spaghetti ai bianchetti

Cicinielli, bianchetti, gianghetti.. nel pisano anche "cee"…tanti nomi per chiamare il novellame di pesce azzurro tipo alici e sarde. La loro pesca è consentita solo da dicembre ad aprile ed è disciplinata da una precisa norma. E’ un piatto buonissimo, energetico e può essere adatto proprio a tutti, specialmente per chi ama sentire in bocca il “sapore” del mare.

 

Dosi per 4 persone.

400 gr di spaghetti.
500 gr di bianchetti.
2 spicchi d’aglio.
1 mazzetto di prezzemolo.
14 di bicchiere di vino bianco secco.

olio extra qb.
peperoncino macinato.

Prima operazione sciacquare bene in un colino il pesce per eliminare la sabbia e le impurità che immancabilmente lo accompagnano.  (io uso anche bianchetti surgelati)
In padella soffriggete l’aglio schiacciato ed il prezzemolo tritato,dopo un paio di minuti quando è imbiondito togliete l’aglio e aggiungete i bianchetti.
Fate rosolare,senza mescolare per un paio di minuti.
Sfumate il vino,salate,unite il peperoncino, un mestolino d’acqua di cottura della pasta e fate cuocere ancora per 2-3 minuti.

Condite gli spaghetti e spolverate con prezzemolo fresco tritato.  ..

 

 

Advertisements

52 comments

  1. I bianchetti li mangio bolliti e conditi con olio e limone, nella farinata e le frittelle…ma non avevo mai sentito questo modo di cucinarli… passo la ricetta in cucina…anche se per il momento la pesca è chiusa…quindi ne riparleremo a fine febbraio – inizio di marzo….
    Interessante post come al solito fai centro….
    Un sorriso e l’abbraccio della buonanotte.
    Nemo

    Mi piace

  2. .beh, Skarbie.. questo piatto, mangiato in un ristorantino tranquillo.. con un vinello bianco frizzantino.. può sortire i suoi effetti afrodisiaci 🙂 .. Però l’assaggio virtuale sciuperebbe senz’altro tutta l’atmosfera.. non trovi? :-))

    Mi piace

  3. Sembra una vera bontà! La proverò senz’altro: non sapevo che i bianchetti si potessero utilizzare per un primo piatto. Grazie cara, ti auguro una splendida domenica.
    Un bacio, Annamaria.

    Mi piace

  4. A parte il prezzemolo che odio, mi sembra una ricetta suggestiva, ci proverò a cucinarla ma dalla descrizione sembra molto invitante.
    buona domenica
    Nino

    Mi piace

  5. Invitante… sembrerebbe quasi una ricetta ligure (anche se in Liguria non l’ho mai trovata)… ma d’altronde tra la riviera di levante e la versilia il passo è davvero breve…
    Baci, tuo
    Cosimo

    Mi piace

  6. Immagino la faticaccia per pulirli uno ad uno… 😉

    suggerirei la variante con l’olio di oliva e non quello extravergine che essenda piò saporito (quello toscano poi…) potrebbe alterarne il delicato sapore.

    Mi piace

  7. Con i migliori auguri di Buon Natale…( vi dono il mio fuori tema)

    SORRIDO ALL’INVERNO

    … ho sorriso all’inverno, giunto puntuale all’appuntamento.

    sceso vestito di bianco, attraverso un mantello di cielo grigio.

    Come milioni di farfalle bianche volteggia la neve

    adagiandosi sul verde dei prati e dei boschi, sulle case

    e sulle strade affollate da bimbi incappucciati con le prime slitte.

    Le montagne davanti finalmente possono riposare un sonno

    sotto coperte color argento

    e il silenzio viene rotto dal bramìto del cervo sceso a valle.

    Il vecchio albero accoglie tra le lunghe braccia

    la casetta del mangime degli uccelli in libertà.

    Ancora nessuno se ne è accorto e il silenzio è assoluto.

    Il solo pettirosso sta saltellando giù dabbasso.

    Tra poco, inizierà la festa riservata al chiassare di cento piccoli con le ali.
    Baronerosso1

    ( cliccare sull’immagine ed aprire il file)

    Mi piace

  8. Mi permetto di aggiungere un consiglio sul vino da abbinare alla tua gustosa ricetta. Andrebbe bene un Pinot Grigio, un Aragosta, un Regaleali, tanto per toccare il Nord, il Centro e il Sud dell’Italia (così nessuno si offenderà…)
    🙂
    Un abbraccio. E un buonissimo Natale.

    Mi piace

  9. continuo ad avere problemi di accesso; poichè oggi vado in vacanza e tornerò il 7 gennaio del prossimo anno vi lascio i saluti e un suggerimento perchè gli auguri non sono mai serviti a nulla:

    Memento gaudere semper

    Mi piace

  10. un caro saluto in questa assolata ma fredda domenica di dicembre, preludio di un natale che si appresta a venire…
    con un sorriso, naturalmente!
    Gautier

    Mi piace

  11. il migliore bianchetto bollito è quello  che si produce a cariati marina dalla famiglia del sig Tosto Giovanni provare per credere mangiate anche il salato rosso prelibatezza cariatese e patrimonio del mondo

    Mi piace

  12. La salute della famiglia è espresso soddisfazione e il benessere dei membri della famiglia con una intimità amichevole, in cui l’accento sul rispetto dei diritti individuali, migliorare l’autodeterminazione, la responsabilità per se stesso e la famiglia, con conseguente crescita individuale e di sviluppo secondo le esigenze di ogni fase del ciclo evolutivo, così mi consiglia di generic viagra per migliorare la salute nella capacità di gestire in modo efficiente e adeguatamente affrontare i problemi e conflitti della vita quotidiana, sostenersi a vicenda, ad abbracciare il cambiamento e conformarsi a tali. 

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...