crostini toscani

crostini.jpg

Crostini toscani di fegatini.

Non si può non citare i crostini parlando di cucina toscana, ormai sono una parte per niente secondaria di un vero pasto toscano, accompagnati, se gradito, da un buon vino rosso, Chianti ovviamente!

Ingredienti per 4 persone:

350 gr. di fegatini di pollo

50 gr. di capperi sott’aceto

Mezza tazza di brodo

Mezzo bicchiere di vino

1 cipolla rossa media

2 o 3 acciughe sott’olio (o pasta d’acciughe)

Olio extravergine d’oliva.

 

Lavate i fegatini privandoli dove è il caso del fiele, sciacquateli e asciugateli.

Fate soffriggere in una padella un generoso fondo d’olio con la cipolla tritata finemente.

Mentre la cipolla rosola, aggiungete i fegatini e lasciateli scottare fino a quando non vi sembreranno pronti per essere insaporiti con il mezzo bicchiere di vino (o vinsanto), lasciate cuocere a fuoco medio per una ventina di minuti, aggiungendo, quando occorre, un pochino di acqua.

Quando saranno cotti potete decidere se tritarli con il passaverdura o con il tritatutto, a seconda della consistenza che preferite.

Fate attenzione a non scolarli ma ad aggiungere anche l’olio ed il sughino di cottura poi, a vostro piacere, aggiungete i capperi tritati con le acciughe oppure, meglio, la pasta di capperi e d’acciughe per regolare il sapore.

Servite i crostini rigorosamente con il pane toscano abbrustolito ed inumidito con pochissimo brodo, oppure, se volte, usate il fornellino per tenere al caldo il sughetto, che ognuno prenderà autonomamente per condire le fettine tostate.

 

Advertisements

41 comments

  1. Vabbeh, che pretese, mo! Pe’ forza il pane toscano???Se uno ha il pane di Vicovaro o di Lariano o di Altamura, non è lo stesso? hehehe, te possino 🙂
    Intanto io ieri ho fatto l’olio nuovo, dovresti sentì che delizia;)
    Buona serata Alidada, ti abbraccio.
    Caio

    Mi piace

  2. Leggo questo post mentre sta uscendo dal forno una stupenda farinata con un profumo che non ti dico…le bruschette le mangerò fra qualche giorno….
    Un sorriso
    Nemo

    Mi piace

  3. Sì Ali è la cecina…quando ero alla Magona a Piombino in trasferta la mangiavo buonissima da un pizzaiolo che in gioventù lavorava in una rosticceria molto rinomata di Genova
    La ricetta è:-

    -Prendi 3 etti di farina
    -la sciogli in un litro d’acqua
    -con 6 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
    si mescola bene e si lascia riposare per almeno 3 ore ( finchè siano sciolti tutti i grumi)
    Mettere in un tegame ( possibilmente di rame stagnato )
    Poi mettere in forno per 10 minuti a 200° e mezz’ora a 180 ° se il forno è elettrico lasciare che s’indori bene accendendo il grill
    …………..
    Io la mangio in mezzo al pane tipo sandwich….
    Un sorriso Nemo

    Mi piace

  4. @ Nemo: ricetta copiata… grazie! Presto la riproverò, le volte precedenti non so perchè mi si attaccava tutta alla teglia..
    @ Luisa :-)) … buon w,e,…e se venissi a casa mia a mangiare quei crostini sono sicura che ti piacerebbero 🙂

    Mi piace

  5. Ali… Preciso che la farina è quella di ceci….ma sicuri lo avevi capito…
    La farinata tende ad attaccarsi al tegame…puoi tentare di limitare ” l’attaccamento” ungendo molto, molto, molto bene il fondo del tegame
    Un cordiale saluto e l’augurio di ua felice domenica nonchè una notte piena di sogni dolcissimi.
    EEEEEVVVAAAIIIIIIIIIII che poeta sono!!!!!!!ahahahahahaha
    Nemo

    Mi piace

  6. @Nemo: certo, farina di ceci.. e la prossima volta olio alle teglie! ..e grazie dei tuoi pensieri 🙂
    @ Caio: … non è che le donne si prendono la ragione, di solito ce l’hanno 🙂

    Mi piace

  7. Evviva!… è un sacco di tempo che cerco questa ricetta scritta… Adoro il paté di fegatini (servito tiepido, magari su un piccolo fornellino da fonduta tenuto al minimo), più di una volta amiche toscane mi hanno passato la ricetta, ma sempre a voce (eh, voi donne!… 😉 ), e non c’è mai stato verso di convincerle a mandarmi una mail o a passarmi un pezzo di carta…
    Questa tua versione mi sembra convincente, l’ho subito trascritta e messa in archivio… un giorno o l’altro ci provo…
    Grazie e un bacio, tuo
    Cosimo

    Mi piace

  8. Ciao Ali, se permetti ti dò un consiglio: se i fegatini li scotti pochi secondi in acqua bollente con poche gocce d’aceto, prima di cucinarli come hai descritto, vedrai che perdono quel sanguaccio e sono meno acuti, e invece di aggiungere acqua, brodo, verranno ancora meglio.
    un saluto anonimo
    (lucia)

    Mi piace

  9. @ Volans: ..agriturismo? Quando andrò in pensione ..chissà.. 🙂
    @ Lucia: grazie tante del consiglio! Lo accetto molto volentieri e lo proverò la prossima volta.
    @ Mauro: ci fai conoscere la ricetta dei crostini di tua nonna?.. Non dirmi che non la conosci! 🙂

    Mi piace

  10. Mi è caduto l’occhio su questa ricetta: quando vivevo in Toscana ne mangiavo a volontà ma non ho mai avuto il coraggio di farli. Per togliermi la voglia qualche volta compero il vasetto pronto, è di ottima qualità ma, è vero, una “brava fudbloggher” deve saperli fare 😀
    Ah, vorrei fare anche la pappa al momodoro, quella di Gianburrasca, hai una ricetta per me?

    Liked by 1 persona

    1. mannaggia Libera, nel trasloco da Splinder ho perso delle immagini nel blog…una volta o l’altra lo dovrò riaggiustare, ..anche questa dei crostini non si vede più e nel mio archivio immagini ce la dovrei avere. Te li raccomando…niente a che fare con quelli confezionati! A parte questo, se guardi nel menù a destra del mio blog, trovi una sezione dove ho scritto molte delle mie ricette e c’è anche la pappa con il pomodoro… dimmi se hai difficoltà a trovarla 🙂

      Liked by 1 persona

      1. Eccomi, buongiorno ❤ Infatti avevo visto la ricetta sulla barra ma poi non ho cercato altro, avevo "ramazzato" tutto il dì ed ero stanca 🙂 Ora guardo la pappa, anche senza foto. Io non butto mai le foto, non le hai nel tuo archivio?

        Mi piace

        1. prima prima, non si potevano inserire direttamente le foto sul blog e ci si doveva servire di un server esterno, io avevo due o tre server, uno di questi era lycos che poi chiuse e tutte le foto si persero. I miei archivi sono incasinatissimi perchè tra il lavoro e le migliaia di foto che ho su flickr e sul blog è un delirio, un giorno mi ci metto (l’ho già fatto a più riprese negli anni) e cerco di risistemare le cose, non sopporto che il blog sia disordinato. Grazie Libera 🙂

          Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...