Un referendum fa

Il tempo di fermarsi un istante e passa un secolo. Il tempo è davvero tiranno e ci mi pugnala sempre alle spalle. Mi sono sentita poco bene e poi mi è piombato addosso tutto il lavoro che avevo tralasciato per la malattia e così ho trascurato il blog per qualche giorno.   Mi sembrava un’assenza di un  attimo invece è durata addirittura più un referendum! Già,… ero qui un referendum fa! A proposito di “referendum” …lasciando perdere la discussione sull’iter e sui risultati, ma non vi siete meravigliati di quanto scalpore c’è stato dietro a questa questione? Non vi siete stupiti di come e quanto siano diventati, tutto d’un tratto, sfegatati  politici  tutti gli italiani? Sui social non si è parlato d’altro e ad oggi si continua a parlarne in bene o in male…ma se ne parla. Tutti hanno da esprimere la propria opinione nemmeno si trovassero a “Porta a porta” da Vespa come opinionisti esperti in faccende di stato. Nemmeno per i crimini efferati che hanno catturato le prime pagine dei giornali per mesi si era parlato così tanto di un argomento e forse nemmeno l’elezione di Trump aveva suscitato così tanto scalpore… Tutti su Facebook dovevano dichiarare come avrebbero votato …e dominava il “NO”e poi, una volta votato tutti lì a rammaricarsi per Renzi e ad implorarlo che non ci abbandonasse…come se all’improvviso uno si rendesse conto che gli altri politici  forse sono anche peggio di lui. Mah…! Io comunque mi astengo da dire davvero come la penso, dico solo che speriamo sia la volta buona che i giovani cominciano a preoccuparsi del loro futuro e entrano a far parte attiva della vita politica, al di là di Facebook, di Twitter e delle chiacchiere e speriamo che davvero rinasca la politica, quella seria e fatta da gente pulita, preparata e che faccia il bene del popolo e non si se stessi. La politica come ai tempi di quando fu scritta la nostra amata Costituzione!

Annunci

28 comments

  1. strano paese questo… (quasi) tutti si lamentano perchè non cambia mai niente, poi, quando qualcuno tenta di cambiare qualcosa (non entro nel merito) gli stessi si coalizzano e starnazzano, urlano, imprecano perchè nulla cambi. si trovano d’accordo comunisti e fascisti, nazisti e leghisti, il tutto cela la vera ragione di tanta feroce opposizione: nessuno vuole perdere la poltrona. Questa è la verità vera. si sono sentite le più incredibili e assurde pseudo spiegazioni tipo: i senatori avranno l’immunità (ma perchè oggi non ce l’hanno?) oppure…ci impediscono di scegliere i senatori (ma perchè oggi si possono scegliere? si vota una lista dove i nomi li ha scelti per noi il segretario di partito, si va contro la più elementare operazione dell’aritmetica, l’addizione: si dice che la somma di 25.000x5x315 è uguale a quella spesa per i rimborsi spese di 100 senatori che si vedrebbero al max una volta al mese. si ignora, anzi si omette volutamente di dirlo, il risparmio per l’eliminazione di 100 presidenti di provincia e circa 1.200 consiglieri provinciali che non si è mai capito a cosa servano se non a nuocere, oppure si propaganda il NO come un voto contro il capo del governo ma, scusate…se è vero come è vero che il capo del governo ha preso più del 40% dei voti vuol dire che 40 italiani su 100 sono con lui. infine non ho votato perchè mi sono ricordato di quanto ammoniva Mark Twain:”se votare servisse a qualcosa non ce lo permetterebbero di fare”. W L’ITALIA!

    Liked by 2 people

    1. sono d’accordo con te Sestante, solo che io ho votato e penso di aver votato bene…anche se la maggior parte degli italiani la pensa in modo opposto…oddio, come hai ben detto tu tanti non ci hanno capito proprio nulla, … W l’Italia sempre e comunque

      Liked by 1 persona

    1. sto abbastanza bene, grazie…e mi sono anche vaccinata contro l’influenza, oltre che contro la meningite. Hai ragione che le chiacchiere sono davvero troppe… fanno perdere tempo e basta

      Mi piace

  2. “La cosa” triste, purtroppo!, è che in questo nostro adorato Paese, parlare di Politica vera è vietato e non da adesso. Si dice bene quando si afferma che abbiamo un esercito di politicanti che misconoscono il popolo “sovrano” e di questo fanno quel che vogliono, ma sempre nel loro interesse, sia personale e di casta. Questo PD è di sinistra? Devono vergognarsi tutti, chè hanno dimenticato gli insegnamenti e le parole di Gramsci, di Pertini e dello stesso Berlinguer, le cui onestà politiche sono state dimenticate e mai seguite, da qquesti sinistrorsi odierni, che di sinistra avranno solo la mano…per rubare anche con la…destra!
    Questo referendun è stato una pagliacciata solenne, non dimentichiamolo!, e i risultati, col SI o col NO, speriamo di vederli a breve, col consenso di quel popolo sempre “sovrano”.
    Ma “tiremm innanz”, aveva detto quell’ Antonio Scesa, mi sembra.
    Saluto gli amici tutti e grazie a Alidada per lo spazio concesso.

    Liked by 1 persona

  3. Copioincollo una tua frase “speriamo sia la volta buona che i giovani cominciano a preoccuparsi del loro futuro e entrano a far parte attiva della vita politica, al di là di Facebook, di Twitter e delle chiacchiere “. Speriamo davvero perchè è un aspetto molto serio, mentre sento spesso che sono solo pronti a lamentarsi …

    Liked by 1 persona

      1. Discorso complicato da fare qui. Posso parlare per la mia esperienza. Ho amiche insegnanti che si lamentano molto di giovani super coccolati e difesi dai genitori, leggiamo anche sulla cronaca fatti che una volta non sarebbero stati nemmeno pensabili. Quanto al lavoro, io abito a Milano dove, PER CHI VUOLE LAVORARE il lavoro c’è. Meglio lavorare per pochi soldi che non lavorare affatto, prima o poi si cresce, ma spesso sento il contrario, ragazzi mantenuti a far niente perchè non adeguatamente remunerati. Secondo quale criterio, non si sa.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...