Perché si dice…

“Nascere con la camicia”

nato-con-la-camicia

“Essere fortunati, portare a buon termine qualunque tipo di operazione intrapresa”.

Il feto, nell’utero materno, è avvolto da una membrana protettiva. detta amnio, che al momento della nascita resta nel ventre materno. In qualche caso, però, il neonato ha ancora la testa coperta da parte di questa membrana e in certi casi, molto rari, l’intero corpo. Fin dai tempi più remoti il fenomeno è stato considerato di buon auspicio. Nell’antica Roma, per esempio, le levatrici vendevano l’amnio agli avvocati, ad altissimo prezzo, sostenendo che un amuleto del genere portato sempre addosso conferisse loro un’eloquenza straordinaria e gli consentisse di vincere  tutte le cause. Con il passare del tempo si è arrivati perfino a vedere nel fenomeno un intervento divino: in Francia, l’amnio veniva benedetto da un prete e se assomigliava anche lontanamente alla mitra episcopale, il neonato che lo portava addosso al momento della nascita veniva consacrato alla vita religiosa. Questa abitudine non è ancora del tutto scomparsa in Francia, mentre gli inglesi, sempre molto pratici,  quando si verificava un’eventualità del genere, mettevano l’amnio in vendita, con inserzioni sui giornali o addirittura con manifesti. Pare che gli acquirenti accorressero in massa.

Lo sapevate? 🙂  Io no.

Buon inizio settimana a tutti.