Pensieri notturni

A prima vista sembro una persona molto tollerante, ma non è vero, non lo sono affatto. In realtà sono molto selettiva e critica ed è più probabile che “cancelli” la gente dalla mia vista vita piuttosto che continuare ad intrattenervi rapporti amichevoli. Ma non mi si fraintenda, non sto parlando di criteri di esclusione basati sul colore della pelle, sulle scelte politiche o religiose o sugli orientamenti sessuali, no, niente di tutto questo. Mi spiego: per esempio non tollero la gente che eccede. Mal sopporto i tuttologi, ovvero quelli che sanno sempre tutto e pontificano elargendo le loro perle di saggezza ai poveri sprovveduti che li ascoltano ignari. Dopo che ho ascoltato per qualche tempo una persona che si comporta così, metto il cervello in stand-by e penso  ad altro, interrompendo i ponti della comunicazione a due vie e di certo non ci sarà una seconda conversazione di quel tipo, perché   eviterò sicuramente che si ripeta. Poi sono intollerante verso i presuntuosi e soprattutto verso gli arroganti, perché ritengo siano caratteristiche proprie degli  idioti, che non riescono a moderarsi e autocontrollarsi adeguatamente.  Bruttissima razza gli arroganti, andrebbero radiati dal pianeta Terra! E che dire dei  “lecchini”?  Ossia di coloro che osannano falsamente gli altri e lo fanno unicamente  per il proprio tornaconto: sono dei falsi da cui bisogna guardarsi bene le spalle… una delle specie peggiori del genere umano.   Anche le tante adulazioni che via via noi donne riceviamo, sono  delle falsità che però non sempre sono facili da riconoscere, tant’è che a volte ci caschiamo e prendiamo delle “tronate” tremende.  L’ingenuità si paga, purtroppo e si paga a caro prezzo. Qui sul blog non è facile però capire chi ti sta accanto perché certi filtri visivi sono interdetti, nel senso che non possiamo vedere le persone e allora ci vuole più tempo a capire…e a volte forse non ci si riesce nemmeno  dopo una lunga frequentazione virtuale.  Ma poi, mi chiedo… è così importante capire chi ci sta vicino nel mondo virtuale? E’ importante sapere se chi ti commenta su un blog è un “presuntuoso” o un “lecchino”?…  e me lo sto chiedendo davvero… son qui che ci penso e non trovo la risposta, ma forse è meglio che la risposta non la trovi affatto così non sarò intollerante verso nessuno e la mia comunicazione resterà  “asettica” ovvero non soggetta ad alcun criterio di scelta da parte mia.  Di certo fa strano che ti trovi a frequentare assiduamente delle persone della blogosfera e poi se sparisci per un lungo periodo nessuno ti cerca. E’ un po’ come dire: “lontano dal blog – lontano dal cuore”. Sì, sono strani e a tratti inconcepibili i rapporti interpersonali al mondo d’oggi… chissà che ne penserebbe Freud…

Annunci

43 comments

  1. Mah … è una considerazione interessante. A parte la valutazione dei vari tipi di persone, francamente poco simpatici anche a me, se rimaniamo all’interno del blog io scrivo perchè mi piace farlo, e credo di non aspettarmi nulla, nemmeno attenzione se dovessi sparire. Forse tutto dipende, come dici tu, da questi rapporti basati su pochissimi punti di contatto. Ci penserò. Buonanotte

    Liked by 1 persona

    1. io scrivo se so che qualcuno mi legge e magari mi dice quel che ne pensa…ossia io scrivo per comunicare, altrimenti non scriverei. E se per un po’ di tempo condivido qualche tratto della mia vita con delle persone che interagiscono con me, allora mi aspetto che se ne accorgano se io non ci sono più… Come vedi abbiamo idee un po’ diverse, e va bene così… Buon pomeriggio mia cara Paola

      Liked by 1 persona

      1. Evviva le idee diverse! In effetti io ho aperto il blog per farne il mio ricettario personale, la lettura da parte di altri all’inizio mi ha addirittura sorpresa. Diverso è quando si parla di qualcosa di più “alto”, dove lo scambio di impressioni è più coinvolgente e interessante

        Liked by 1 persona

        1. sai Paola, per me la sera è come mettermi a sedere ad un tavolino di un bar e sorseggiare una bibita intrattenendo una conversazione con gli amici sugli argomenti più disparati :-)..io non riuscirei a parlare sempre di uno stesso tema

          Liked by 1 persona

  2. Mah! La mia convinzione è che nella sfera del web non ci si conosce e non si diventa amici. E’ troppo facile dare di sè un’immagine alterata ed è facile anche farsi idee sbagliate.
    Io seguo alcuni blog a cui sono affezionata, se qualcuno sparisce può dispiacermi, posso chiedermi cosa stia succedendo, ma non ho, quasi con nessuno, confidenza sufficiente per farmi sentire il privato.
    A volte ho l’impressione che queste frequentazioni virtuali mi allontanino dalla realtà e sottraggano tempo e interesse per le persone reali.
    Comunque le tipologie di persone che elenche stanno sulle balle a tutti.
    Buona notte e buona domenica.

