elucubrazioni .. un po’ folli

Potessi riavvolgere il nastro della mia vita forse mi occuperei di psicologia o di socioanalisi. Ma non posso sapere se finirei per occuparmi anche di cose di cui ero innamorata a 18 anni quando studiavo musica, giocavo a pallavolo e dipingevo quadri.

Non so.. ma di certo la psicologia umana mi ha sempre affascinato e per lungo tempo ho letto libri e mi sono documentata. Mi ha attirato la psicologia nello stesso modo in cui mi hanno sempre attirato le cose più incomprensibili..come la matematica, che per lungo tempo mi è sembrata astrusa e fine a se stessa.

Questa mia paranoica tendenza verso l’assurdo e l’impossibile credo che dipenda da quella benedetta sfida con se stessi che io ho sempre sentito forte e che mi ha portato ad intraprendere gli studi, appunto, di materie ostiche e poco gettonate. Ma torniamo alla psicologia: ci sono tante questioni umane che non riesco a concepire e mi sarebbe piaciuto che qualcuno mi avesse inquadrato i vari problemi sotto un’unica teoria. Una teoria oggettiva e scientificamente provata. Una teoria che me ne avrebbe giustificato l’esistenza.

Avrei voluto che qualcuno mi spiegasse come mai certe persone che sono degli assi in campo lavorativo e professionale, sono disastri in campo affettivo, al punto che nemmeno sanno trovarsi una compagnia per condividere le gioie e i dolori della vita e subiscono la loro solitudine come un martirio da dover sopportare loro malgrado. Mi chiedo come mai non se ne sono accorti prima che stavano sacrificando la loro sfera affettiva a discapito del loro lavoro. Ma non capisco nemmeno chi pone la menzogna alla base del suo rapporto con gli altri e nemmeno le false adulazioni.. non concepisco il “dover essere” esasperato di chi si ostenta al di là dei suoi limiti e non comprendo gli eccessi di chi va oltre misura.

Il blog è uno specchio di tanti di questi comportamenti e sono questi che a volte mi hanno spinto a sbattere la porta alle mie spalle ed andarmene, pensando lì per lì che fosse una cosa definitiva. Ma poi la mia voglia di comunicare e di dibattere .. di argomentare e disquisire ,.. di confrontarmi e crescere.. di giocare e di stupire.. hanno preso il sopravvento e sono tornata.  

Non sempre è facile resistere in un mondo come quello della Blogosfera dove l’illusione impera e la parola crea.. 

Capita che in casa mia io mi chiuda nella mia stanza e rimanga in silenzio per un po’, a leggere o ascoltare musica, in attesa che i malumori decantino. Nella blogosfera non posso farlo e allora a volte taccio e mi dedico alle foto..

Buon pomeriggio a tutti.

Alidada

Annunci

30 comments

  1. Hai scritto (descritto?) un dubbio comune: il problema, credo, nasca anche dal fatto che si vorrebbe avere più tempo per tutto, finendo invece per averne, paradossalmente, sempre di meno. Io provo una certa ammirazione per chi, dopo la sospirata laurea, ne prenda poi una seconda per il solo gusto di “farcela”: e credo che nelle persone affermate professionalmente, ma carenti negli affetti, si tratti di aver definito aproristicamente quale possa essere l’asse portante della propria esistenza. Qualcuno lo definisce egoismo, altri egocentrismo: per fortuna, c’è chi sa trovare un giusto equilibrio e godere delle piccole cose. E farne godere anche gli altri: tu spesso affidi anche a delle fotografie sensazioni ed emozioni che “bucano” il monitor, risvegliando quel filo comune che accomuna e riscalda l’anima.
    In questo, quando passo da te, purtroppo non quanto vorrei e meriti, c’è sempre quel confortevole teporino: te ne sono grato.

    Mi piace

  2. Queste tue riflessioni le condivido in modo particolare, sopratutto in relazione alla blogsfera. Continuo a stupirmi invano di certe contraddizioni rpietute e precise come la prova del 9. Non capirò mai come persone che appaiono equilibrate, valide anche dal punto di vista letterario, si lascino sedurre da menti contorte e pericolose.
    🙂

    Mi piace

  3. Chi dedica la vita al lavoro ed alla carriera è ovviamente destinato a sacrificare la vita privata e soprattutto la vita affettiva, credo che vorrebbero trovarla una compagnia per condividere gioie e dolori, ma chi ci sta a diventare la compagnia di qualcuno per il quale essere poi l’ultimo dei pensieri?
    Riguardo poi alla blogosfera ed a certi comportamenti vorrei stendere un velo pietoso … !
    Buon fine settimana
    Un abbraccio :))

    Mi piace

  4. bella riflessione,
    e per il blog, penso è piu’ facile raccontare il piu’ profondo pensiero attraverso dei post,che nella vita reale,
    e penso anche, chi nella vita proffessionale ed eccezzionale, e nella privata è un disastro, perchè concentra di piu’ per far bene il suo lavoro, e lo resta poca energia per il privato 🙂
    un sorriso e
    una serena fine settimana!

