Pisani doc

Ultimi giorni di scuola, all’intervallo la prof sgranocchia un cracker e guarda distrattamente i ragazzi che fanno merenda quando qualcosa cattura la sua attenzione: “Ehi, Tommy, che hai sulla maglietta? Fammi un po’ vedere per bene.. girati, dai…”

maglietta1.jpg

Accipicchia, .. “Pisa tremare fa l’acqua e la terra!” .. e alla prof vengono in mente le antiche lotte dei pisani contro i fiorentini, i lucchesi, i livornesi..e con tutto il resto del mondo.

Pisa bellicosa, tanto odiata da tutti.

Pisa, “vituperio de le genti”, recita uno dei passi più famosi della Divina Commedia, e che sicuramente tutti i pisani conoscono bene. Infatti, nel canto XXXIII dell’Inferno,  dopo che il conte Ugolino termina il racconto della sua tremenda morte e riprende a rosicchiare il cranio dell’arcivescovo Ruggieri, Dante prorompe in una tutt’altro che pacata invettiva contro Pisa, augurandosi addirittura – laddove i vicini tardassero a punirla – che le isole della Capraia e della Gorgona blocchino l’Arno alla foce, facendolo così straripare, per annegare tutti gli abitanti di una città tanto crudele.

Beh, ancora oggi Pisa, nonostante Dante e le sue maledizioni,  continua a dimostrare la sua forza! (Stando almeno a quanto è scritto sulle magliette!)

… Orsù, intervallo finito, si torna al lavoro con il sorriso pisano stampato sul volto 😉