pensieri cupi

Non sono ai tropici e nemmeno poi molto lontano. Sono qui, dove sempre. Per me non è un gran bel periodo. Mi sono ritrovata a svolgere un altro lavoro oltre a quello solito e sto pensando di aver sbagliato ad accettarlo e che non ne valeva la pena. Ultimamente ho aggiunto troppi problemi alla mia vita incasinata.

Probabilmente è la stanchezza  che mi fa sentire così buia ..così cupa. Non riesco a liberare i pensieri nemmeno nel blog e li tengo per me aspettando che tutto sia passato e di tornare a sorridere come mio solito. Sto facendo nottate di lavoro al pc ma più  lavoro e meno mi sembra di essere produttiva. Lo stress poi mi rende irritabile e tesa.

Eppure mi dico sempre che è inutile inseguire gli alti ideali.. ha forse un senso cercare di far piacere e di far imparare di più la matematica?

A presto,

..un abbraccio,

Alidada

Pubblicato da

Alidada

sono qui, nel mio spicchio di cielo

29 pensieri su “pensieri cupi”

  1. Alidada, quello che constato sempre di più è che “un certo tipo di gente” è sempre più in crisi…. anche per me è la stessa cosa, sono in crisi nera e non riesco a venirne fuori. Giusto stamattina pensavo che è come se vedessi tutto sotto la luce impietosa dei neon bianchi…. e sempre di più anche io mi chiedo cosa valga la pena fare, avere, credere, e per cosa può essere appagante lottare. In realtà, l’unico desiderio che ho è quello di mandare tutto al diavolo e addormentarmi su una spiaggia, al sole, riparata dal vento, con il rumore delle onde nel cuore.
    Il resto, giuro, mi avanza…
    Un bacio, Willa

    "Mi piace"

  2. Mamma mia che periodaccio… Per favore, cerchiamo di reagire e lo dico a me mentre lo dico a te e Willa… E’ un brutto, bruttissimo periodo ma non abbattiamoci. -__- Un abbraccio di cuore.

    "Mi piace"

  3. Eccome se ha un senso insegnare la matematica, Ali. Io, che ero negatissimo, ho avuto l’ultimissima fortuna di essere illuminato, in 3° liceo, da uno dei pochi professori capaci di insegnarla.
    …e sono sicuro che tu sei fra quelli.
    Ciao
    Scaramouche

    "Mi piace"

  4. Direi di aspettare la conclusione del lavoro, che sono certo darà ottimi risultati.
    Personalmente il sapere che stai bene è un motivo di gioia…il tempo per riposare devi comunque trovarlo ed in questo caso è giusto che tralasci il blog…ecco magari ogni teto un:- Ragazzi sto bene! , tanto per tranquillizzarci. Grazie.
    Un sorriso con stima
    Gino

    "Mi piace"

  5. anche per me …periodo superturbolento, anche se ora, finalmente, mi sembra di intravedere un po’ di sereno!!!
    concordo con quanto ti ha scritto zionemo
    forza e coraggio (e poi, ricordati, vivi in toscana: guarda fuori, guarda le colline e respira …!)

    giuliana

    "Mi piace"

  6. certo che ha un senso. Mio figlio la adora e se trovasse più entusiasmo intorno alla lui sono sicura che sarebbe più felice. Cerca di stare bene.

    "Mi piace"

  7. LA FARFALLA

    Un giorno un uomo trovò un bozzolo, dal quale s’intravedeva un piccolo foro. Egli si sedette ed osservò per diverse ore la farfalla mentre lottava Lper spingere il suo corpo attraverso quel piccolo buco.
    Ad un tratto sembrava che avesse smesso di fare progressi. Sembrava che la farfalla avesse fatto tutto ciò che poteva e che non avesse la possibilità di andare oltre. Così l’uomo decise di aiutarla prendendo un paio di forbici e tagliando la parte rimasta del bozzolo.