    Mi piace

  5. Ho la sensazione di capire perfettamente cosa vuoi dire. A volte si è così, e non c’è una spiegazione razionale. Forse dovremmo provare ad essere un po’ più clementi con noi stessi, alidada. Buona giornata. volans

    Mi piace

  6. @ Giuseppe: grazie del pensierino 🙂 .. buon w.e anche a te.
    @ Massimo: tu sei davvero in sintonia con me ed è questo che mi fa arrabbiare.. che mi trascuri :-))
    @ Scar: la seduzione di chi gioca a fare il “bel tenebroso” è scontata.. ma anche quella del “gentil cavaliere” non è meno incisiva 🙂 .
    @ Dupont: .. stendiamo un velo pietoso .. ti aiuto io! 🙂
    @ Volans: .. ho capito che tu pensi che non ci sia una spiegazione razionale ai comportamenti umani (ma se ne fossi sicura non avrei scritto questo post).. piuttosto però capisco meno il pluralia majestatis di quel che segue e cioè “Forse dovremmo provare ad essere un po’ più clementi con noi stessi”.. qual è il soggetto?

    Saluti cari a tutti e buona serata.
    Alidada

    Mi piace

  7. @ Qualquna: è vero quello che dici, è più facile raccontarsi in un post che nella vita reale.. il problema è che a volte il racconto è una lieta novella e ha poco a che fare con il vissuto reale.
    Buona serata anche a te 🙂

    Mi piace

  8. E’ che a volte mi sono odiato molto duramente. Mi sono fatto guerre tremende. Da ultimo, mi sono condannato all’ergastolo. Poi è arrivata colei che mi ha assolto 🙂
    Un caro saluto. volans

    Mi piace

  9. un punto in comune ce l’abbiamo …studiare psicologia…studiare la mente umana…offrire delle risporste alle tante domande…..oppure semplicemente giustificare quel dato comportamento….
    ci sono tante cose che non riusciamo a capire …eppure il mondo della blogsfera ci ha catturato
    sarà perchè ci piace scrivere..ci piace poeticare…è il nostro diario virtuale

    un abbraccio Alid

    Mi piace

  10. beh, puoi sempre iniziare ora con questi studi, no? Come mai dei geni nella vita, toppano in campo affettivo…forse perchè ci dedicano meno attenzioni, oppure è una cosa fuori dal loro istinto?

    Mi piace

  11. Neppure la psicologia è sempre in grado di dare risposte risolutive riguardo ad aspetti della personalità; anch’io ho avuto la possibilità di constatare come non vi sia sempre una corrispondenza tra “genialità” e “capacità di relazionare” con gli altri. Persone ricche di conoscenza e incapaci di stabilire relazioni positive.
    Riguardo alla Blogosfera, penso che ogni blogger scriva per motivazioni personali e diverse; c’è sempre un desiderio di far conoscere le proprie idee, di raccontare di sé, di mettersi in gioco, in ultima analisi. L’importante è essere se stessi e non indossare abiti di occasione.

    Mi piace

  12. Ciao, Alidada, psicanalizzare i comportamenti della blogosfera, non è compito facile, in tanti anni che sono su Splinder, gli unici psicologi che ho incrociato, non comunicavano, difficile farlo con il blog privato :-). ciao, felice serata*

    Mi piace

  13. @ Vany: buona se4ttimana anche a te e grazie del pensiero 🙂
    @ Volans: .. e così sei andato a Lourdes 🙂 Chi altri potrebbe avere il potere così grande di assolverci? 🙂 ..eddai che scherzo! 😉
    @ LIberadivolare: ..sì, ci piace anche andare e venire..svolazzando qua e là.. 🙂
    @ Skarbie: intanto mi metterei a studiare che cosa hanno di particolare quelli dei gemelli.. sai, sono così misteriosi! 🙂
    @ Cautelosa: il problema è saper distinguere a colpo d’occhio chi indossa vestiti di occasione veri o a svendita 🙂
    @ Patt: ..embè ..uno strizzacervelli è pur sempre uno strizzacervelli!.. Altrimenti che strizzacervelli sarebbe? 🙂
    Buonanotte a tutti voi ragazzi.. ops.. blogger.. lapsus freudiano 🙂 Io scappo a nanna che dopo un collegio dei docenti sto meditando seriamente di cambiare lavoro.. meglio andare a riposare ..ai problemi ci si penserà domani. 😉

