Impariamo dagli errori2

via Impariamo dagli errori

Ieri sera, dopo cena, ero annoiata e allora ho deciso di fare un giro nei blog per leggere un po’; diciamo che sono andata un po’ fuori dal mio orticello 🙂 Per essere sicura di trovare cose interessanti sono andata nel blog di un’amica che a me piace tanto leggere e mi sono messa a cliccare sui commenti dei suoi amici aprendo così altri blog.  Ero sicura di trovare belle letture, perché io sono convinta che intorno a chi è intelligente ci sta gente intelligente..e così è stato. Debbo dire che il giro è stato davvero interessante. Mi è piaciuto soffermarmi e riflettere.. In particolare mi sono fermata su un post di un blog in cui l’autrice faceva un riflessione che a me sembrava un po’ amara su quelli che erano stati i suoi errori e su come tali esperienze fallimentari generassero il timore di andare oltre e di intraprendere nuove scelte.   Tra me e me mi sono chiesta fino a che punto è vero che il nostro vissuto, con gli errori commessi, pregiudichi il futuro. Ho pensato a me e alle mie esperienze, sia a quelle positive che a quelle sbagliate e sono giunta a conclusione che tutto quanto è stato, ha contribuito ad essere quella che sono e mi porta a vivere il futuro con una certa pacatezza e anche saggezza. Dagli errori si impara e guai se così non fosse! Lo ripeto un’infinità di volte ai miei studenti quando insegno matematica. C’è solo da stare attenti a quello che è stato l’errore, una volta capito entrerà a far parte del nostro bagaglio culturale e ci insegnerà molto per il futuro.  Un errore, dice giustamente Popper, non deve essere un freno, ma una molla che ci spinge ad andare oltre..ad effettuare nuove prove…un qualcosa che ci insegna… ed è così che si cresce.

Io convivo con i miei errori, come convivo con i miei difetti e al momento giusto, come se fossero una bisaccia piena di una bibita ricostituente, me ne servo.

Ricordatevi che i post dei blog vivono di commenti e non di like, altrimenti staremmo su Facebook, non qui. Io quando passo da un blog dico sempre qualcosa..anche sbagliato, ma dico.. solo con rarissime eccezioni mi limito ai like. Quello che ho scritto in precedenza, a parer mio, doveva stimolare la discussione, ma si vede che era troppo impegnativo per mettere in moto le cellule grigie in queste calde giornate di agosto.  Beh, adesso sto facendo la maestrina con la bacchetta e la sto picchiando sulla cattedra.. beh, il caldo dà noia anche a me, lo riconosco 😉 quello di fare la maestrina è un mio difetto 😉 io ci convivo bene, gli altri no 😉

Pubblicato da

Alidada

sono qui, nel mio spicchio di cielo

22 pensieri su “Impariamo dagli errori2”

  1. La penso esattamente come te, dagli errori si impara e molto e come hai ben detto fanno parte del nostro bagaglio culturale ho sempre detto hai miei figli che le esperienze si fanno a proprie spese e che gli errori fatti servono ad evitare di commetterli di nuovo, ma mai arrendersi e vivere sulle esperienze altrui perché ognuno di noi è diverso dall’altro.

    Piace a 1 persona

  2. maddai Ali! Tutta la vita è un errore…anzi credo che da un errore sia nata l’imperfezione chiamata Universo… e allora viviamo sbagliato che è come dire adattiamoci alle varianti (che sono sempre altri errori) 😉

    Piace a 2 people

    1. beh, nel caso di Genova io non so quali errori siano stati commessi.. Morandi non fece errori, elaborò un progetto per i suoi tempi, che non sono quelli di oggi. Altri soggetti, che avrebbero dovuto monitorare la situazione, non lo hanno fatto.. quindi più che errore io direi che è una colpa grave e come tale va punita sonoramente, Poi non so.. non so come quella povera gente che si è trovata la casa sotto al ponte, sia potuta ritrovarsi in quella situazione, adesso sembra tutto illogico e fraudolento.. uno schifo

      Piace a 1 persona

      1. Colpa anzi, colpe, tantissime e ce n’è per tutti, nessuno escluso, anche se adesso si lanciano la palla uno con l’altro. Quanto alle case, credimi, in una terra stretta come la Liguria non si è stupito nessuno della soluzione, quando fu. In Liguria si costruisce dove e come si può

        Piace a 1 persona

  3. Bisogna riconoscere innanzitutto i propri difetti, non è facile. Ancora più difficile farne una risorsa. Se ciò avviene, tuttavia è una fortuna. Mi hai fatto pensare ad una famosa favola, quella di Giove che impose agli uomini due bisacce. Quella posta alle nostre spalle non riusciamo a vederla, ma su quella altrui, posta davanti ai nostri occhi, siamo maestri nell’individuarla. 🤪

    Piace a 1 persona

  4. La penso come te: gli errori, inevitabili proprio perché se sapessimo che sono errori non li faremmo, ci aiutano a crescere. L’importante è comprenderli, accettarli e non ripeterli.
    Chi impara dagli errori di un altro è un saggio, chi impara dai propri errori è intelligente, chi li ripete in continuazione è un cretino.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...