30 Novembre: festa della Toscana

PegasoMi piace ricordare che oggi in Toscana è festa.

 

Nel 1786, il 30 novembre, la Toscana abolì la pena di morte. Riporto il testo del primo documento ufficiale che l’abrogò, l’editto del granduca Pietro Leopoldo. Dal 2000, in Toscana, questo avvenimento viene ricordato ogni anno con la “Festa della Toscana” del 30 novembre.

Nella foto: Pegaso, il simbolo dellaRegione Toscanainserito nel gonfalone.

a passeggio nell’oliveta

Ecco, scendiamo giù per il sentiero… 

nel pisano

ecco gli olivi…

passeggiata tra gli ulivi

con i loro bei tronchi e le folte chiome..

ulivo toscano

tra le piante ecco una simpatica amica: la ciuchina Raissa

la ciuchina

ed infine, all’imbrunire, ecco l’Ape con il raccolto delle olive, per il frantoio.

Dal traffico che c’è, in quella strada di campagna, hanno dovuto piazzare un semaforo.

al frantoio

Domani altre foto…

Buonanotte a tutti,

Alidada

ricrescita…?

Non so da voi, ma qui sono ricominciati i malanni, quelli che in 15 minuti ti sbattono sotto le coperte a tremare come una foglia e che ti portano la febbre a 40 in men che non si dica. E poi i rivolgimenti di stomaco e le diarree atroci, finchè il giorno dopo ti ritrovi che non ce la fai più a stare in piedi, fai fatica anche a tenere gli occhi aperti per guardarti un po’ allo specchio nel mentre ti dai una sistematina e magari constatare che l’unica cosa bella è che in poche ore hai perso quel grassetto in più che dalla scorsa estate ti dava ai nervi piazzato lì, sul girovita. Insomma, uno schifo.
Io intanto mi sono vaccinata, ma dice che il vaccino vale per l’influenza “seria”, quella che arriverà tra un mesetto e che invece questi virus qui, che ti mandano in subbuglio lo stomaco e l’intestino, non è da farci caso, che sono altre cose e che dobbiamo imparare a conviverci visto che l’Italia sta diventando un paese tropicale. Allora a questo punto spero che venga il freddo e si porti alla malora le ultime zanzare tigre che ancora resistono e gran parte di questo pattume di bacilli che non trovano di meglio da fare che sforacchiarchi le viscere.
Nel frattempo mi sono fatta un paio di giorni a letto e come accade ogni volta che mi ammalo, mi ritrovo (finalmente …e piacevolemente.. visto che non posso mai permettermelo) ad oziare al calduccio davanti alla tv. Vedo di tutto e potrei scrivere una enciclopedia sulle mie considerazioni a proposito.. ma poi esagererei e romperei le scatole a voi che vi fermate qui a leggere.. allora mi limiterò ad una piccolo pensiero e basta.
 Io mi chiedo se fa parte dell’ultima moda femminile mostrarsi in televisione con una evidente ricrescita scura alla base dei capelli biondi tinti che incorniciano il viso delle nostre più famose show.girl televisive. Me lo chiedevo giorni fa a voce alta guardando Michelle Hunziker a Striscia la notizia e sento qualcuno dei miei familiari mormorare: “ …guarda, .. non credo che alla Hunziker manchino i soldi per farsi i capelli dalla parrucchiera!”.
“Mah..!” rispondo io. E allora Licia Colò? .. E Simona Ventura? La Marcuzzi.. perché sfoggiano capelli che appaiono così trascurati? Potrebbero lasciar perdere le tinture e mettersi l’animo in pace con i loro capelli scuri naturali..

Me lo sono chiesto e richiesto ma poi ieri sera è stato il massimo quando ho visto Platinette ospite dalla Ventura in quella trasmissione che parla dell’Isola dei famosi.. Incredibile ma vero, anche Platinette si vede che segue la moda e così la sua enorme parrucca denotava la fatidica ricrescita scura dei capelli. A questo punto penso che apparire sciatti faccia proprio tendenza   😦

     Michelle Hunziker 

.

.