???

Della serie “alle stranezze non c’è mai fine” oggi, quando sono uscita di casa e sono andata a prendere l’auto giù al parcheggio, sono rimasta allibita dalla sorpresa: era piovuto fango! ( o “mota” come si dice qui in dialetto toscano)

[foto presa in rete]

Avevo già visto accadere una cosa simile, ma mai fino a questo punto! Pensate che ho dovuto correre per non farmi macchiare tutta la giacca con le gocce della pioggia terrosa.

In realtà dice che non si trattava di terra ma di sabbia del deserto algerino, portata dal vento di scirocco… sia quel che sia.. è stato un gran sudiciume …e l’auto è da lavare!

scaramantici…?

Vorrei parlare di superstizioni. Qualcuno dirà: ” Ohhhh, ma sei ingenua per davvero!” In effetti riconosco che un pochino ingenua lo sono sempre stata e direi che lo sono ancora.. si vede che lo sono per natura  .. ma mica poi tanto! Solo un pizzico vaaaaaa 

A parte questo, vorrei sapere voi: come vi comportate quando un gatto nero vi attraversa la strada? E quando siete 17 a tavola? E quando dovete scegliere un numero da giocare in una lotteria? Vi capita di passare sotto ad una scala a pioli appoggiata al muro? E di mettere un fiocchino rosso  alla carrozzina di un bambino appena nato? E di un cornino di corallo attaccato alla maglietta della salute che ne dite? Avete un portafortuna del cuore? .. Come ve la cavate se vi capita di arrovesciare la saliera? E con il colore verde come la mettiamo? E con il viola? .. Beh, io lo so che risponderete che voi nemmeno lontanamente vi lasciate coinvolgere da queste sciocchezze..e che sono tutte sciocchezzuole per gente di poco conto! … E allora io mi chiedo per quale assurdo motivo  da quando sono nata non sono MAI e ribadisco MAI riuscita a prendere il bigliettino con il numero della mia data di nascita..che poi è il 23,  perchè è sempre il primo numero che viene venduto e io arrivo sempre dopo!  Eppure se mi capita di chiedere CHI va a comprarsi quel benedetto 23 nessuno mi risponde che è stato lui. 

Possibile che tutti i superstiziosi vengono a comprare i bigliettini delle lotterie al mio paese? … 

Light it up blue

La nostra Torre di Pisa ieri sera si è illuminata di blu, come tanti altri monumenti in Italia.
torre in blu

(foto presa da internet)

L’iniziativa a cui ha aderito la città di Pisa, si chiama  “Light it up blue” e rientra nelle celebrazioni della giornata Giornata mondiale della sensibilizzazione sull’autismo (World Autism Awareness Day ), indetta dalle Nazioni Unite.
E così, colorando di blu la notte del 2 aprile monumenti, palazzi, luoghi-simbolo dei cinque continenti si spera di sensibilizzare cittadini e istituzioni sui problemi dell’autismo. .

E proprio in concomitanza con la giornata dedicata al problema dell’autismo, arriva dagli Stati Uniti uno studio che conferma come non vi siano pericoli nel somministrare ai bambini più vaccini in un solo giorno, anche se in tenera età. La rassicurazione arriva da uno studio che esclude ogni associazione tra vaccini e autismo. Lo studio è stato pubblicato sulJournal of Pediatrics e condotto da Frank De Stefano dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Centers for Disease Control and Prevention-CDC) di Atlanta.

Un genitore su tre nutre timori sulla sicurezza dei vaccini e molti ancora rifiutano o rimandano le vaccinazioni raccomandate. Uno dei timori più diffusi è quello che si somministrino troppi antigeni in una volta sola, quindi con un unico vaccino, e comunque troppi vaccini nei primi due anni di vita. Nello studio, gli esperti hanno confrontato 256 bambini con autismo e 752 sani, tutti nati tra il 1994 e il 1999. Hanno quindi recuperato i dati su quali vaccini avessero fatto, e hanno calcolato quanti antigeni vaccinali (i “principi attivi” dei vaccini) ciascun bimbo aveva incontrato in un solo giorno e nell’arco di due anni. Confrontando queste due misure è emerso che i bambini con autismo non hanno ricevuto più antigeni di quelli sani, né in un solo giorno né complessivamente e che, quindi, non c’è alcun legame tra vaccini e malattia, neppure con riferimento alla quantità di vaccini somministrati lo stesso giorno o entro i due anni. Attualmente inoltre, ricordano i ricercatori, i vaccini contengono molti meno antigeni rispetto al passato e l’esposizione del bambino è dunque ancora più ridotta.

