la grata di legno

grata

Non lontano da qui c’è una valle persa tra le colline. Ieri camminavo nella stradina sterrata che si snoda in quella terra dove batte poco il sole e ad un tratto mi sono trovata in mezzo ad un gruppetto di case abbandonate.

Mi incuriosiscono le abitazioni dismesse. Mi chiedo chi ci abitava e che cosa ci faceva ..e la mia fantasia si mette a correre… Mi viene sempre fatto di osservarle e a lungo.

Ieri, per esempio, mi sono fermata davanti a questa finestra sbarrata da una grata di legno ..

Chissà che se ne facevano di una barriera di questo tipo..

E’ un po’ come la barriera che metto a volte davanti al mio cuore: serve a poco….   🙂

.

Buona giornata a tutti

Alidada

Annunci

12 comments

  1. la mia immaginazione mi porta ad una sera d’inverno con i vetri appannati un po’ di neve adagiata sui bordi dei legni e dietro una famiglia numerosa e allegra con tutti genitori nonni zii e tanti bambini che corrono intorno ad una tavola imbandita……
    la mia fantasia e’ un po’ limitata…… ma mi riporta sempre a immagini antiche…
    un bacio e buona giornata

    Mi piace

  2. Bè questi luoghi che descrivi sono meravigliosi, se penso che da me c’è solo traffico, gente che corre e quant’altro, mi viene un magone…

    Adoro leggerTi.

    un bacio

    Mi piace

  3. Domodossola è nell’alto Piemonte, a 21 Km. dal confine con la Svizzera.
    Anche a me piace fantasticare quando vedo casupole abbandonate, magari con storie di fantasmi (giù da noi ci sono almeno un paio di castelli che si dicono popolati da fantasmi).
    Bella l’immagine della finestra sbarrata…stranamente non mette tristezza. Un cuore sbarrato, sì.
    Ma non è il tuo caso, il tuo cuore è troppo grande per poter pensare di sbarrarlo in qualche modo.
    E poi mi pare che sia un pò come il mio: non ama le barriere.
    Un abbraccio.

    Mi piace

  4. Le barriere servono solo a chi non riesce ad essere se stesso…..e poi se ci si espone alle cattiverie pazienza…….
    Sì parto e non porto il pc per scelta starò via qualche giorno e voglio stare lontano da questa macchina che è indiscutibilmente affascinante ed intrgante…ma proprio per questo ogni tanto è necessario starle lontani.
    Bella la foto della casa abbandonata, sei bravissima a dare un’anima a tutto quello che fotografi.
    Un abbraccio e L’augurio di una Pasqua serena.
    zionemo

    Mi piace

  5. Io non riesco a stare nelle case con le barriere alle finestre… nemmeno con le tapparelle giù! Figurati poi con il cuore in prigione!! :-)) E’ più forte di me! Il mio cuore si mette a zompare per i prati, fila via come una lepre, si nasconde come un topo nel deserto! Ma quando si mostra non c’è verso di fargli capire un piffero di autodifesa! E’ così curioso che sembra una moffetta! Baffi in aria ad annussare tutto! E la mia mente che lo guarda laconico, aspettando di raccogliere i pezzi! ;-)) Ah Alidada! Oggi mi sento quasi felice, per la prima volta dopo tanto tempo! E devo sempre scriverti! Smack Luna

    Mi piace

  6. mi piace quel “è come la barriera che metto a volte davanti al mio cuore: serve a poco”==> mi ci ritrovo un po’ anch’io! un abbraccio e buon riposo, Alì:-)

    Mi piace

  7. Ciao, cara Alidada.
    Oggi sento fili annodati, casualità che non è più.
    Anch’io, tra giardinaggio e dècoupage, coccolo il pomeriggio e la parola mancante. E anch’io, oltre a domandarmi di vite passate in case dell’altroieri, sento la comunicazione delle pareti, il senso di quello che è stato. E so che l’improvviso gioire o commuovermi non è atto lunatico. Semplice sentire.
    Ti abbraccio. T

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...