a studiar… di là

Sono stata per qualche giorno ad un convegno a Montecatini Terme. Un seminario di studi sulla matematica. Qualcuno di voi starà già rimuginando su quanta noia e quante astrusità io sia stata costretta a sopportare. Beh, sicuramente le astrusità non mancavano ma la noia no, non ne ho sentita affatto. Sono anni che puntualmente ritorno a Montecatini per queste giornate di studio e ogni volta è un riscoprire sensazioni nuove e piacevoli, che mi lasciano nell’animo un certo benessere che poi mi resta addosso per diverso tempo. Chi non è mai stato nella cittadina termale non può capire fino in fondo a cosa io mi stia riferendo e non mi è facile trasmettere a parole quel vago sentor di buono che vorrei tanto farvi percepire. Intanto c’è da dire che l’hotel del convegno si trova immerso in mezzo a dei giardini lussurreggianti che seguono il crinale della collina e in quel verde il silenzio impera e l’aria è tersa.

Non è mai freddo intenso in quella cittadina, perché è riparata dai venti che passano sull’Appennino Tosco Emiliano e non è mai troppo caldo perché il verde e la ricchezza delle fonti termali dona refrigerio. Gli hotel sono numerosissimi ed entrare dentro ai più famosi fa restare a bocca aperta: drappeggi e decori liberty rievocano i tempi passati e nulla è fuori luogo, nemmeno le chiavi delle camere che oltre ad essere rigorosamente in ottone pesante sono sempre accompagnate da una solenne nappa di passamaneria damascata.

Si mangia toscano in saloni dai decori arricciati ma non troppo e dietro ai finestroni sempre illuminati da qualche raggio di sole benevolo. Si mangia parlando sottovoce, magari di qualche derivata e ci si sorride scambiando qualche pensiero e seguendo rituali sempre uguali, come se fosse impossibile modificare qualcosa che si protrae dai secoli scorsi. E la ribollita.. la pappa al pomodoro.. il farro della Garfagnana.. profumano l’aria di cose di una volta.

 Strane giornate quelle di Montecatini, un po’ lussuose e un po’ modeste, un po’ proiettare al futuro con tanto  di alte tecnologie per i nostri lavori matematici e un po’ retrò.. un po’ faticose e un po’ distensive. E alla fine ci si saluta e ognuno prende e va per la sua strada, chi per Pisa e chi per Palermo, chi per Rovigo e chi per Tornino… con la speranza che l’anno prossimo si possa ancora ritornare qua, dove il tempo sembra solo una convenzione e i problemi sono solo quelli che sui tavoli dei matematici trovano una soluzione.

Annunci

38 comments

  1. Ci metterei la firma subito per far analisi matematica in cura termale. Ma roba anche da impegnarcisi con i conti, da personcine a modo 🙂
    Un gioiello Montecatini in Italia.

    Mi piace

  2. Sono passata da Montecatini una sola volta, tantissimi anni fa, e solo per una notte, durante una gita scolastica di cui ricordo pochissimo: mi è rimasto impressa, però, l’atmosfera distesa e allietante di una serata passata passeggiando in un corso. Sorvolo che alla reception, il mattino successivo, abbiamo avuto delle “lagnanze” perché alcuni ragazzini ( insegnavo ancora alle medie inferiori) si erano divertiti a telefonare in alcune camere, svegliando dei vecchietti ospiti, giustamente inferociti!
    Fortunatamente, quando sono passata nel Triennio delle Superiori, questi problemi sono svaniti come neve al sole…Lì, più che altro, bisognava controllare che non nascondessero qualche bottiglia di vodka sotto la rumenta dei loro vestiti, prima di andare a dormire, con la scusa del freddo di Praga …;-))

    Tra l’altro la mia famiglia, per parte di padre, è proprio originaria di un paesino vicino a Montecatini, Chiesina Uzzanese dove, prima o poi, voglio fare un salto, così, per riscoprire qualche radice!!

    Mi piace

    1. Chiesina Uzzanese è qui, a dieci chilometri da dove abito io, se verrai ci troveremo 🙂 Anche i miei erano originari di quei luoghi.. però di Montecatini Alto 🙂

      Mi piace

  3. non esistono problemi, esistono soltanto soluzioni perchè se non c’è soluzione non c’è ( non è ) un problema.
    la soluzione, dopo secoli di insuccessi del teorema di Fermat, è la dimostrazione definitiva.