    Mi piace

  14. Questi sono posti dove la razionalità spesso se ne va in vacanza… e allora affiornao tutta quella serie di comportamenti poco coerenti ed equilibrati, e come in preda ad una specie di possessione si diventa diversi da quello che si è in realtà…
    Ma la realtà che viviamo nasconde molte di queste facce diverse che qui vengono fuori…e gli psicologi servono appunto per capirci e farci capire qualcosa…
    E’ inevitabile l’avvicinamento e il confronto con la psicologia per una mente curiosa ed intelligente…
    Insomma… capire il mondo attraverso noi stessi e viceversa… non può fare altro che bene 🙂

    E ora Sogni d’oro…
    ma se sono d’argento va bene lo stesso…?

    Buonanotte
    Cri

    Mi piace

  15. A volte il blog può essere catartico, per questo, è vero, ci sono tante persone che si creano il personaggio che vorrebbero essere nella vita. Ma anche nella realtà è così, solo che qui è più facile. Dormi bene :)))

    Mi piace

  16. Giusto sabato scorso ad una festa mi hanno presentato una quasi -ragazza intorno ai quarant’anni, avvocato e di aspetto gradevole. A tavola poi ero seduto accanto alla mamma di lei che dopo un po’ mi ha detto candidamente ” la vede? ha anche altre due lauree, una in lingue una in economia, è bravissima, non è brutta ma non riesce a trovare uno che le vada bene”. Ora io non lo so perché quella ragazza non si sia -come dire-sistemata, ad oggi, non la conosco. Ma penso che a volte nostro malgrado ci creiamo una scorza eccessiva di razionalità che inibisce degli impulsi forse irrazionali ma forse un tantinello più umani. Come si dice?…un po’ di sana follia…
    Cara amica, tu vagheggi di una psicologia che assomoglia, tutto sommato, alla tua matematica. Non esiste. Per quel po’ che ne ho studiata all’università e per il fatto che quotidianamente mi ritrovo tra i piedi psicologi ( alcuni assai bravi, peraltro) posso dire che essa è tutt’altra cosa che una scienza esatta. Serve? Certo sì, serve ma non è una scienza esatta e talvolta fa danni (penso a Rignano Flaminio) che la matematica mai e poi mai potrebbe fare ( salvo quando si confondono pollici con centimetri e si mandano le sonde spaziali a schiantare su Marte, è successo)
    Quanto a questo mondo virtuale…a come si è veramente, a come si vorrebbe apparire, a come si appare…eh, ne abbiamo parlato anche altre volte. Dovrebbe essere preso cum grano salis, tenendo presente che sovente è proprio quello che non si sa ad affascinarci e che purtroppo quello che non si sa spesso nella realtà non è affatto affascinante.
    Alla fine, aldilà di tante belle chiacchiere, di tante affabulazioni ( per di più notturne, spesso) bisognerebbe realmente conoscersi, incontrarsi, toccarsi…annusarsi, sì, persino. Ma questo quando succede apre altri scenari e verosimilmente…altri problemi. No?
    Buonanotte, Caio

    Mi piace

  17. Ritengo il blog clone della vita, con la differenza che non ci vediamo in faccia, siamo meno naturali, in quanto protetti dallo schermo di un pc. Comunque, condivido gran parte delle tue acute riflessioni, g*

    Mi piace

  18. … e per fortuna torni 😉
    Credo che la blogosfera sia come la vita vera … si può incontrare un bel ventaglio di elementi.
    Se tutti avessimo capito tutto cosa saremmo al mondo a fare? Penso che, se siamo qui, é perché c’ é ancora un pezzo di strada da percorrere (tra assi in campo professionale e disastri affettivi, solitudini e menzogne e di più di più). Chissà se basta come spiegazione ai tuoi perché “psicofilosofici”?
    Buon fine settimana Alidada ….

