Led Zeppelin a tutto volume, a quel punto 1+1 = … 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...