la befana

befana1.JPG

Una volta, diversi anni orsono,  quando avevo ancora i figli piccoli, decisi di far loro uno scherzo e di  vestirmi da Befana.
Mi procurai uno scialle nero e grande e una parrucca di capelli bianchi che avrebbe dovuto coprirmi gran parte del viso. Poi una lunga gonnellona vecchia e scura e degli scarponi di quelli che adoprano le contadine per andare a lavorare nel fango dell’orto in inverno.. Mi procurai una gerla ..che non era altro che un grande sacco di iuta e ci infilai dentro di tutto per fare in modo che apparisse zeppo di regali e anche di carbone.
Zitta zitta dissi a mio marito che si tenesse pronto per assecondarmi nella scena.
I ragazzi avevano 4 e 5 anni e a tutto pensavano quella sera meno che all’improvvisa apparizione della Befana.
Beh,  li salutai inventando una scusa per uscire e una volta fuori della porta scesi di corsa le scale e andai dalla vicina di casa a prepararmi. Diventai un’opera d’arte nella storia delle befane più brutte..  ero gobba e claudicante al punto giusto.  Una volta pronta  tornai sull’uscio di casa mia e suonai il campanello, allora sentii la voce di mio marito che diceva ai bimbi di aprire la porta..loro corsero e aprirono e li vidi restare a bocca aperta indietreggiando impauriti alla vista di quella vegliarda stranissima.  
Stavo molto attenta che nulla di me uscisse dai panni scuri e la mia voce si era trasformata d’improvviso in una specie di rantolante mormoio.. A fatica ressi la parte senza ridere.
Mi sedetti in cucina davanti al fuoco e cominciai a chiedere ai pargoli se si erano comportati bene e quali regali avessero  chiesto (anche se sapevo bene cosa volevano e i regali richiesti erano i primi dentro al sacco) .. li consegnai ai ragazzini perplessi, che continuavano a fissarmi stando rannicchiati alle ginocchia del padre.  Poi tirai fuori dal sacco del carbone e delle cipolle che consegnai a loro dicendo che non avrebbero più dovuto comportarsi da birbanti.. 
Tutto andò bene e dopo aver finito la sceneggiata me ne andai via sorreggendomi barcollante alla vecchia granata di saggina.
Detto fatto, dopo qualche minuto mi ero ripulita ed ero pronta per rientrare in casa.. ero tornata la mamma giovane e sorridente di sempre e non appena misi piede in casa i bambini cominciarono a raccontare l’accaduto.. erano dispiaciuti che io non avessi potuto vedere e condividere con loro la felicità di quell’evento strano e straordinario… continuarono un bel po’ a raccontare  e le loro voci si accavallavano nell’enfasi di quel momento indimenticabile.. poi ad un tratto uno dei due si fermò e si zittì .. Io allora gli chiesi che cosa stesse pensando e lui.. tutto serio disse: “Incredibile” ..le tue mani sono uguali a quelle di quella donna vecchia che se n’è appena andata via.. “ allora anche l’altro tacque e mormorò stupito: “E’ vero..!”  e io fui pronta a dire: “strano caso vero?.. 🙂 si vede che quella vecchia befana in fin dei conti è una mamma simile a me!”  .. e loro si convinsero.

Quella storia è restata intoccabile nella memoria dei miei figli… e anche se sanno che ero io hanno voluto credere a quella favola bella.. di una Befana buona e saggia che aveva voluto andarli a trovare in una notte fredda di tanti anni fa…

Buon pomeriggio a tutti

Alidada

Annunci

14 comments

  1. credo ci sia un episodio simile in tutte le mamme io anche lo feci ma molto meno spettacolare e per giunta riconoscibilissima: ma fu uno spasso lo stesso

    Mi piace

  2. Che bello mi sono immedesimata,come del resto faccio sempre mi viene spontaneo,sai non ci avevo mai pensato,di vestirmi anch’io come la befana,hai fatto una cosa bellissima e rimarra sempre nei loro ricordia presto bacioni…Tizzy.

    Mi piace

  3. Beh, ma scusa, eri una Befana sulla Luna !!! ;-))) Epperforzacheerimeravigliosa! La combinazione è vincente !!! ;-)) E’ vero, sono a casa…. troppo poco tempo, troppe emozioni, troppa stanchezza…. ma dovrei tornare presto, parlano fra un mesetto circa! Noi ci sentiamo a parte, ora che sono tornata padrona del mio tempo e del pc! primma la mamma mi stava sempre alle costole come un vecchio avvoltoio !!! ;-)) Un abbraccio gioia! Luna

    Mi piace

  4. mi spiace ali si la vita sa regalare emozioni bellissime ma molto spesso anche dolori cocenti come e’ la perdita di una persona cara a te ti sono vicina so cos avuol dir el’amicizia x lei un preghiera che ovunque sia ora sia serena
    dolcenotte ali un abbraccio

    Mi piace

  5. A me è successa un’esperienza simile quando andavo all’asilo e il padre di un bambino si era vestito da befana per farci lo scherzetto. Ricordo ancora lo spavento e i pianti attaccata a una gamba della suora!! Che infanzia difficile… 😉
    Woodstock

    Mi piace

  6. sorridoproprio ieri sera, prima di dormire, la mia piccola mi chiedeva se avessi mai visto la befana, era preoccupatissima di trovar carbone Blue

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...