pane (e bruschette)

Pane al sesamo

Qualche giorno fa, al supermercato, vidi in vendita i semi di sesamo e così mi venne in mente di provare a fare il pane, quello che a me piace tanto: pane al sesamo.. rigorosamente cotto al forno a legna.

L’avessi mai fatto! Appena misi a lievitare la pasta cominciò a piovigginare e così cominciò la mia odissea, perchè il forno è in fondo al giardino ed è allo scoperto quindi  se proprio volevo procedere nel mio intento non mi restava che incrociare le dita.

Fatto sta che il tempo non mi volle poi tanto male e mentre la pasta lievitava portai la legna e caricai il camino cominciando ad attizzare la prima fiammella.

In tempo zero il fuoco si propagò (si vede che la legna era proprio stra-secca) e il camino diventò un inferno dantesco con le fiamme che sprigionavano un calore da forno siderurgico. Pensai tra me e me che ero proprio sbadata e avrei fatto meglio ad andare per gradi inserendo la legna poco alla volta…ma era passato un anno da quando avevo acceso il forno per l’ultima volta e non ricordavo più! Comunque sia sperai che nessuno chiamasse il 115 con i vigili del fuoco a sirene spiegate .. e al seguito la neuro che mi ricoverasse tra i pazzi piromani che devastano le campagne toscane. 

Quando non ne potevo più di aspettare che il forno raggiungesse la temperatura (a proposito, come si fa a vedere la temperatura di un forno a legna.. chi lo sa? ) cominciai ad inserire timidamente la teglia con la pasta lievitata che nel frattempo aveva preso la dimensione giusta per essere cotta. Non avevo finito di spingere la teglia che subito mi si ruppe il reggiteglia e il pane cominciò a diventare nero bruciandosi inesorabilmente….panico! ..come potevo fare a togliere la teglia? Arrangiandomi con qualche straccio tirai via il tutto dal forno e alla svelta tagliai la pasta per forgiare alla meno peggio dei panini di dimensioni più piccole, che sarebbero cotti meglio.  Mezza ustionata e maledettamente arrabbiata mitigai il mio bollente spirito sotto le gocce di pioggia che nel frattempo si erano decise a scender giù
Insomma, il prodotto finale lo vedete nella foto in basso ..che forse come pane non sarà splendido, ma vi assicuro che tagliato a fettine sottili e irrorato con del buono olio d’oliva toscano era proprio una prelibatezza unica! Una bruschettina da leccarsi le dita .. Se volete la ricetta la potete trovare facilmente su internet o andare ad occhio con le dosi, come ho fatto io…, per il resto fate un po’ voi, come vi pare , io, se non avete l’olio buono, non vi prometto nulla 

Annunci

12 comments

  1. Buongiorno, cara Licia, una bell'avventura! Anch'io adoro il pane fatto in casa e prima, che avessi la macchina del pane, lo facevo manualmente. E' una vera bontà, dura più a lungo e non diviene duro già verso sera. Ho un forno casalingo e i risultati sono ugualmente ottimali. Stiamo riscoprendo le cotture domestiche e le preparazioni fai da te: c'è un vero ritorno al passato. Ovviamente ci vuole del tempo e quando si può è un piacere assaporare i buoni sapori. Al sesamo non l'ho mai fatto, mi hai dato un'idea.

    Buona giornata, un bacione.
    annamaria* 

    Mi piace

  2. Ciao carissima amica mia  grazie dei tuoi commenti e ora capisco la frase sull'olio  e riguardo al tuo post ci credo che sia buono visto che l'olio dfella Toscana lo conosco bene  ti lascio un bacio smack  olive dolci

    L'ESPLORATORE

    Mi piace

  3. :))))))))))))))))))) hai voglia, il forno a legna !!! io compro il pane toscano al supermercato quando lo trovo, lo metto in freezer, e poi a fettine lo scaldo nel tostapane per fare le bruschette 😦 Vita da città padana, che voi nemmeno immaginate….
    Un bacione !!

    Mi piace

  4. Sto pensando di mettere il forno a legna, al mometo il prezzo mi consiglia di aspettare…il mio vicino ce l'ha e la temperatura la valuta controllando quando la volta è rossa…ma c'è anche lo sportello di chiusura con un termometro….
    Il pane mi sembra ottimo specie se irrorato da olio buono….
    Un sorriso Nemo

    Mi piace

  5. naggia poveri noi abitanti d'appartamenti che sogniamo pene bruschette cotte nel forno a legna ( e io ci farei la pizza ogni settimana giuro) e invece come dice willa ci dobbiamo accontentare di pane da supermercato padano ;-(

    pss
    ma quelli piccolini sono per i piccini vero??:-))
    bacioni cotti al forno :-p
    virginia

    Mi piace

  6. Misurare la temperatura in un forno l'è dura assai, maremma boia! Ma lo sai anche tu, se non hai un pirometro o una termocoppia (che in genere si trovano solo negli stabilimenti siderurgici e non in una cucina), o che ci hai l'occhio di un fornaio esperto oppure …
    Un sorrisone, tuo
    Cosimo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...