rosso di sera

rosso di sera…

Annunci

21 comments

  1. Sempre stupendo passare di qui…ascoltare la musica mentre ci si addentra nelle immagini, in quel rosso che incendia i pensieri e li sparge in volo…un abbraccio Alidada, vai da me quando puoi, ho passato una patata bollente senza impegno certo:)) Ahy…

    Mi piace

  2. Ciao Ali! Ho letto il post sotto, ed ho capito perché hai preso il raffreddore! ;)) In realtà, psicologicamente, il raffreddore è considerato una sorta di “chiusura” rispetto a quello che ci circonda…. siccome la gente fa intorno a me cose che non mi piacciono, che non comprendo (detto popolare: non mi piace l’aria che tira) allora “mi tappo”, creo realmente (da psicologico a somatico) una barriera per non “inalare” quest’aria negativa! :)) Guarda che non è uno scherzo, è stato provato! L’ultima volta che è successo a me è stato durante la lettura del libro di Giovanna Querci Favini. Un libro splendido ma molto doloroso, che mi ha segnato per un po’ di tempo. Beh, per il giorno e mezzo che l’ho letto ho avuto sempre il raffreddore! Poi, finito il libro, in capo a due ore mi è passato tutto!! ;)) Un abbraccio, pensaci e rilassati! Smack Luna

    Mi piace

  3. Ah! La foto è stupenda!!! :)) Non è scontato, anche se io ti sento così tanto che a volte mi dimentico che non mi vedi e quindi non lo sai!! ;)) Smaccckete!!! Lu

    Mi piace

  4. Una mia amica che ha un blog ed è molto più in rete di me, mi ha riferito degli effetti “nefandi” che ha suscitato il mio commento e degli strascichi tuttora presenti. Avevo intenzione, come dichiarai, di non intervenire più, ma, a questo punto, mi sembra corretto, per me e per gli altri, spiegare meglio e più serenamente quello che intendevo dire. Innanzitutto, mi sembra evidente, che non volevo assolutamente entrare nel merito del contenuto, come invece ha fatto Oshoosho, prima di me, che addirittura, non capendo l’ironia e il finto stupore, si è messo a dare spiegazioni come tu fossi, scusa, un po’ “babbea”(ma perchè non ti sei arrabbiata con lui?). Anche riguardo alla forma, non avevo niente da obiettare e infatti non l’ho fatto. Quello che mi incuriosisce nei blog sono le cose che uno “dice” al di là delle sue reali intenzioni. Mi spiego meglio: c’è un contenuto effettivo, quello visibile, leggibile da tutti, anche se non sempre compreso o comprensibile.
    C’è poi un contenuto più nascosto, ermetico che è poi il messaggio più o meno esistenziale che l’autore del post vuole intenzionalmente mandare nell’etere. C’è chi lo coglie, chi lo travisa, chi proprio non lo capisce.
    Ma c’è ancora un contenuto che sfugge, sul momento, anche all’autore stesso: sono appunto le informazioni che, suo malgrado, dà di se stesso. Ecco io ho colto un’informazione e ho portato il mio commento su un piano del tutto diverso anche se attinente alla situazione scolastica. Mi ha colpito, ripeto e ribadisco, che un insegnante non sapesse a fine anno scolastico (nel caso l’allievo fosse della prima classe) informazioni che tra l’altro l’allievo stesso era disponibile a fornire. Forse è un insegnante che parla poco con i ragazzi e pensa esclusivamente a fare la sua lezioncina? Non gli interessa ascoltare,informarsi (che non vuol dire “ciacciare”), a grandi linee almeno, dell’ambiente in cui vivono e se l’ aria che respirano in famiglia è tranquilla oppure no? Oggi i problemi, spesso, sono più diffusi e striscianti(per chiarezza non mi riferisco al ragazzo di cui si parlava nel post, ma in generale). Io imparo molto facendo parlare i miei alunni, in tutti i sensi, nel bene e nel male, ma probabilmente un insegnante di lettere ha meno ragazzi e sta più tempo con loro di uno di matematica, questo è vero! A proposito, lungi da me dal sentirmi “una letterata”! Io sono solo un’ insegnante di italiano e dintorni. Sbaglio o sei tu che ti sei definita una matematica, o meglio “un matematico”! Ancora una precisazione, concedimela! Schizzata vuol dire anche “fuori di testa”, squilibrata, agitata (vedi anche vocabolario Zingarelli). Se l’ho usato impropriamente nei tuoi confronti, scusami, ma la reazione suscitata, col mio provocatorio ma sostanzialmente innocuo commento, mi era semrata un po’ esagerata. Patrizia

    Mi piace

  5. Ehi…ciao Ali!! Le foto che posti sono sempre molto belle, le fai tutte tu? Io sono davvero negata con la macchina fotografica e anche se Guido è un ex fotografo semi-professionista, non sono riuscita a farmi insegnare nulla! Sigh!

    Baci

    Tata

    Mi piace

  6. un saluto a tutti e un messaggio a Patrizia: “senti Patrizia, se ho sbagliato qualcosa con te, me ne scuso.. in effetti ho anche dedicato del tempo a spiegare come mi muovo a livello didattico.. Per me sapere se un bambino ha un padre vero e un padre beneaccetto che non crea disagi è inutile. Nel momento in cui un ragazzino ha delle turbe allora sì, mi metto ad indagare… ma se è tranquillo lascio che cresca serenamente e mi limito ad assistere piacevolmente alla sua crescita.. magari insegnadogli anche qualcosa… ma poi madre natura farà il resto..
    Se vuoi sotterriamo l’ascia di guerra e andiamo oltre.. allora per me sarai beneaccetta sempre qui.
    Fai come vuoi.”
    Ora vado, sto male, sono afona e ho la febbre e sai una cosa? I ragazzi capiscono quando un insegnante sta male e se le vogliono bene diventano angeli.. e così è stato stamani..
    Buon pomeriggioa tutti,
    Alidada

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...