    Mi piace

      1. io sono un matematico mancato e un ingegnere forzato nel senso che non volevo studiare ingegneria ma matematica, anzi all’inizio volevo studiare fisica. un po’ di analisi matematica la devo per forza conoscere, altrimenti molti progetti finirebbero nel cestino 😉

        Mi piace

        1. io invece credo di essere un letterato mancato :-).. tornassi indietro non credo che rifarei la prof di matematica.. anzi, non credo rifarei la prof..o forse sì, chissà, tanto non posso tornare indietro.

          Mi piace

  4. Il fratello più piccolo di mio cognato ci arrivò da giovane come maresciallo dei carabinieri e si trovò così bene da prenderci moglie e mettere su famiglia. Sono stato parecchie volte a trovarlo negli anni. La cosa curiosa è che quando ci arrivò parlava con uno spiccato accento siciliano ma già dopo pochi anni l’aveva mutato in toscano e diceva ” Monte’atini”
    E’ un bel posto, mi piace molto anche per la gente che vi abita. Certo, personalmente non so se ci resisterei ad un convegno di matematica hehe, non è mai stata in cima ai miei pensieri ma chissà;)
    Buona giornata:)

    Mi piace

    1. anch’io pago Mauro, .. lavoro pomeriggi e nel giorno libero a zero euro.. non pernotto e mi pago tutte le spese di viaggio senza rimborsi.. In pratica mi pagano 4 giorni di duro (massacrante) lavoro con un po’ di ribollita e pappa al pomodoro 😦 ..Però in compenso la scenografia è da favola 🙂

      Mi piace

  5. Unire lo studio ad un momento di convivilialità è il massimo! 🙂
    Il posto è bellissimo, la compagnia divertente, peccato che tu non abbia potuto fare qualche bagno nella piscina termale, magari il prossimo anno.
    Con simpatia

    Mi piace

  6. sicuramente sarà stato interessante, ne facessero di seminari sulla matematica anche per la primaria… non sono mai stata a Montecatini, ma la tua descrizione mi ha provocato tanta sana invidia 😀

    Mi piace

  7. deve essere molto piacevole unire l’utile al dilettevole! Dicono che
    Montecatini sia una bella città e anche molto tranquilla !
    Un abbraccio cara Licia 😀

    Mi piace

  8. posto anche qui:

    x coloro che non la conoscono:
    Montecatini è un posto grande il doppio del cimitero di Roma però ci si diverte la metà.

    Mi piace

    1. dici così perchè non conosci a fondo Montecatini.. è una cittadina molto godereccia… a volte decisamente troppo! Prima era solo un posto da vip ..ora la situazione è diversa…la definirei “variegata”. A parte questo a me piace per quel che ho detto, e del “godereccio” sinceramente non me ne curo..se non fosse per mangiare qualche cialda e qualche gelato decisamente artigianale nella piazzetta di Montecatini Alto 🙂

      Mi piace

      1. Vi credo entrambi sulla parola 🙂
        visto che non conosco Montecatini nè il cimitero di Roma.
        Però conosco i convegni di studio e il senso di piacevolezza che si prova nel ritrovarsi con colleghi in ambienti diversi e di certo migliori di un istituto scolastico.E’ comunque uno staccare la spina dalla quotidianità. Unire poi l’utile al dilettevole, tra una ribollita e un’analisi,una fiorentina e una divisione, una passeggiata tra il verde e una chiacchierata, non deve essere per nulla male.
        In quanto ai cimiteri…non so, magari la prossima volta che tornerò a Roma lo inserirò in itinerario; chissà…da tempo vorrei visitare la tomba di Nino Martoglio, poeta siciliano e scrittore di divertenti testi teatrali dialettali e magari anche lì mi farò una risata ripensando ai suoi scritti.
        🙂

        Mi piace

        1. MR,
          Roma ti diverte per il solo fatto di esserci, viverci o il solo passeggiarci.
          e poi io la carne buona in Toscana vado a mangiarla sul Mugello.

          Mi piace

      2. perchè tu conosci a fondo Roma? 😉
        di Montecatini mi ha colpito molto l’età media dei suoi frequentatori, circa 83 anni ed essendo una media…

        Mi piace

  9. Sono stata a Montecatini, molto tempo fa, e devo dire che mi è rimasta nel cuore per la raffinatezza e per i luoghi immersi nel verde molto rilassanti. E’ una bella occasione per voi matematici, non c’è che dire!
    Buona giornata, cara Licia.
    un abbraccio
    annamaria

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...