    Liked by 1 persona

    1. beh, è verissimo che il web va vissuto in giusta misura e che non deve sottrarre tempo alla vita reale 🙂 A parte questo io sto bene attenta a non mischiare vita reale con il web e solo raramente ho conosciuto dei blogger di persona e si tratta di cose di 10 anni fa (e ancora ho i link qui sulla mia pagina 🙂 )…però se tu (ad esempio) per qualche tempo ti allontanassi dal tuo blog senza dare nessuna spiegazione, stanne certa che ti commenterei dicendo: “Tutto bene Simona?” 🙂 … non mi sarebbe indifferente la tua assenza. Ti auguro un buon pomeriggio domenicale

      Liked by 1 persona

        1. qui invece il tempo è instabile e piovoso…da aver paura a metter il capo fuori di casa e può arrivare un fulmine da un momento all’altro. … Io timida lo ero da piccola, poi ho lavorato molto su questo lato del mio carattere e adesso non lo sono più per niente… ma come te, aspetto sempre che mi cerchino e non impongo la mia presenza a nessuno 🙂

          Liked by 1 persona

          1. Ora c’è un tramonto bellissimo.
            Sei stata brava. Io, per lavoro, sono sempre a contatto con le persone, ma non sono cambiata molto. Solo, ora che sono vecchia, sono in grado di controllarmi e di evitare che la timidezza diventi agressività. Non è da signora di mezza età! 😀

            Liked by 1 persona

  3. Credo di poter essere d’accordo su quanto hai scritto… ad eccezione dell’ultima parte.
    Purtroppo mi sono trovato male con alcune persone che, naturalmente, ho cancellato, ma in altri casi ho desiderato conoscere meglio un qualche personaggio. Mi piacerebbe vedere in faccia certe persone, ma non sempre si può osare, per esempio chiedere una fotografia.
    Per quanto riguarda la blogosfera, mi sono reso conto che, rispetto a qualche anno fa, esiste una massa insulsa che impedisce o disturba gli articoli seri.
    Lo dimostra l’ultimo mio articolo molto serio che non ha ricevuto alcun commento.
    BUON GIORNO e BUONA DOMENICA.
    Quarc

    Liked by 1 persona

    1. ahi ahi…mio caro Quark, mi sento un po’ in colpa perché negli ultimi giorni non sono passata (da nessuno!) e non ho letto, ma è stata una settimana in cui mi sono ritrovata con dei problemi di salute…con una tosse tremenda che mi ha tolto il respiro… e nonostante ciò ho dovuto passare ore e ore a correggere compiti e a lavorare per la scuola… perdonami :-)… tra poco passerò da te e mi rimetterò in pari 😉 Buona domenica

      Mi piace

      1. Ma cara Alidada,
        Non ho voluto, per nessun motivo, colpevolizzarti. Ho voluto considerare chi scrive “mi piace”, ma non ha letto niente. Se l’articolo è serio, meglio non mettere il “mi piace”.
        Non devi chiedere perdono.
        Sei guarita?
        Buona serata.
        Quarc

        Liked by 1 persona

        1. è vero, è brutto lasciare un banale “mi piace” sotto ad un articolo da leggere…è svilente 😦 Ma tanti blogger questo non lo capiscono. Ci dovrebbe essere la lagge £”rispondo ad u tuo commento con un commento” così si farebbero conti pari 🙂

          Mi piace

    1. …sai che pensavo Sestante… io però non sono mica tanto coerente, è vero, penso quelle cose lì che ho scritto, ma in fin dei conti non ho mai voltato le spalle a nessuno in vita mia 😉

      Mi piace

  4. Le tipologie che citi sono sicuramente da evitare, nel reale e nel virtuale. Mal sopporto gli ipocriti, i falsi, i saccenti e i maleducati: perderli non è grave. Qui, nel virtuale, sono stata accusata da qualche tipo e tipa di essere una ipocrita e falsa, perchè sono di solito gentile e pare che dia di me, nel blog, una immagine buonina. Loro, il tipo e la tipa(che persino mi hanno dedicato dei post con appellativi tanto “carini”) hanno saputo uscire un fiele che non ti dico quando ho espresso educatamente le mie idee che non erano quelle loro. E poi chiamavano me ipocrita! Sono una persona paziente, tanto paziente, so anche di poter stancare e annoiare chi cerca qualcosa che io non do e ho i miei limiti, quelli ad esempio di dare un taglio netto quando la pazienza si esaurisce.
    Nel virtuale ci sono tante stranezze, è il luogo a essere strano. Tuttavia con alcuni dei miei contatti blog trascorrerei molto volentieri, se potessi, reali giornate insieme.

