la lampada di sale

Mi hanno regalato questa cosa: una lampada di sale. Sì, qualche volta le avevo viste in giro ma non mi ero incuriosita e non ne sapevo niente. Chi me l’ha data dice che se la lascio accesa per diverse ore nell’ambiente in cui passo il mio tempo (ad esempio nello studio, accanto al pc) posso trarne dei benefici per la mia salute.

A questo punto mi sono documentata e trovo scritto: ” le lampade di sale sono degli ionizzatori naturali. L’aria “ionizzata” la troviamo grazie all’utilizzo delle lampade, oppure camminando in riva al mare al mattino, oppure respirando l’aria dopo un forte temporale, oppure nell’aria di alta montagna.
In queste situazioni l’aria è più pura, ricaricata energeticamente di ioni negativi che sono quelli che ci danno benessere.
Gli ioni negativi neutralizzano i batteri, polveri, allergeni e gli elettromagnetismi che subiamo durante il giorno con l’utilizzo costante di PC, cellulari, TV ed elettrodomestici.
Accendere una lampada di sale per almeno 6 ore al giorno migliora la qualità dell’aria che respiri, a beneficio delle tue vie respiratorie e della tua emotività
.”

La lampada di sale ha tra le sue proprietà quella di neutralizzare particelle di polvere, allergeni, batteri, presenti nell’aria.
Neutralizzando queste particelle, l’aria respirata è più pulita, dunque chi soffre di asma avverte un maggior sollievo nella respirazione

Il funzionamento è molto semplice. Basta accenderla. La lampadina al suo interno scalderà il blocco di sale dell’ Himalaya e il salgemma emetterà nell’aria piccole particelle chiamate “ioni negativi” che purificheranno l’aria della stanza ove è stata collocata la lampada.
La ionizzazione avviene quindi grazie al calore addizionato al blocco di sale: la fonte del calore sarà la lampadina per le lampade o la candela nel caso dei portacandela in sale himalayano

Che dire? Mi sembra quasi una lampada magica! ..Ma sarà vero tutto ciò?