    La farfalla uscì facilmente, ma aveva un corpo piccolo e gonfio e delle ali avvizzite. L’uomo continuava ad osservarla, perché credeva che, da un momento all’altro, le ali si spiegassero e fossero in grado di sostenere il corpo, il quale, col tempo, si sarebbe contratto. Non accadde nulla!
    Infatti, la farfalla passò il resto della sua vita trascinandosi per terra con un corpo gonfio e delle ali avvizzite. Non fu mai capace di volare.

    Ciò che quell’uomo nella sua gentilezza e nella sua fretta non capiva, era che quel bozzolo ristretto e lo sforzo necessario alla farfalla per passare attraverso quel minuscolo buco, erano i modi con cui il suo Creatore trasmetteva il fluido dal corpo della farfalla alle sue ali, affinché essa potesse essere pronta per volare una volta raggiunta la sua libertà dal bozzolo.

    Talvolta, gli sforzi sono esattamente ciò di cui abbiamo bisogno nella nostra vita. Se il nostro Creatore ci permettesse di condurre un’esistenza priva di ostacoli, ci limiterebbe. Noi non saremmo così forti come dovremmo, se le nostre capacità fossero testate senza ostacoli. Non potremmo mai volare, né crescere. (anonimo)

    coraggio, la primavera è alle porte, un saluto anonimo

    "Mi piace"

  8. ciaooo alì, non ti stressare troppo…avessi trovato un’insegnate come te di matematica, oggi non la odierei, vedi: quando si tratta trovare ed imbattersi nelle persone giuste? Un abbraccio e buon w.e.
    🙂

    "Mi piace"

  9. hai scritto un post che avrei potuto scrivere io. che strano come a volte si condividano periodi di difficoltà, ognuno nel proprio silenzio e nella propria solitudine!

    "Mi piace"

  10. carissima alidada! non ti preoccupare troppo di tutti questi problemi, ci accompagnano sempre nella vita, sono nostri compagni di viaggio e di ventura, quindi, andiamo sempre avanti!!!
    un abbraccio fortissimo da claudio

    "Mi piace"

  11. Purtroppo, quando si accettano certi impegni, a volte poi si è davvero ” travolti”.
    Negli ultimi due anni ho passato anch’ io dei periodi assurdi, in questo senso. Quest’ anno mi sono liberata ” quasi” di tutto, eppure, ci credi se ti dico che quelle due o tre attività collaterali che ho mantenuto, già mi creano qualche problema?
    Bisogna proprio lasciarsi più tempo!! Un saluto 😉

    "Mi piace"

  12. Sai.. quando vedo lo sguardo semismarrito di mio figlio sui libri di matematica o geometria, penso a te e mi dico: avesse un insegnante come Alid! allora si che gli piacerebbe la matematica…
    Credo che il tuo lavoro abbia un senso, certo… il punto è che molti tuoi colleghi non sono disposti a fare quel qualcosa in più..
    Comunque, coraggio… è un periodo un pò così, per altri motivi, anche per me.
    Ti abbraccio
    Ars
    (certo che sarebbe stato meglio se tu fossi stata ai tropici 😉

    "Mi piace"

  13. Aaaahhhh ma se dobbiamo parlare di periodacci…. mi trovi solidale! 😛
    Sono da poco finiti gli scrutini, gli aggiornamenti dei registri, le riunioni, la consegna delle pagelle!!! Beh ci vuole un po’ per riprenderci! In più io sto facendo un corso di inglese e un progetto pomeridiano di informatica con i miei alunni… e in tutto questo vorrei riuscire ad andare in palestra… pensa che mi sono iscritta ai primi di febbraio, ho pagato e ancora nn sono riuscita ad andarci!!!!
    Buon Carnevale! 😉

    "Mi piace"

  14. Ciao Alì… presumo che tu sia molto occupata in questo periodo, come lo sono io. Hai tutta la mia solidarietà, un abbraccio e… “ad maiora..”

    "Mi piace"

  15. vale sempre la pena aiutare gli altri, soprattutto nell’insegnare con amore la matematica, io amo questa materia ma lo devo a due insegnanti del liceo! baci

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...