    Mi piace

  19. La psicologia ha quel non so che di affascinante…ti quoto in pieno su questo. Peccato non averla potuta studiare anche a scuola. Io ho fatto lo scientifico e sto per laurearmi in lettere moderne.
    Comunque…c’è un premio per te sul mio blog. Non so se ami queste cose, ma mi sentivo di dartelo!^_^ A presto,
    Tonia

    Mi piace

  20. Secondo te è più facile buttarsi a capofitto nel lavoro o mettersi in discussione quando le relazioni interpersonali o affettive particolari non vanno ? Il coraggio di affrontare o studi di psicologia o analisi della propria capacità relazionale non è un coraggio comune. Per come la vedo io anche per il blog è uguale può essere un’ottima occasione di fuga o di presa di coscienza. Ciao Bella Proff

    Mi piace

  21. Ho letto con attenzione sia il post che i commenti. In genere lo faccio ogni volta che passo ma ultimamente un po’ di meno che le giornate, chissà per quale strana magia mi si sono accorciate e non riesco a fare più nulla… Ma oggi è sabato, ho più tempo …
    Torniamo all’oggetto del post.
    E’ da prima di aprire un blog che mi sono imbattuta professionalmente in quel che erano le chat e i blog. Poi ne ho aperto uno ed ho sempre, sin dall’inizio, dedicato uno spazio proprio a quest’argomento:il blog, cercando di trattarlo sotto i più vari aspetti.
    E dietro a un blog ci sta un blogger, quindi il blog non è altro che la proiezione mentale di un individuo.
    Qualche volta la proiezione fedele si se stessi , qualche volta (molte volte) la proiezione di quel che si vorrebbe essere. Forse sta qui quel gap di cui tu parli, Alidada.
    Quel che si vorrebbe essere non è necessariamente una indicazione negativa, poichè a volte non c’è mistificazione voluta ma solo la voglia di essere quel che si sogna e che, nella realtà, non si riesce a realizzare per i motivi che possono essere i più svariati.
    Certo, poi ci sono persono che mentono sapendo di mentire, ma sono una minoranza anche se una minoranza appariscente.
    Bel post, Alidada. Bel post!

    Mi piace

  22. stasera devo uscire ma domani, con calma, vi risponderò ai commenti. Grazie a tutti e buona serata.. Io vado a festeggiare un compleanno. 🙂

    Mi piace

  23. Anch’io ho la stessa tua identica propensione ad appassionarmi o cmq a voler seguire cose astruse e materie difficili da capire e lontane da me..! Basti vedere la mia scelta dell’università!! Informatica! Dopo aver fatto il liceo linguistico! E non aver mai capito una mazza di matematica..! (eh sì, purtroppo è vero! 😦 )
    E’ una sfida verso se stessi, ma forse anche verso i pregiudizi e la banalità… noi se non altro ci apriamo verso nuove esperienze, abbiamo paura ma non ci fermiamo davanti ai muri. Io non l’ho fatto di sicuro. Le persone però invece di solito proseguono la propria strada a tentoni, hanno paura a mettersi in gioco, fanno sempre e solo quello che gli riesce fare, guai a passare una barriera.
    Per quanto riguarda la psicologia: io sono una grande fan, e la vivo anche molto da vicino, facendo psicoterapia ormai da qualche anno… devo dire che è eccezionale e affascinante e quando ci entri dentro è come se guardassi il mondo da un’altra dimensione! Non si impara dai libri però, si impara da se stessi.
    Le persone di cui parli però, ne parla molto anche Alberoni nei suoi libri… quelli che spendono molto sul lavoro e non sono bravi con la famiglia e con le relazioni… E’ come se incanalassero la propria energia in un’unica direzione. In pratica sono tanto bravi proprio perché sacrificano qualcosaltro. Non guardare solo i lati negativi, guarda anche quelli positivi… Gino Strada ad esempio. Ha fatto una cosa stupenda, ineguagliabile. Ma l’ha fatto a scapito della propria famiglia, che se la tiene lontana di continuo per andare ad aiutare dove c’è bisogno. Ha fatto soffrire qualcuno, ha dovuto far soffrire qualcuno. Se non avesse agito in quel modo, forse oggi non ci sarebbe Emergency.
    Mi sentivo particolarmente ispirata stasera!
    Ciaociao!

    Mi piace

  24. In poche parole tu vorresti conoscere ” l’ essere umano” …lo vorrei tanto anche io…non ci sono mai riuscito…pensa che mi è capitato di tenere la portiera aperta della macchina ad una allieva della mia autoscuola ( più che altro per sicurezza) e questa mi ha detto:- che mi sta facendo la corte?….No signora le sto solo tenendo la portiera aperta!!!!!!….quante persone confondono la gentilezza con le avances!?!?!?!?!?!
    Un sorriso Nemo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...