Alla Conad

Prima della pandemia andavo sempre a fare spesa alla Coop. Qui in Toscana, dove abito io, la Coop è una certezza, nel senso che Unicoop Firenze è una bella catena di supermercati di alimentari (e non solo) dove trovi tutto al giusto prezzo e per me è sempre stata una consuetudine. Ma con l’avvento della pandemia le mie esigenze sono cambiate e, di conseguenza, ho dovuto modificare anche il mio modo di fare la spesa.

Intanto diciamo che la Coop è fuori dal mio comune e, come si sa, con le zone rosse ci sono delle seccature in più a spostarsi più lontano da casa e poi quei supermercati sono grandi e più affollati, quindi c’è maggior rischio di contagio. Senza dire che nel parcheggio molte volte trovi lunghe file di gente in attesa perché gli ingressi sono controllati e scaglionati. Fatto sta che da inizio pandemia, per i miei acquisti di alimentari, mi reco alla Conad, che poi è un piccolo supermercato, l’unico che si trova  all’interno del mio comune.

Anni fa avevo sempre evitato la Conad un po’ perché ci trovavo spesso genitori dei miei alunni e tra i saluti e le domande, mi toccava stare lì per dei tempi interminabili, poi c’è da dire che avevo notato che i prezzi erano un po’ più alti e non mi sembrava conveniente. Però da un annetto ho scoperto “ordina e ritira in negozio” e allora mi metto qui al pc, volantino delle offerte alla mano e utilizzo il sito Conad per ordinare la spesa online e passo a ritirarla all’ora prestabilita. Un servizio efficientissimo che mi dà modo di controllare i prezzi, di vedere bene le offerte, di ripensarci e modificare l’ordine fino all’ultimo minuto e di avere ogni volta dei buoni sconto da spendere nelle spese successive. E così tutte le settimane ordino la mia spesa e quando passo a ritirarla ho la priorità anche nel pagamento alla cassa, senza fare la fila.

La cosa buffa è che prima conoscevo i genitori degli alunni, ora che sono in pensione rispetto a questo problema sono più in incognito, ma in compenso mi conoscono i commessi e appena mi vedono arrivare corrono al box informazioni per ragguagliarmi di come mi hanno fatto la spesa, dicendomi che hanno trovato tutto quello che avevo ordinato e se manca qualcosa posso andare a scegliermi il sostituto del prodotto, che loro nel frattempo mi aspettano. Comunque la scena è comica perché dal box informazioni mandano subito un messaggio ad alta voce all’interno del negozio: “Portate la spesa di Liciaaaaa” (che Licia sarei io detto in modo molto confidenziale, senza tanti appellativi tipo signora..o il cognome..o il codice cliente 🙂 ).

Sabato scorso alle ore 12 sono andata i negozio, all’orario prestabilito nel sito e dopo la chiamata a gran voce dall’altoparlante, la commessa ha tardato qualche minuto a portarmi il carrello colmo di cibarie. Io mi sono chiesta come mai ci ha messo più tempo del solito (addirittura forse anche 6/7 minuti!), ma poi ho capito il perché infatti quando mi si è avvicinata sottovoce mi ha detto: “Sai, …avevi messo nell’ordine le alette di pollo alla durango e allora sono andata ora in gastronomia a prendertele belle calde così puoi andare a casa e gustartele al momento!” e mi ha sorriso. Io sono rimasta lì un attimo a bocca aperta come chi vede un angelo scendere dal cielo, poi le ho risposto: “Ma davvero?…Impagabile! Grazie infiniteeee!” .

Ora io mi chiedo, .. ma c’è un perché alla base di questo comportamento così esemplare?.. Eppure in tanti altri supermercati quando chiedi ad una commessa se c’è un prodotto che non trovi, oppure se è esaurito, ti senti rispondere: “Guardi da sola, quel che c’è è tutto esposto!” ..e nemmeno alzano il capo a guardarti.

Comunque sia..ohhh… tutte le sante volte che torno a casa, riempio il questionario internet del sito Conad che mi chiede com’è andato il servizio.. io rispondo sempre: “5 stelle… di lusso!” E questa volta nelle note ho aggiunto anche gli elogi alla commessa che mi consegna sempre la spesa tutta ordinata nelle buste e ha queste accortezze impagabili!.

Pubblicato da

Alidada

sono qui, nel mio spicchio di cielo

49 pensieri su “Alla Conad”

  1. Brava che hai messo l’ elogio nel sito della Conad, non è scontato che sia da tutti farlo… Un complimento fa sempre piacere a coloro che si prestano per rendere ottimale il servizio che danno, qualunque servizio esso sia, e soprattutto da un anno a questa parte che gli sforzi sono davvero tanti anche di quelle categorie e servizi che magari non utilizziamo frequentemente come può essere il supermercato 😉

    Piace a 2 people

  2. Siamo sempre lì, pur nel quadro di un’organizzazione prefissata, dipende poi dalle persone che l’attuano. C’è chi è più comunicativo, servizievole, e chi ci lavora proprio “incollato”, da farti pensare che sia lì di passaggio 🙂

    Piace a 1 persona

    1. come dice anche in un altro commento, penso che quella Conad sia affiliata ma di fatto sia un negozio privato, quindi magari ci tengono a far bene per mantenersi il posto di lavoro. Nel modo con cui operano se lo meritano eccome! 🙂

      Piace a 1 persona

  3. Il riconoscimento (la riconoscenza) degli allievi è una cosa bellissima, lo vedevo quando mia moglie veniva fermata per strada dai vecchi allievi. Anche due miei carissimi amici hanno hanno “imparato” con me, ma è diverso: erano “a bottega” in ospedale.