Io, comunque sia, sono uno di quei genitori che ha una paura folle delle vaccinazioni, anche se non gliene ho mai fatta saltare una ai miei figli.

A parte questo…bella la Torre in blu, vero? 

sfizi

Sta tornando la primavera e con i primi raggi di sole riecco la voglia di rinnovarsi e  sentirsi vivi e felici. Beh, con questa situazione politica non c’è tanto da ridere, lo ammetto, ma che vuoi farci… io penso che il mio, da brava cittadina, lo sto facendo eccome: 6 anni in più di lavoro e stipendio bloccato a livelli da fame! Che dire di più?! E allora alla malora il governo ladro e tutto il caos che c’è …ed è con questa mentalità che oggi ho ricominciato con la palestra e con lo shopping 🙂  Da tempo avevo annotato nel mio libro dei desideri un paio di piccole voglie, che stamani ho deciso di esaudire e approfittando dei saldi di fine serie ci sono anche riuscita spendendo poco 😉

Primo acquisto: le “francesine”.. così supererò il metro e ottanta 🙂

Francesina

2) secondo acquisto: la mitica Kelly…

Hermes_Kelly

ecco fatto, ora sono a posto per un po’ e così mi rimetto a risparmiare per il 730, per l’Imu, per la nuova Tarsu, per l’assicurazione dell’auto, per la revisione della macchina, per l’università della figlia, per qualche spesa medica e per la manutenzione della casa (e queste sono solo quelle che mi vengono in mente al volo)… poi, alla fine del gioco (se gioco si può chiamare) se mi avanzeranno degli spiccioli nel conto corrente, giuro che li ritiro tutti quanti e me li spendo in frivolezze di ogni tipo… fosse mai che li lascio lì in banca e con i tempi che corrono me li fanno sperire!

pauroso

Pasquetta a gogò

pellegrinaggioOggi qui sono partiti tutti per raggiungere a piedi il paese vicino. Oddio… il “vicino” è molto relativo perchè il paese in questione dista dal mio un paio di ore di cammino tra i boschi, su per le colline. Diciamo che è una bella sfacchinata sotto ad un cielo per niente tranquillo, solcato da nubi minacciose. E’ un’antichissima tradizione quella che unisce i due paesi e che si rinnova di anno in anno. La Domenica delle Palme vengono loro da noi e noi li accogliamo in festa, stendendo i tappeti colorati alle finestre e con la banda in piazzetta e loro fanno altrettanto con la comitiva del mio paese, il Lunedì dell’Angelo. E’ una bella camminata che io poche volte ho avuto il coraggio di affrontare, ma non tanto per la fatica del viaggio, quanto per l’alzata troppo presto dal letto la mattina. Sono giorni di vacanza e me la godo sotto le coperte fino almeno alle 9 se non di più. Insomma…ozio! Un po’ mi dispiace, ma tutte le volte mi prometto che l’anno prossimo non diserterò e sarò insieme agli altri.

Quest’anno qui nel pisano è ancora freddino tant’è che le mie tartarughe sono ancora in letargo e le mie piante sono rimaste chiuse nella serra invernale. Ho seminato i pomodori e le zucche e anche una zucca spinosa, ma ancora non ci sono segnali di vegetazione. Sembra che siamo indietro di almeno un mese, ad inizi marzo, quando il tempo era di solito piovoso e variabile. Non c’è giorno che non piova e l’Arno è enorme e viene tenuto d’occhio da tutti che non tracimi e faccia danni. Oggi è anche il giorno della festa sul litorale e spererei di andarci a fare un giro, magari scattando anche qualche foto al mare.. ma ancora non so, ..vedremo poi…

Buona Pasquetta a tutti