5 dicembre 2007

 Scriccioli di parole
sopravvivono a fatica
agli scempi dal tempo
e riecheggiano esili
tra le nebbie dei ricordi.
Eppure era così bello raccontarsi
per scoprirsi sempre nuovi.
E che soave leggerezza
giocare ad inventarsi
in un sottile incanto.
Ora quei suoni di voci lontane
si plasmano in fonemi strani
e non c’è più modo di comprendere.
Gli orecchi sono stanchi
e non raccolgono magie.
E non c’è altro da aggiungere
perché di quel che è stato
è solo questo tutto ciò che resta.
 
Alidada

 

Annunci

10 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...