da Firenze

Sono stata una settimanetta a Firenze a lavorare e ho disertato il blog, ma ora intendo recuperare il tempo perso… già, perchè il lavoro extra per il Ministero della Pubblica Istruzione a volte penso che  sia proprio tempo perso, specialmente considerando quel che rende dal punto di vista economico .

Comunque sia ecco che rispolvero la pagina del blog e mi rimetto in moto . Cominciamo da una foto che ho scattato proprio lì, in un momento di pausa.

Ecco Firenze vista dal Lungarno del Tempio: 

Firenze

 

Buon lunedì a tutti,

Alidada

Annunci

17 comments

  1. Io invece spero tanto che tu abbia dato il tuo contributo da "addetta ai lavori", e che chi di dovere ne tenga conto.
    Mai perdere le speranze… dove finiremmo, altrimenti?
    Bentornata!

    Mi piace

  2. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  3. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  4. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  5. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  6. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  7. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  8. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  9. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  10. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

  11. Il servitore di parole…
    di Lisbon.

    I pensieri, tra le vostre mani di tenera seta
    son voli d’aironi ingabbiati dal vivere eterno
    Gli occhi, rapiti da un amante al cielo di notte
    son astri incastonati tra le pieghe dell’universo.

    Io, umile servitore di parole strappate al vento
    luce fioca indegna dinanzi a tale splendore
    Immagino cullarvi sul dorso della luna d’Estate
    e ondeggiare pensieri tra le braccia della notte.

    Io,vi vedo sfogliar margherite d’un vivo e non vivo
    Aprire il quaderno.. come un cassetto di sogni nascosti
    piangere lacrime di rugiada feconde d’amore
    cogliere lucciole, dal cielo di pietra d’un inverno inoltrato.

    Rubate pensieri al poeta viandante tra rime di carta
    Ombre furtive tra gli occhi, visi ignoti nella mente
    Mi lascio derubare quest’oggi del mio breviario di pensieri
    Per inebriarmi nell’odore di vita che corre nelle vostre vene.
    (fuori tema dedicato alle donne)
    (cliccare sulla immagine o tastierina e aprire il file)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...