e settembre sia!

Benvenuto Settembre con i tuoi colori ramati, con le tue temperature miti, con i sapori dell’uva matura, dei funghi e dei fichi. Benvenuto a te, mese delle feste paesane, dei primi piumini sul letto, delle passeggiate nei sentieri tra i boschi variopinti e alle tue piogge rigeneranti.

Buon mese a chi è appena tornato dalle ferie e si accinge a tornare al lavoro e buon mese ai giovani e agli insegnanti che tornano a scuola. Buon mese fortunato anche a chi sta per partorire, a chi soffre e a tutti gli altri. Buona fortuna anche a me, che ne ho bisogno.

Ci aspettano nuove sfide e probabilmente niente sarà semplice da affrontare. Io sono razionale ma sono anche un po’ fatalista e confido nella nostra buona stella, che sia di buon auspicio e ci indichi la via giusta da intraprendere. Un po’ce lo meritiamo, no?…

[l’immagine è presa dal web, le parole e gli auguri sono miei]

Pubblicato da

Alidada

sono qui, nel mio spicchio di cielo

22 pensieri su “e settembre sia!”

  1. Sollievo dopo le calure dell’estate.
    In realtà il vero Capodanno, nuovi programmi, progetti ecc. constato da sempre si fanno partire da settembre, a cominciare dalle signore con propositi di iscrizione alle palestre ai manager che fanno trovare la fabbrica chiusa ai dipendenti reduci dalle ferie. Un tempo, i bar aumentavano di quel tanto la tazzina di caffè. C’è da dire che adesso col Covid tutto diventa passato remoto, da libro di Storia. Chi vivrà, magari da positivo asintomatico (pericolosissimo!), vedrà.

    Piace a 2 people

    1. Tutti noi non ne possiamo più e vorremmo con forza tornare al nostro vivere normale, alla nostra routine. Io, dal canto mio, mi farei iniettare il vaccino anche se mi dicessero che qualche rischio c’è. Ecco, sono talmente stufa che..ecco..la penso così

      Piace a 1 persona

  2. Mi fa un certo effetto settembre. I tuoi versi sono molto belli,ma oggi mi sento un po’ malinconico. Chissà, sarà l’idea di un altro anno che comincia. Già, per chi va a scuola l’anno inizia oggi.
    Chissà, forse è l’aria più fresca, un fluire lontano di pensieri. Non so. Su tutto credo pesi l’incertezza di ciò che sarà e di ciò che non sarà.
    La ruota gira, come nella carrucola del pozzo di montaliana memoria. Troveremo il nostro “ubi consistamus”.

    Piace a 1 persona

    1. ciao mio caro Federico, beh, grazie per averli considerati “versi”, in realtà non sono che pensieri… o meglio ancora, elucubrazioni ad alta voce. La malinconia ci piomba addosso con il calo repentino delle temperature e con la pioggia che arriva all’improvviso, dopo tanta calura. Io penso questo. Di certo l’incertezza per il nostro futuro non ci tiene allegri. A me sembra perennemente di giocare alla roulette russa. Speriamo di trovare il nostro equilibrio e di ritrovare il quieto vivere. Buona serata a te 🙂

      Piace a 1 persona

      1. “Settembre è il mese del ripensamento
        sugli anni e sull’età
        dopo l’estate porta il dono usato
        della perplessità, della perplessità…
        Ti siedi e pensi e ricominci il gioco
        della tua identità,
        come scintille brucian nel tuo fuoco le possibilità, le possibilità…”
        Anche Guccini richiama il fuoco, ma non per le castagne, forse per i sogni e bi.sogni. Lasca stare le castagne al loro posto, in quest’anno anomalo tutto può accadere.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...