un bel regalo di wordpress

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

4,329 films were submitted to the 2012 Cannes Film Festival. This blog had 26.000 views in 2012. If each view were a film, this blog would power 6 Film Festivals

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Mi ha incuriosito molto leggere il report, … grazie WordPress, mi hai fatto un bel regalo!  Ho analizzato tutto quanto con attenzione e ho notato che alcuni amici che frequentavano attivamente il mio blog si sono persi: qualcuno è passato a Facebook e qualche altro si è indispettito per qualche motivo e non passa più. In definitiva sono molto più “sola” di quanto non fossi in Splinder. Ma ho anche visto che in certi giorni i visitatori sono stati più di 500! Accipicchia!!

La cosa più strana è che ho qualche lettore assiduo che vedo passare sempre ma non lascia mai commenti.

A parte tutto dopo 10 lunghi anni io sono ancora qui… adoro questo piccolo spicchio di cielo. 🙂

Passerò per gli auguri di fine anno.. 🙂 A domani .. Alidada

un sughetto niente male

15
Eccoci qua, il Natale anche quest’anno è passato e tutto il daffare che ha preceduto la festa adesso resta nel ricordo.  Qui è andato tutto a meraviglia 😉 ..da voi? Il cibo è stato abbondante e ben cucinato e io (che sono stata l’unica cuoca della situazione) sono molto soddisfatta di me stessa. 🙂 Se qualcuno mi chiedesse qual è stato il piatto forte non avrei dubbi a rispondere e direi che il ragù era una vera prelibatezza. Volete sapere come l’ho fatto? Per prima cosa direi che per cucinare un ragù come si deve, servono diverse cose indispensabili: per prima cosa il tegame che deve essere rigorosamente un coccio tipo questo:

poi servono dei buoni ingredienti (odori misti, carne macinata di vitello e maiale, salsiccia, aromi e spezie varie, olio extravergine di oliva, parmigiano grattugiato, vino, sale e pomodoro). Infine serve la pazienza,… una bella dose abbondante di pazienza.. oserei dire un’infinità di pazienza.  Preparare un ottimo ragù è un po’ per noi toscani come preparare la ribollita (che qui si chiama zuppa di pane o zuppa di cavolo).. è una ricetta che presuppone una certa “religiosità” nella sua elaborazione.

Intanto il trito di verdure (qui si chiama “battuto”) si fa con la mezzaluna e il tagliere di legno. Non è buono il battuto fatto nel mixer (orrore) dove le verdurine e gli odori vengono ridotti ad una poltiglia umida… nooo.. la cipolla rossa (tanta), la carota (abbastanza),la salvia(poca), il rosmarino (poco), il sedano e il prezzemolo devono apparire come una dadolata color arlecchino e il loro odore si deve ritrovare dappertutto in casa fino al giorno dopo 🙂 Dice che in paese stanno tutti a naso in su quando io cucino in quel modo.. ma credo che chi me lo dice lo fa per scherzare e prendermi in giro.. ma non ci giurerei 😉

Dicevamo della dadolata di verdurine, ebbene, queste vanno poi depositate nel fondo del tegame di coccio e messe a scaldare insieme alla salsiccia (toscana) con un po’ di olio toscano.. (scusate, ma un po’ di sano campanilismo qui ci vuole 🙂 ). Dopo qualche attimo di cottura (non si fa rosolare che sennò poi diventa indigesto)  si aggiunge il macinato, il sale, poi il pomodoro e le spezie (noce moscata e cannella..) una bella manciata di parmigiano grattugiato e alla fine ci vuole il tocco divino.. un bel bicchiere di Chianti ad innaffiare/ubriacare degnamente la squisitezza.

Il bollore deve essere leggero e il tegame semicoperto. Ogni tanto una rimestata con un mestolo rigorosamente di legno e così via per un paio di ore e poi …mmmmm…

Beh, io con questo sughetto ci ho condito le lasagne a pranzo e i ravioli a cena e ne ho ancora per le tagliatelle di Santo Stefano (che qui è festa del Santo Patrono).

