Le ronde fiorentine

Ronda.JPG

A Firenze non c’è mai pace! E’ appena finita la guerra con il Mc Donald che voleva aprire davanti al Duomo e invece non gli hanno dato il permesso (e hanno fatto bene!) e ora siamo arrivati alle ronde “antipanino”!

Guai a chi si siede su uno scalino in via dei Neri per gustarsi in santa pace il sacrosanto sfilatino imbottito o la focaccina con la cecina… no, non si può e si rischia di essere brontolati e invitati a rimettersi in cammino alla svelta. Il fatto fa clamore e Nardella, sindaco della città, fa sapere che Palazzo Vecchio (ovvero l’amministrazione comunale) non ha incaricato quelle persone lì di badare al decoro cittadino, ma solo i vigili urbani e che quel gruppo è formato da volontari che si sono organizzati autonomamente.

Fatto sta che le ronde le trovi a controllare e, nell’epoca dei fast-food, dei finger food, dello street food..se tante le volte io comprassi la pizzetta a taglio alla mia nipotina, dovrò stare attenta a quel che fa la nina, che se le scivola via una gocciola di olio sul marciapiede, come minimo mi fanno la multa, ma può anche essere che mi arrestino…che ne so 14 ..

E vabbè, io ci scherzo, ma da una parte approvo l’iniziativa perché le regola vanno rispettate e non è possibile che Firenze si riduca ad un bivacco di gente che si comporta male e trasformi una splendida città d’arte quale è, in un immondezzaio maleodorante. Io ci metterei quegli sceriffi lì anche di notte, che non ci si può più permettere di camminare tranquilli per le strade.