Passa il tempo!


prima media.JPGPotrei scrivere un romanzo sul primo giorno di scuola dei bimbi di prima media. Ogni anno si ripresenta una nuova scena che però non è tanto diversa da quella degli anni precedenti. Li vedi tutti lì fermi, intimoriti con gli occhi sgranati come se un lupo stesse per avventarsi su di loro.

Tutti zitti aspettano timorosi l’ingresso degli insegnanti. Ogni tanto bisbigliano all’orecchio del compagno per sapere se in quel momento ci si può soffiare il naso o ci si può chinare a raccogliere un lapis che è cascato in terra.

Poi, piano piano, cominciano a sciogliersi e provano a chiedere sottovoce: “Tu maestra come ti chiami?” e a quel punto a me viene sempre da sorridere..ma non mi lascio coinvolgere più di tanto e rispondo: “Ora siete grandi e dovete dare del Lei anche se qualcuno di voi mi conosce bene…” e mi volto a guardare la figlia di mia cugina che mi guarda fissa con gli occhioni verdi sgranati.

Ebbene sì. nei paesi succede anche questo, che si insegna ai figli dei cugini… ma anche ai cugini stessi. visto che la madre della bimba occupava lo stesso suo posto circa 20 anni prima di lei.

Poi c’è l’appello e a quel punto finisco sempre a domandarmi per quante generazioni dovrò proseguire l’insegnamento nella mia scuola. Scuoto il capo ridendo tra me e me pensando che tra un po’ arriveranno anche i nipotini dei nonni che sono stati miei ex.alunni.

Una volta, qualche anno fa,  mandai alla lavagna una bimba e nel mentre le dettavo delle cose da scrivere la osservavo notando una certa somiglianza con un’altra che era stata mia alunna anni addietro. Alla fine glielo chiesi: “Conosci per caso una certa Pamela?..Sai che le somigli!.. Dovrebbe avere qualche anno più di te.. “ e lei mi guardò un po’ strana e mi rispose: “Certo che la conosco, è mia madre!” e io: “Naaaaa…. non è possibile… avrà una ventina d’anni non di più.. ti dico anche il cognome…- e pensa e ripensa mi venne in mente come si chiamava quella Pamela-.. Galli!” Ecco come si chiamava! 

E lei di rimando:“Appunto prof.. è proprio lei, mia madre!” A quel punto mi resi conto che il mio concetto del tempo era un po’ logoro e che era meglio fare l’indifferente e lasciar perdere il discorso, sperando fosse passato inosservato dalla classe ..    

Annunci

23 comments

  1. darsi del tu è un privilegio per pochi :-)… Ciao Sky…
    Io pretendo anche che quando entro in classe si alzino in piedi e salutino. Un po’ di educazione e di buone maniere non guastano mai 🙂

    Mi piace

  2. eheheh, cara, consolati, a mia moglie succede di peggio! Tra i genitori della classe di nostra figlia piccola c’è uno che è stato suo allievo ed ogni volta che c’è una riunione non manca mai di ricordarglielo hehehe.
    E del resto succede anche a me, nel mio ruolo che tu sai.
    Quando ci arrivai ero il più giovane tra i colleghi, per età ed anzianità poi sono diventato il più anziano anche se non il più vecchio.
    Adesso sono il più anziano ed anche il più vecchio!
    ” fugge il tempo e mai non riede//per le vie che già passò”
    ch’amm’ a fà? 🙂

    Mi piace

  3. eh … si … conosco benissimo quel tipo di sensazione!!!
    il tempo passa e noi siamo seduti lì, sulla stessa sedia e tutto ci corre davanti agli occhi come in una seguenza di film!!!
    ma ci sono i … Mirrors … speccho specchio delle mie brame … fa che io sia sempre la più bella del reame (O LA PIù BRAVA … O LA PIù BUONA … O … O … O …, TANTO è INUTILE … IL TEMPO FA QUELLO CHE DEVE FARE … MA PERCHè NON SOGNARE???!!!)

    BUONA NOTTE

    GIULIANA
    (p. s. scusa le maiuscole … mi sono scappate … non è un attacco di grandeur improvviso!!!)

    Mi piace

  4. Eh si il tempo passa, inesorabile, implacabile, senza pietà. Bisogna fare coma Faust o come Dorian Grey e fare un patto per l’eternità. Ma poi ti chiedi:ma ne varrebbe la pena? Ciao

    Mi piace

  5. Bellissimo post…. sono anche d’accordo sul “tu” e sul fatto che devono alzarsi in piedi… confermano quello che ho sempre pensato di te a scuola …cioè una prof. molto in gamba bravissima e con una professionalità massima…
    Bella anche la tua foto con la bacchetta….
    Un sorriso dal Piemonte sono tornato poco fa…
    Nemo

    Mi piace

  6. Il tempo corre così veloce ALi che mia figlia che fa l’ostetrica ha avuto come capo sala l’ostetrica che mi ha assistito quando è nata…………
    Quando l’ho saputo non ci credevo!!!!!!!!

    Mi piace

  7. Oggi è stato il primo giorno di scuola in prima media per mia figlia.Per l’emozione si è addormentata alle due di stamattina ed alle sei era già in piedi.Gli altri miei due figli sono andati nella stessa scuola quindi per lei il volto degli insegnanti e la scuola non erano nuovi.E’ tornata entusiasta contenta del fatto che le avessero lasciato due temi,che le avessero parlato di democrazia e politica e lei avesse capito..Ho assistito al discorso della dirigente scolastica,alla presentazione dei professoiri e di alcuni progetti.Per me quella scuola è casa,per i miei figli anche :))
    un bacio cara Prof e buon inizio del nuovo anno scolastico

    Mi piace

  8. Daphne.. mi piacerebbe tantissimo avere uno dei tuoi figli a scuola.. se ti assomigliano devono avere una mente veloce e aperta come pochi..
    Buonanotte 🙂

    Mi piace

  9. Accadono cose che sono come domande,
    passa un minuto oppure anni,
    e poi la vita risponde.
    ~ Alessandro Baricco ~

    Sai Licia mi ricordo quando accompagnai per la prima volta mio figlio a scuola in prima elementare :)))
    Forte sto ricordo :)))
    Buonanotte 🙂

    Mi piace

  10. anch’io ne ho vissuti tantissimi di quel primo giorno di scuola, anche se da una prospettiva diversa dalla tua ma ti assicuro che l’emozione e le intime sensazioni erano le stesse. Una cosa però non pensavo: che stesse passando il tempo! E tu con questo post me lo hai ricordato: ma ormai è troppo tardi per pensarci: ora il tempus fugit….e come fugit!
    Ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...