Daniela…

A volte le incontri, così, per caso, e ti si apre un mondo. Sono le persone che ti hanno segnato in qualche modo la vita, non sai se fanno parte delle tue amicizie o no, l’unica cosa che sai è che insieme a loro hai fatto un lungo percorso, camminando gomito a gomito. Con loro hai parlato di tutto e di più e il tempo era un particolare trascurabile perché  allora ne avevi tanto, talmente tanto che a volte lo regalavi a chi aveva bisogno di essere ascoltato.  Quando le incontri ti chiedi se è davvero successo di aver condiviso i tratti della tua esistenza  con qualcuno e ti ritrovi a pensare ai ricordi belli e a quelli brutti che fanno comunque parte del tuo vissuto. “Ciaoooo…anche tu qui? Da tanto non ti vedevo….” e d’un tratto sei accanto a sorriderle e senti dentro di te un vuoto grande lasciato nel tuo cuore da quella persona che da tempo, per motivi di lavoro si è dovuta allontanare andando lontano, dove tu non puoi sentirla e le uniche notizie le hai vedendo delle immagini su facebook. Come può essere che ci si può perdere così? Te lo chiedi e non sai darti risposte, ma dentro di te sai che è così che vanno le cose in questo mondo fugace, dove d’un tratto ci si avvicina come meteore impazzite e poi in un baleno ci si riallontana per recarsi in un altro cosmo, che magari è a pochi chilometri ma per te e troppo più in là, oltre ai confini di te stesso. Ti manca tutto quello che era e la tristezza che genera il ricordo ti rode come un tarlo nella testa e allora parli del più e del meno tralasciando i particolari.  Le persone che ti hanno segnato la vita hanno avuto stima di te e in te hanno creduto, sono quelle che ti hanno fatto crescere e che a volte ti hanno fatto sentire un grande. Persone che solo il fatto di averle vicine era un conforto quando ne avevi bisogno e un consiglio quando non avevi chiara la strada prendere. Sono colleghi, ma anche fratelli/sorelle con cui hai scambiato le risate nelle sere di bufera e hai alzato il calice colmo di vino frizzante seduto al tavolino di un localino della collina più alta della zona, tra i boschi dei crinali, da cui si vede anche il mare in lontananza. Se ci pensi bene senti ancora il suo profumo e senti i tacchi delle sue scarpe quando arrivava al mattino, ma i ricordi fanno male e allora: “ciao…io tutto bene.. non perdiamoci di vista, ok?…” e poi via nei nostri rispettivi cosmi, distanti anni luce tra di noi.

Mai darsi una tregua se non si vuole soffrire di malinconia.

Annunci

23 comments

  1. Sei proprio una gran bella creatura Ali. Mi hai fatto riattraversare in un attimo tanti frammenti omologhi della mia vita…volti nomi , figure…Siamo tessere “di un domino gigante che non avrà mai fine” diceva fabrizio De Andrè con una semplice e forte immagine…tutti legati anche a distanze infinite. un abbraccio fraterno forte forte.

    Liked by 1 persona

  2. Come capisco… ci sono persone che si perdono per una ragione, altre invece si perdono perché così vanno le cose, la distanza, le corse, le routine che cambiano, tutte le cose che si accavallano… e se per un momento le strade si incontrano di nuovo sono momenti anche molto belli, pieni di ricordi piacevoli, ma anche molto intensi e gonfi di nostalgia. Nello questo post! Buona serata
    Alexandra

    Liked by 1 persona

  3. Grazie Licia❤️Grazie per avermi fatto ricordare il periodo professionale e esistenziale più bello della mia vita…di avermi riportato ad un periodo vissuto intensamente pieno di difficoltà ma anche di soddisfazioni, di persone splendide con cui condividere come hai detto quasi tutto … come vedi basta poco a riportare alla memoria del cuore momenti importanti della vita ❤️Grazie di avermi riportato indietro una parola un sorriso un movimento particolare fa rivivere ricordi che hanno segnato un percorso e che non sono cancellati perché la vera amicizia sopravvive alla distanza ai cambiamenti e come vedi rinasce spontaneamente ….nessuna tristezza LICIA forse un po’ di nostalgia …un abbraccio con immutato affetto 💋❤️

    Liked by 1 persona

  4. Ciao ,entro nel tuo blog perché è interessante il discorso ,quante persone entrano ed escono nella nostra vita certe le perdiamo per strada certe rimangono tutta la vita certe perse ci tornano in mente e ci domandiamo che fine hanno fatto magari tra queste c,è un nostro fidanzatino di gioventù con cui abbiamo passato momenti intensi che ne sarà stato di lui ?Etutte le altre persone ?Si ricorderanno di noi ?Avremo lasciato in loro qualche bel ricordo?Siamo sempre in cammino da soli non possiamo viaggiare

    Mi piace

  5. tutto accade per caso. accade per caso che due si incontrino, si frequentino, magari si sposino anche e accade per caso che si reincontrino però alla fine aveva ragione il grande Quasimodo: ” Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera.” che condensa tutta la nostra esistenza e i rapporti con gli altri.

    Mi piace

  6. Quanta passione nel tuo scritto, Ali, che riesci a trasmettere.
    E quanta nostalgia per un qualcosa che poteva durare di più ed invece si è interrotto.
    La vita…
    Spesso è impossibile recuperare ciò che è stato. Si va incontro a una delusione.
    Allora è meglio ricordare con passione.
    E’ un miracolo quando un sentimento riesce a sopravvivere.
    Il tempo però è passato e ha lasciato le sue tracce su ognuno di noi.
    Il sentimento sopravvissuto deve rinnovarsi allora…

    Che cara e bella persona sei, Ali cara.
    Una carezza dolce per te
    🙂
    gb

    Mi piace

  7. Io sono contrariata con me stessa perchè la sera, quando invece tu sei sveglia e dialoghi con gli amici, io dormo e non posso esprimermi in tempo reale ma sempre, come dici tu: in differita 😦 Ha ragione Franz ❤

    Mi piace

  8. Ero per strada e mi si para davanti un uomo con capelli e baffi bianchi e con occhiali da sole scuri. Mi si mette proprio davanti, un mezzo sorriso sulle labbra a le braccia incrociate sul petto. Lo guardo smarrita….mi chiedo “e questo cosa vuole?”
    E’ un attimo ma noto che si sta divertendo.
    Lentamente toglie gli occhiali e….la mia reazione è istantanea…gli salto letteralmente al collo!!!!
    Un collega di tanti anni fa…..un amico……la gioia di abbracciarlo……di vedere che stava bene…..persone che la forzata quotidianità allontana, ma poi basta veramente un secondo per capire, per sentire che in realtà il tempo non è passato….nessuna malinconia, solo gioia.

    Un saluto e grazie per l’opportunità che mi hai dato di raccontare….

    Mi piace

  9. Eppure, anche se sono lontane, le persone che hanno segnato positivamente la nostra vita, anche se solo per un breve attimo, poi ci rimangono dentro, per sempre e, quando le rivedi è come se ci si fosse lasciati la sera prima, un dialogo interrotto solo dalla lontananza, dalle circostanze della vita.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...