Beh, vi volevo raccontare un sacco di cose (ad esempio dei regalini spassosi che ci siamo scambiati..) ma il post mi viene troppo lungo, mi sa che il resto ve lo dirò domani, intanto se vi interessa segnatevi la ricettina, vedrete che è una cosa da provare e che poi non dimenticherete 🙂

Buonanotte a tutti 😉

Santo Natale 2012

Eccomi qua, vado di corsa .. 🙂  Ieri sera sono stata alla Santa Messa di mezzanotte e ormai il Bambinello è nato ed è tempo di festeggiare! Ora tocca a me preparare il banchetto 🙂 il menù del pranzo (saremo una decina di persone) è deciso:

antipasti misti – lasagne al forno – arrosto di maiale in crosta – spiedini misti – insalata e patatine arrosto per contorno – dolci natalizi accompagnati dal vino fragolino e da uno spumantino dolce.

A cena si replicherà con una versione ancora più allargata della famiglia (tra figli e nipoti saremo una quindicina) e il menù dovrà essere ancora più abbondante: antipasti misti – ravioli ricotta e spinaci – arrosto di tacchino farcito con le castagne – gamberoni – verdure grigliate e patatine al forno – dolci cioccolatosi e champagne..

Beh, sarà meglio che vada ..il ristorante di casa mia mi sta chiamando 😉

Auguri di buon Natale a tutti e che siate sereni e tranquilli, oggi  e nei tempi a venire.. a stasera (che poi vi racconterò com’è andata)

aspettando…

Non ricordo di aver mai visto la statuina della Madonna con il “pancione” 🙂 Credo che sia la prima volta e devo dire che mi piace molto.
presepe1

 

Giorni fa sono stata a visitare un Presepe molto bello, che ogni anno allestiscono in un paese qua vicino e ne ho approfittato per scattare qualche foto. Eccone una 😉

A parte questo che vi dico? Vi dico che sono in casa al calduccio a riposarmi un po’ e a pensare al menù del giorno di Natale. Voi che preparate di buono? Sono graditi consigli 🙂

Per gli auguri comincio a scriverli qua e a ringraziare chi è già passato, ma sappiate che come ogni anno passerò a trovarvi uno ad uno 😉

Felice Natale a tutti quanti!!..

 

PREMIO SUNSHINE AWARD…GRAZIE !

La cara amica  Liù  ha ritenuto il mio  blog meritevole di cotanto premio! La ringrazio per avermi dato questa soddisfazione!

Tornando al graditissimo premio, le regole sono queste:

 1) Includere il logo premio in un post o nel tuo blog : Già fatto :)

 2) rispondere a 10 domande su te stesso/a: Già fatto :P

 3) Nominare 10-12 altri blogger favolosi : io nomino tutti i miei amici, che sono liberi di scegliere se proseguire il gioco

  dunque… punto 1): fatto!

 Punto 2) Ecco le domande:

 1)  Colore preferito: ottanio

 2)  Animale preferito: canarino

3) Numero preferito: 3

4 ) Drink preferito non alcolica: succo di ananas

5)  Preferisci FB o Twitter: FB

6). La tua passione: internet, cucina e fotografia

7)  Preferisci ricevere o fare regali: farli

8) Modello preferito: Di cosa ?

9 ) Giorno preferito della settimana: mercoledì (giorno libero)

10)  Fiore preferito: gardenia

Adesso il punto 3 … so che la mia lista di amici in questo momento è super-spoglia, quindi chi vuol continuare il gioco lo continui pure 🙂

Sii folle…

L’unico modo di fare un ottimo lavoro è amare quello che fai.

Se non hai ancora trovato ciò che fa per te, continua a cercare,  non fermarti, come capita per le faccende di cuore, saprai di averlo trovato non appena ce l’avrai davanti.

E, come le grandi storie d’amore, diventerà sempre meglio col passare degli anni. Quindi continua a cercare finché non lo troverai. Non accontentarti.

Sii affamato.

Sii folle.

(Steve Jobs)

Tempo fa trovai questo pensiero su internet e lo salvai  nell’archivio del mio pc perché mi piacque tantissimo; oggi l’ho ritrovato per caso e lo sto rileggendo in forma critica;… ma secondo voi, è ancora attuale?.. Non è forse vero che è “da folli” non cogliere al volo la prima offerta di lavoro che si trova in giro..  o no?