    Piace a 1 persona

    1. la riconoscenza degli allievi è divina! Ho notato che più sono sgangherati e più sono riconoscenti.. quelli più bravi dimostrano la loro riconoscenza in modo più distaccato..quasi freddo. Ogni poco mi sento chiamare per strada anche da lontano… “proffffff….” 😀 Che vuol dire “a bottega” in ospedale? Vuoi dire nell’ambiente ospedaliero?

      "Mi piace"

  4. Sono dei tesori le commesse del supermercato, questo vale anche per me, io ho sempre fatto la spesa al Bennet, grande supermercato vicino alla citta’ ma con la pandemia mi sono adattata e ora vado al piccolo supermarket a 100 metri da casa mia, vivo in un paese e devo dire che mi sono trovata benissimo, mi manca il gironzolare dei grandi centri commerciali ma qua trovo tutto e sono molto gentili, i prezzi sono gli stessi, bacioni cara, buona serata, ❤

    Piace a 1 persona

    1. sai che non conosco Bennet? 😦 .. Manca molto anche a me gironzolare un po’ in qualche centro commerciale.. Io andavo spesso ai Gigli, a Prato.. è fantastico..è più di un anno che non ci metto più piede. Bacioni ricambiati e una splendida serata anche a te mia cara<3

      "Mi piace"

  5. Mi sa che siamo in tanti ad avere scoperto luoghi inusuali dove fare la spesa.
    Sono un cliente e socio prestatore della Coop, ci sono affezionato. Il lookdown mi ha fatto scoprire, o meglio costretto, a frequentare supermercati dentro il perimetro comunale, Visto che qui ci sono ben 40 centri commerciali nel raggio di 25 km, i supermercati locali Carrefur, L’Dl, Md, e due che non ricordo come si choamano, non li ho mai tenuti in conto. Ebbene per un paio di volte ho fatto la spesa al Carrefur, personale gentile (in pescheria mi hanno affettato il pescespada per realizzare gli involtini) ma c’erano sempre almeno 150 mt di carrelli incolonnati, allora mi sono diretto all’MD dove avevi al massimo 3 persone in coda. La sorpresa sono stati i prezzi, una media del 30% in meno rispetto alla Coop. La prima spesa è stata di prova, uno di questo, uno di quello e uno di quell’altro. Accipicchia i prodotti erano ottimi e a prezzi umani, ora ci torno ogni 2/3 settimane per le scorte.
    Qualcosa di utile il covid ce lo ha fatto scoprire 😉

    Piace a 1 persona

    1. a Milano c’erano un sacco di Carrefur , anche vicini l’uno all’altro..e tutti simili all’interno. Qui non se ne trovano, ne ho presente solo uno a Pisa ma resta fuori mano e non ci vado mai. MD invece ha aperto in un paese qua vicino (Fucecchio) e ci sono stata diverse volte.. l’ho trovato sempre vuoto il che mi è parlo strano, si vede che deve ancora ingranare..ma i prodotti sono buoni ..ho comprato più volte il pesto al pistacchio che trovo ottimo! 🙂

      "Mi piace"

      1. Dicono che l’MD sia il supermercato dei poveretti 😉 ma in effetti i prodotti esclusivi di MD sono eccellenti, solo la pasta non regge il confronto con i marchi blasonati, ma quella fresca … mi chiedo come facciano a venderla a quel prezzo.

        Piace a 1 persona

  6. Anch’io con l’avvento del covid ho dovuto cambiare i modi di fare la spesa, abbandonare gli amati super……ma non la voglia di aggirarmi tra gli scaffali per scegliere quel che mi serve, o trovare qualche novità
    No no finchè sarò in salute non farò mai la spesa dal PC
    Buona giornata Licia 🙂

    Piace a 1 persona

    1. mi fai tornare in mente la mia collega di francese che spesso, quando io entravo in classe a darle il cambio, diceva ai ragazzi: “Ecco la prof simpatica, ora con lei fate i bravi e studiate matematica, mente con me non studiate niente! “.. naturalmente non era vero niente, era solo che della matematica avevano più paura…anche se è vero che li facevo spesso ridere ed ero in sintonia con i ragazzi 😀

      Piace a 1 persona

    1. ecco, mi chiedevo dove vivessi 🙂 Pistoia non la conosco molto perché ci sono stata poche volte. Mesi fa ci ho fatto un giro quasi turistico e mi è piaciuta tantissimo. Sono andata in quella libreria che fa da bar..una ganzata 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...