what…?

A fine giugno mi chiesero di  tenere una relazione ad un convegno importante, io non ne volevo sapere in nessun modo, ma loro insistettero e io alla fine mi feci convincere.  Pensai tra me e me che la data fissata, per i primi di settembre, lasciava tempi ampi  e avrei avuto un paio di mesi per prepararmi.. quindi perché farsi desiderare tanto? E così accettai! (…lavoro da svolgere aggratisse…) Fatto sta che a luglio, appena finita la scuola, avevo da riposarmi e rimandai la preparazione, poi partii per le vacanze e figurati se pensavo a queste cose… Fatto sta che a metà agosto, al rientro dal mare, mi dico che è l’ora di farla finita con le chiacchiere e accendo il pc per cominciare il fatidico lavoro….ma… dramma.. il pc non parte e … morto! “Caspita!…Ora che invento?” mi sono detta. Allora chiamo il tecnico che scopro essere in ferie in Grecia e che dice rientrerà addirittura il 25 agosto! Allora decido di chiamare un amico, che gentilissimo corre in mio aiuto e che non esita a sentenziare: “Cara amica mia, il tuo pc è MORTO! La scheda madre ti ha mollato quindi devi comprarne un altro!” 😦 Potete immaginarvi quel che è successo dopo… corse in qua e là a cercare un altro desktop..e alla fine a Media World ho trovato qualcosa di bello da comprare…e me lo sono comprato 🙂 Ma  era una macchina nuova molto accattivante e poi mi mancavano dei dati che erano ancora nell’HD del vecchio pc..quindi non ho fatto altro (lo confesso…sigh!) che giocherellare con le nuove impostazioni… e con i giochini! Poi, qualche giorno fa è tornato il tecnico dalla Grecia e io l’ho pregato di recuperarmi i dati del pc vecchio.. e SORPRESA.. il pc vecchio  non era morto ma aveva solo l’alimentatore rotto.. roba da spendere 30 euro e tutto è tornato a posto!

Morale della storia:

1) ho due pc!

2)  devo ancora iniziare la famigerata relazione per il convegno

3) il nuovo pc va talmente veloce che ho preso gusto a giocare ai giochini scemotti… e questo direi che è un gran problema! 😦

4) questa storia non è una storia ma è un problema … e da qualche parte di questo problema deve esserci un errore, ma non capisco quale sia pauroso

Annunci

5 comments

  1. Come sosteneva una certa pubblicità qualche anno fa, due is meglio di one (cito un po’ a memoria.. ;-))
    E, soprattutto, buon lavoro… preparatorio della ‘famigerata’ relazione.
    Ciao!

    Mi piace

  2. Bene così! Anch’io ne ho due, uno però piccolo(da letto o da poltrona), uno maxi.
    Sai, invece, cosa mi è capitato? Ho inserito una pen drive, ricca di files importanti, ma il pc mi chiede se voglio formattarla. Chiaramente ho detto no, ma non riesco a leggere i dati. Sono preoccupato. Possibilità di recuperarli? :twist:

    Mi piace

  3. mi ha fatto sorridere questa storia. E subito dopo, anche pensare molto.
    Tendo a vederla come una di quelle storie che sono lì, apposta per noi. Che stanno li a farsi leggere perchè al loro interno sta un messaggio ben preciso. Una sorta di insegnamento.
    Ma quale sia questo messaggio devo ancora metterlo a fuoco per intero

    So soltanto che avverto quell’euforia trattenuta di quando capiamo che qualcosa attraversa la nostra strada non a caso e non per niente
    Ci sono significati nascosti nelle cose e nei fatti che ci accadono e a me piace rompermi la testa per arrivare a ipotizzare un significato più profondo della semplice sequenza meccanica dei fatti

    Ci lavorerò. Un caro saluto e … (illuminazione!) io quasi quasi, nella tua relazione ci metterei un bel riferimento a questo che ti è appena accaduto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...