Reazioni incontrollate

reazioni-incontrollate

IL NOSTRO CORPO REAGISCE SEMPRE AD UN’EMOZIONE NON ASCOLTATA

“…se non ascolti la tua insoddisfazione lei ti parla con il mal di testa

se non ascolti la tua rabbia lei ti parla con la gastrite

se non ascolti la tua paura lei ti parla con la stipsi

se non ascolti la tua voglia di dire “no” lei ti parla con un nodo allo stomaco

se non ascolti la tua passione lei ti parla con un’infiammazione intima

se non ascolti la tua creatività lei ti parla con le oscillazioni di peso

se non ascolti la tua affettività lei ti parla con una dermatite

se non ascolti la tua spiritualità lei ti parla con un corpo che non sente

il corpo è lo specchio della nostra anima…”

Simona Oberhamme

Meditate gente, meditate…

[preso dal web – condiviso da Facebook]

 

 

Riso alla cantonese

riso-alla-cantonese

La foto non è granché ma il riso cucinato in questo modo semplice, a parer mio è buonissimo.

Ingredienti per 4 persone :

Riso: 300 gr (io uso sempre il vialone nano anche se la cucina cinese richiederebbe altri tipi di riso)

Piselli: 300 gr

Prosciutto cotto a dadini: 150 gr

Uova: n.3

Sale, burro, olio, salsa di soia e cipolla quanto basta.

Procedimento: 

Bollite il riso in abbondante acqua salata per il tempo indicato nella confezione, nel frattempo mettete a cuocere i piselli (io uso quelli finissimi surgelati e li faccio lessare). Poi, sbattete le uova, aggiungete  il sale e un pochina di cipolla tritata fine; questo composto va fatto cuocere in un padellino con una piccola noce di burro, in modo da ottenere delle uova strapazzate sminuzzate finemente.

Quando tutti questi ingredienti sono pronti, versate un paio di cucchiai di olio (va bene anche quello di semi) nella padella (se avete un wok meglio ancora), poi aggiungete il prosciutto cotto, i piselli e fare scaldare un paio di minuti, infine  le uova strapazzate, il riso e per ultimo un paio di cucchiai di salsa di soia…girare, sempre tenendo la padella sulla fiamma… e buon appetito!

So che dirò una cosa impopolare, ma io adoro la cucina cinese  3

 

 

 

 

Questi figli…

Stai lì, in classe  e dici ai tuoi alunni di esprimersi per bene, utilizzando il lessico giusto… li correggi e li aiuti a parlare correttamente usando la terminologia adeguata… e poi…

ecco, mentre sei in riunione, senti vibrare il cellulare e ricevi un messaggino su whatsapp, di soppiatto lo leggi e  vedi che è tua figlia che chiede:

“Voglio fare un dolce, si può sapere dove hai messo questo?”

frullino

 

.. non ho parole! …. sta cercando lo sbattitore elettrico 32

E’ un po’ come quel parrucchiere che ha sempre la moglie spettinata!… Non credete?