    Liked by 1 persona

    1. sai che mi sembra strano che qualcuno si inquieti con te? Mi sembri una persona estremamente paziente e cara… 🙂 Ma hai ragione, il web è un mondo strano e tutto può essere. Io anni fa ho distrutto ben 2 blog per eccessi di rabbia…cosa che ora non rifarei più. La blogosfera è un mondo pacato dove però si fa presto a rompere gli equilibri e a scatenare putiferi… Buon pomeriggio mia cara Marirò

      Liked by 1 persona

        1. c’è una tipa che sono anni che “impera” in rete ed è di una falsità e di una cattiveria unica… io l’avevo persa di vista dai tempi di splinder finché non me la sono ritrovata davanti pochi giorni fa 😦 E pensare che è ancora lì a spargere miele… ma miele avvelenato…e la gente non se ne accorgo mai in tempo

          Mi piace

  5. Io ho una particolare idiosincrasia per i lecchini, ma ogni volta sospetto che nel mio odio ci sia anche un po’ di invidia nascosta, perché a volte essere, non dico lecchini, ma almeno un po’ accattivanti, sarebbe buono, e a me non riesce neppure quello. Sulla presunzione sono un po’ vaccinata, perché ho due parenti, di quelli che proprio non puoi evitare, molto presuntuosi, e ci convivo da una vita. Riguardo alle amicizie virtuali non so, ci sono state tre persone nel corso degli anni che ho sentito molto vicine, ma è complicato, anche capire il confine tra frequentazione e invadenza, può rendere insicuri!

    Liked by 1 persona

  6. Ho chiuso il blog per due giorni e se ne sono accorti in tre, ma non importa…vita reale e virtuale in questo coincidono, tutto scorre veloce, troppo, quindi non ne ho fatto un dramma..
    Ho smesso di seguire persone, e non blog, quando ne ho capito la falsità o ne ho percepito la pesantezza. Per il resto, sorrido e vado avanti..nella mia leggerezza.
    Un abbraccio ❤

    Liked by 1 persona

  7. Per quanto riguarda l’intolleranza, nella vita reale, riconosco che sono molto simile a te, se non peggio.
    Per quanto riguarda la vita virtuale, visto che credo noi tutti si tenga un blog sia per noi stessi, che per comunicare, sono d’accordo con “Grembiule da cucina”.
    Comunque, con un po’ di attenzione, si può capire chi ha un interesse sincero per quanto espresso in un post e c’è sempre da mettere in conto sia l’ipocrisia che il desiderio che molti hanno di vedere “ricambiata” la visita, cosa che personalmente ritengo assurda, perché commentare favorevolmente un post nel quale si troverebbe da ridire, sarebbe più intelligente non commentare affatto, se non si ha il coraggio di aprire un dibattito costruttivo pur rispettoso delle idee altrui.
    Credo che spesso, si tenda a idealizzare troppo questo mondo virtuale. Personalmente, con alcuni blogger con i quali mi sento in sintonia, comunico soprattutto per posta elettronica, privatamente.
    L’amicizia è una cosa diversa, nasce lentamente, per gradi, guardandosi negli occhi e condividendo la propria vita reale, qui, invece, possiamo trovare cose nuove, scoprire mondi lontani e diversi dal nostro, apprendere, se vogliamo, dalle capacità altrui, condividere idee e pensieri, senza aspettarci troppo, apprezzando quelli che ci piace e riflettendo su ciò che non ci piace o che è lontano dal nostro sentire.

    Liked by 1 persona

    1. hai ragione Neda…su tutto. Io nella vita reale non ho tempo di coltivare le amicizie quindi ho solo conoscenze e la mia famiglia. Nel virtuale intrattengo piacevoli conversazioni a destra e sinistra e, dico la verità, mi affeziono alle persone,… 🙂 anche se non intrattengo conversazioni private con nessuno salvo qualche sporadica occasione. 🙂

      Liked by 2 people

      1. Nonostante che tutto sia “virtuale” si capisce abbastanza alla svelta chi è sincero e chi non lo è. Ovvio che l’amicizia sia un’altra cosa, però è anche bello potersi scambiare idee, riflessioni, informazioni.
        Ti auguro un buon fine settimana.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...