il lago di Vagli

Nella lucchesia, tra i monti della Garfagnana, sotto 70 metri d’acqua si nasconde un piccolo paesino medievale, quello di Fabbriche di Careggine.  E’ un paese abbandonato, la sua storia si è interrotta nel 1947, anno in cui gli abitanti furono costretti a lasciare le loro case e a trasferirsi in una zona limitrofa per fare spazio al grande lago artificiale di Vagli; lago che di lì a poco sarebbe stato costruito (la costruzione del lago è stata ultimata nel 1953). A quei tempi. infatti, il torrente Edron andò a confluire nella diga (gestita dall’Enel) sommergendo non solo il piccolo centro abitato di Fabbriche di Careggine ma anche altri piccoli borghi della Garfagnana (Piari e Piantano). Il lago di Vagli rappresenta il bacino idroelettrico più grande della Toscana le cui acque, oltre produrre circa 100 milioni di chilowattora da fonte rinnovabile attraverso la centrale Enel di Torrite, contribuiscono ai fabbisogni irrigui e idropotabili della valle del Serchio.

[In un video del British Pathé le immagini del piccolo paesino della Garfagnana tuttora sommerso dalle acque del lago artificiale di Vagli]

Il lago avrebbe dovuto essere svuotato di norma ogni dieci, dodici anni ovvero al raggiungimento della capienza massima di 40 milioni di metri cubi d’acqua. Dal ponte tibetano, nei periodi di svuotamento del lago, è possibile ammirare quello che resta del paesino sommerso, che all’epoca era composto da 31 abitazioni e la chiesa romanica di San Teodoro. Fino al XX secolo, in occasione dei lavori di manutenzione della diga, il lago veniva svuotato facendo riemergere l’antico borgo medievale, con le sue case in pietra, il cimitero, il ponte a tre arcate, la chiesa romanica di San Teodoro e il campanile in rovina. Tale evento si è verificato soltanto quattro volte: nel1958, nel 1974, nel 1983, nel 1994.Lo svuotamento del 1994 richiamò circa un milione di turisti da tutto il mondo che, complice un’attenzione sviscerata da parte dei media, per sei mesi invase senza sosta ed inaspettatamente questa splendida valle. [Ci andai anch’io :)]

Dopo il 1994 il lago non è stato più svuotato e sono in tanti ad attendere quel momento. Nel 1997 ci fu un abbassamento dell’acqua consistente e riemersero i resti degli antichi abitati di Piari e Piantano, completamente rasi al suolo dopo la costruzione della diga, e il ponte in pietra che permetteva prima della creazione del bacino, l’attraversamento del torrente Edron. Purtroppo il borgo di Fabbriche di Careggine, situato proprio nella parte più bassa del fondo del lago dove si era accumulata tutta l’acqua rimasta, non venne fuori.Non mancano comunque i curiosi e in particolare i turisti che aspettano l’ulteriore eventuale abbassamento del livello dell’acqua del lago per vedere ricomparire le case dell’antico borgo di Fabbriche di Careggine. Inizialmente si era parlato di uno svuotamento previsto tra il 2010 e il 2012 ma ancora non c’è stato. Fabbriche di Careggine continua a dormire sotto settanta metri d’acqua.

[l’articolo è tratto da qui]

Annunci

4 comments

  1. Io sono tra le fortunate persone che hanno potuto vedere Fabbriche di Careggine, nel 1994 quando hanno svuotato il lago. In quei giorni ci furono temporali continui e si camminava affondando nella mota, anche il piccolo elicottero fece fatica a sorvolare il lago e ad atterrare. Comunque abbiamo visitato tutto il paese, siamo entrati nelle case, siamo passati sul ponte…. mi è rimasta nel cuore una sensazione indescrivibile, come se fossi io il fantasma che camminava in quel delizioso paese, e nelle case ci fosse l’allegro darsi da fare delle massaie e i bambini giocassero nelle aie…..
    Ho letto che il Sindaco ha dichiarato che il lago verrà svuotato nel luglio del 2016…. se lo farà veramente vorrei tornarci!

    Liked by 2 people

    1. c’ero anch’io in quel lontano 1994 e ho avuto le tue stesse sensazioni incredibili. Ricordo che era troppo scivoloso e si camminava tutti per mano per non cadere. Io avevo i figli ancora piccoli e non li perdevo di vista… Il paese era misterioso… spettrale… e continuavo a guardare quel campanile che sovrastava la scena. La punta del campanile qualche volta si riusciva a vedere sbucare sulla superficie dell’acqua del lago. Per diversi anni continuammo ad andare a Vagli nel periodo di Agosto e si sostava sulle sponde del lago a fare il nostro picnic 🙂 Anch’io vorrei tornare a vedere lo spettacolo… 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Ne vevo sentito parlare e visto qualcosa in TV, sarò un conservatore o uno struzzo da questo punto di vista, ma è una visione molto ma molto triste.

    PS: ho rebloggato un post sui cookie che penso ti possa essere utile.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...