la prof e il bersagliere

la Prof e la bersagliera

In un click della mia piccola Fuji ho immortalato lo strano incontro tra due sconosciuti nella strada principale di Firenze.

Un attimo.. uno sguardo… un sorriso….click… e la storia continua  🙂

Buona domenica  a tutti

Alidada

p.s. naturalmente quella prof non sono io

Annunci

28 comments

  1. Il mondo è fantastico Isabella 🙂 .. vivere è fantastico.. è solo necessario esserne consapevoli.
    Antonella.. non so cosa abbia detto quella Prof a quel bersagliere ma se chiediamo a Mara.. lei sa. Mara non stava scattando foto come invece stavo facendo io.. Mara se ne stava con la macchina fotografica in mano a parlare … ;-))

    Mi piace

  2. Coniglione.. vuoi dire che la foto non è di buona qualità?.. E’ vero. Ho voluto fare una prova allegerendo troppo il file ho peggiorato troppo rispetto all’originale.. me ne sono accorta solo dopo che l’avevo trasferita nel web e non ho avuto la pazienza di rifare tutto da capo.. Sorry 😦 La prossima volta ci starò più attenta.

    Mi piace

  3. Cara Alidada, trovo piacevolissimo il tuo blog, ricco di immagini e sopratutto con un sottofondo musicale meraviglioso. Complimenti
    Grazie per le tue visite.
    Saluti cari da Sebastiano

    Mi piace

  4. Ho visto in TV i bersaglieri a FI,
    e il tuo obiettivo ha fermato questa giornata commemorativa con l’usuale partecipazione emotiva…
    Sei unica!

    Mi piace

  5. hai fermato splendide emozioni in uno scatto! Brava!…anche mio nonno era bersagliere…e queste immagini mi riportano a ricordi d’infanzia…
    un sorriso
    veradafne

    Mi piace

  6. wowwwwwww…che bella foto!!
    Anto…lui sorride perchè la prof gli sta dicendo che non aveva mai visto prima un bersagliere da vicino e che vorrebbe una piuma per ricordo…Ali, aspetto la prossima:-))Un bacio .Mara

    Mi piace

  7. Gioia, coraggio e generosità, le qualità migliori dei bersaglieri. Per questo tutti noi li amiamo e li accogliamo sempre con simpatia come oggi hanno fatto a Firenze.
    Ora che ci penso ….anche gli alpini sono simpatici e sempre allegri, sarà perchè anche loro hanno la piuma sul cappello? Allora c’è qualche speranza pure per i pennuti come me :))
    Un abbraccio
    Jona

    Mi piace

  8. sottoesposta o no … per me raccoglie un momento particolare … di quella splendida avventura, giusto? bacione Filly …(Lisa? dalle un bacione!)

    Mi piace

  9. sottoesposizione…
    cioè c’è troppo scarto fra la luminosità dello sfondo e quello del primo piano.
    in questo caso lo sfondo è sovraesposto, e il primo piano sottoesposto… insomma l’immagine risulta troppo scura nella zona principale e troppo chiara in quella posteriore.
    purtroppo aumentando in fase di elaborazione la luminosità e regolando i livelli qualcosa si può fare, ma si rischia di schiarire troppo lo sfondo.
    purtroppo amministrare bene il contrasto non è affatto facile in condizioni di luce sfavorevole. soprattutto l’elaborazione digitale di immagini troppo contrastate non è agevole. perchè sia le macchinette digitali hanno scarsa sensibilità per quanto riguarda l’aquisizioni di immagini a forte contrasto, così gli scanner faticano a rendere.
    in tal caso avresti dovuto leggermente sovraesporre in ripresa, evitando che la macchinetta prendesse l’esposizione al centro, dove come vedi c’è una zona di luce.infatti il fuoristrada è venuto perfettemente bilanciato ed esposto.
    sicuramente la compressione web ha danneggiato il dettaglio che ancora si riusciva a godere, ma purtroppo il contrasto è una delle pecche maggiori del lavoro digitale, e l’esposizione è una croce delle macchine automatiche che non ragionano sul complesso dell’inquadratura.
    Con photoshop si può correre leggermente ai ripari con una maschera e un relativo aumento di luminosità del primo piano e un po’ di burn, o magari anche semplicemente una azione sui livello, dello sfondo.
    in ripresa in condizioni così difficili si può o prendere l’esposizione sulla zona più buia (anche se dubito esista sulle macchinette la possibilità di fermare l’esposizione) o altrimenti, scorciatoia estrema ma sempre efficace: un colpo di flash.
    in condizione di luce molto forte, sole, come in spiaggia, o con ombre discordi, è una mano santa.
    in questo caso non sarebbe stato possibile… ma pazienza.
    cmq parlo per piacere di parlare, in quanto sicuramente lo sai meglio di me.
    ciao!

    Mi piace

  10. Sono felice che la tua assenza ti abbia restituita piena di nuove immagini ed emozioni e soprattutto di questo ponte che da virtuale si e’ fatto reale tra te e Mara,i vostri rispettivi mondi e il vostro seguito di “giovani menti”! Un caro abbraccio aq tutte e due le prof:))

    Mi piace

  11. che carina questa cosa della gita “gemellata” Toscana-Sardegna.
    e che bello avere delle professoresse così vitali! 🙂
    un bacione, buona giornata :*

    Mi piace

  12. Aaaah, ecco! Ora ho capito cosa stava dicendo la Prof di così divertente! 😀
    Per quanto riguarda la lezione di fotoritocco bé…tutte cose giustissime, ma penso che questa foto sia bella così, in fondo questo non è un photoblog dove le foto “devono” essere perfette sotto tutti i punti di vista (dico subito che le mie non lo sono, ma è anche vero che non sono capace di usare photoshop… :-D)
    Buona giornata cara Ali 😉

    Mi piace

  13. Come la mettiamo con la piccola Fuji in mano ???
    Con un sapiente gioco di specchi o occhiali a specchio, ha scattato con la macchina in quella posizione e per puro culo ti è venuta la foto che hai postato 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...