20 pensieri su “prof a 65 anni!”

  1. Abbi fede, sei molto brava, ce la farai:-))))
    Prima di mandarci in prepensionamento a 50 anni c’era voce che avrebbero portato l’età pensionabile a 65 ( per gli uomini ) quindi potrebbe ancora succedere…mai dire mai…
    Un sorriso nemo

    "Mi piace"

  2. Io provo, riguardo alla pensione, sentimenti contrastanti.
    Avendo cominciato presto a lavorare avrei potuto smettere già due anni fa, il 1 gennaio 08.
    Ma non l’ho fatto, scegliendo di compiere i 40 anni di servizio, il 23 settembre 2011.
    Con la normativa attuale la " finestra" utile per il pensionamento mi si aprirà quindi a marzo 2012, a 62 anni.
    Ma siccome dicono che nel 2012 ci sarà la fine del mondo, praticamente in pensione non ci andrò, li morté!!! hehehe
    Sai che conosco bene il mondo della scuola, me ne occupo professionalmente da 28 anni e mia moglie e mia sorella fanno le prof anche loro. So  che la tua riflessione è fondata. Il tuo è diventato un mestiere difficile, con gli studenti che sono diventati terribili, i genitori ansiosi, petulanti  ed ansiogeni, i presidi che si barcamenano facendo i pesci in barile e lo stato che continua a tagliare risorse. "Arrangiatevi" è diventata la parola d’ordine.
    Però so anche che ce la farai e che quando  finalmente arriverà quel giorno ti farai un bel piantarello, pensando a quante generazioni hai dato un po’ di te stessa.
    E sarai contenta di te.

    "Mi piace"

  3.  ..io intanto vado al sindacato e sento se nel privato è la stessa cosa e se è possibile mettersi in mobilità! Ragazzi.. io ci ho pensato bene.. cambio lavoro! Tiè..

    "Mi piace"

  4. alidada ho letto il tuo commento precedente. io lavoro in una scuola privata. per ora non si parla ancora di pensionamento a 65 anni, almeno ufficialmente. ufficiosamente si sa che "l’idea" sarà ventilata anche per noi. e che non ti venga in mente di passare nel privato!.
    buona befana 🙂

    "Mi piace"

  5. Comunque Ali metti sempre in conto che problematiche similari si incontrano senza soluzione di continuità in quasi tutte le categorie lavorative, o perlomeno quelle alla portata dei "comuni mortali". Te c’hai la passione per quel che fai, e ce la metti incondizionatamente, me lo dico spesso anch’io quando scopro da semplice dipendente di pagare più tasse rispetto tanti piccoli imprenditori. Almeno a te, col passar del tempo, aumenterà ancor di più il rispetto che i tuoi allievi ti porteranno. Mica da buttar via … 🙂

    "Mi piace"

  6.  vero Ray, con i tempi che corrono meglio non buttar via nulla! ..
    ma io mi chiedo se sarà poi vero che con il passar del tempo aumenta il rispetto dei discenti verso i docenti, ..non sarà che da un certo punto in poi "il rispetto" diventerà "commiserazione"verso dei poveri vecchi insegnanti che faranno fatica a sbarcare il lunario  ?
    Insegnare richiede molte energie  e anche molto aggiornamento-studio ..  …  

    "Mi piace"

  7. Lo sai, che di persone come te ce n’è proprio bisogno!!!!! E le nuove leve dove lo trovano l’esempio, l’aiuto e i suggerimenti????
    Ripensaci……….
    Almeno, continua a fare formazione, però!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ti abbraccio forte forte :-)))
    Sara

    "Mi piace"

  8. ma certo che puoi farcela, anzi devi poprio farcela mica no!!
    grazie per la soluzione.. la lavagna! ed io che pensavo a qualche verdura , ho gia chiamato il dottore e dice che cosi non vale…non vale? ah ah non mi faccia ridere! vale eccome! 

    "Mi piace"

  9. Io è da un po’ che dico: un giorno la maestra appoggerà la testa sulla cattedra e i bambini diranno "Toh! La maestra si è addormentata!"
    "No, bambini, la maestra è morta!"
    Io mi aspetto di finire così…. spero che tu abbia tanta più energia di me!
    Ciao ciao…..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...