tarassaco

foto: Alidada

1-5-2006 ore 9.30 aggiornamento del post: il nome tarassaco deriva dall’arabo e significa pianta da insalata. Erbacea perenne tra le più comuni nelle zone europee, originaria dell’Asia e in seguito importata in altre regioni, è tra le infestanti più utili.  Solitamente i suoi fiori si aprono solo al sorgere del sole, chiudendosi quando è notte o il cielo è nuvoloso. Dai fiori si sviluppano in seguito le bianche sfere dei semi pennati che volano via al soffio del vento (i soffioni).   Dal XVI secolo è presente come “droga” ufficiale presso i farmacisti che la indicavano come Herba taraxacom o Herba urinaria da cui il nome di “piscialetto“.

Annunci

22 comments

  1. Il fiore di tarassaco o dente di cane, rallegra i prati in questa stagione, ed è pianta curativa.
    Un sorriso ed una cordiale stretta di mano uniti all’augurio di una notte serena.
    Nemo

    Mi piace

  2. Sono stupendi i fiori che iniziano a sbocciare..e a ricolorare i prati, questo ci fa ricordare che la vita batte anche l’inverno più gelido!
    un abbraccio, un sorriso e un baciotto,
    Buon primo maggio!
    Giu

    Mi piace

  3. grazie per queste precisazioni sui fiori…buon 1 maggio di sole:-)
    un sorriso
    veradafne

    ( ho letto il post precedente, non conoscevo questo bolg e la relativa proprietaria, non ho parole, solo speranza…)

    Mi piace

  4. Grazie, carissima Alidada, della spiegazione. Spero ti faccia piacere, dunque, avere presente questo link che ti rimanda alla Praefatio dell’opera (Classes plantarum, seu systema plantarum omnia a fructificatione desumpta […] secundum classes ordines et nomina generica cum clave cuiusvis methodi et synonymis genericis) del Linneo, che, in latino, aveva classificato tutti gli esseri viventi, piante comprese:
    http://www.fh-augsburg.de/~harsch/Chronologia/Lspost18/Linne/lin_clap.html

    Ti abbraccio forte…

    Mi piace

  5. Un intermezzo, questo tuo sul tarassaco,
    forse per allentare un po’ la grande pena che agita il tuo animo per la tua amica che lotta per la vita: sappi che ti sono vicino, capisco cosa significa soffrire per una persona cara, sentirsi impotenti e poter solo pregare e sperare.
    Un abbraccio.

    Mi piace

  6. …il mio prof di geologia quamdo all’universit ci portava in escursione li raccoglieva e li mangiava….un mito…speriamo solo che non fossero passati di lì troppi cani!!!
    bentornata Ali

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...